Catilina Aubameyang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Catilina Aubameyang
Nazionalità Francia Francia
Gabon Gabon (dal 2004)
Altezza 170 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra 600px HEX-FEFCF0 border HEX-FF0000 rectangle.svg Fagnano Olona
Carriera
Giovanili
1998-2000 Reggiana
2000-2002 Milan
Squadre di club1
1998-1999 Reggiana 1 (0)
2001-2003 Milan 1 (0)
2003-2004 Triestina 11 (0)
2004-2005 Rimini 4 (0)
2005 Ancona 12 (0)
2005-2006 Lugano 10 (0)
2006 Chiasso 10 (0)
2006-2007 FC 105 Libreville 33 (1)
2007 Paris FC 11 (1)
2007-2009 Ajaccio 22 (0)
2010 Gazélec Ajaccio 7 (0)
2011-2013 Sapins ? (?)
2013 Nero e Rosso (Strisce).png Verbano ? (?)
2013-2014 Rosso e Grigio (Strisce).png Cairate ? (?)
2014 Blu e Bianco3.png Tradate ? (?)
2015 600px bisection vertical HEX-1D913D Black.svg Mozzate ? (?)
2015- 600px Rosso e Bianco (Bordato)2.png Fagnano Olona ? (?)
Nazionale
2001 Francia Francia U-19 2 (0)
2004-2007 Gabon Gabon 9 (1)[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 dicembre 2015

Catilina Aubameyang (Libreville, 1º settembre 1983) è un calciatore gabonese, centrocampista del Fagnano Olona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio dell'ex calciatore Pierre Aubameyang e fratello maggiore di Willy e Pierre-Emerick, anch'essi calciatori.[2][3][4] Nel 2002 ebbe con Gattuso un diverbio che sfociò in rissa, come dichiarato dallo stesso calciatore italiano.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Arriva in Italia nel 1998, acquistato dalla Reggiana, che lo include nel proprio settore giovanile.

Nel 2000 passa al Milan, con cui gioca per due stagioni nella primavera. Nella stagione 2001/2002 debutta con i rossoneri in prima squadra in Milan-Bate Borisov 4-0[6] della Coppa UEFA 2002, mentre l'esordio in Serie A avviene in Piacenza-Milan 4-2, ultima giornata del campionato 2002/2003. Nella stessa stagione ottiene la sua prima presenza in Champions League nell'ultima partita del Milan nella prima fase a gironi, una sconfitta in casa per 2-1 contro il Deportivo La Coruña[7].

Nella stagione successiva è acquistato dalla Triestina, con cui scende in campo in 11 occasioni nel campionato cadetto; nella stagione 2004-2005 è in C1 al Rimini (6 presenze), trasferendosi a gennaio all'Ancona (12 presenze), squadra di serie C2.

Nel 2005 lascia l'Italia: è ceduto al Lugano, squadra svizzera in cui ottiene 10 presenze, prima di trasferirsi al Chiasso nel gennaio 2006, durante la sessione invernale del calciomercato. Nell'estate 2006 torna in patria, al 105 Libreville (che poi vincerà il campionato nazionale) e nel gennaio 2007 torna in Europa, trasferendosi al Paris FC, nella terza serie transalpina.

Nell'estate del 2007 firma un contratto biennale con l'Ajaccio, squadra della seconda divisione nazionale francese.

Nell'estate 2010 passa al Gazélec Ajaccio, formazione corsa che disputa la quarta divisione francese.

Svincolato dalla società corsa, il 30 settembre 2011 torna nella massima divisione gabonese, al Football Club Sapins de Libreville di Libreville.[2]

Nel dicembre 2013 firma per il Cairate Calcio, squadra che milita nel campionato di Promozione lombarda. Debutta il 15 dicembre nella vittoria esterna per 1-2 sul campo del Mozzate, subentrando al 15º minuto della ripresa.

Dopo un altro paio di parentesi in Promozione, dal settembre 2015 scende nel campionato di Seconda Categoria lombarda con i colori del Fagnano Olona[8].

Nella stagione 2015/2016 conquista con i colori del Fagnano Olona, la prima storica promozione in Prima Categoria della società fagnanese

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Durante i trascorsi giovanili, Aubameyang viene convocato dalla Nazionale francese Under-19, con cui disputa alcuni incontri di qualificazione per il Campionato europeo di categoria nel 2002. Fa il suo esordio nella seconda partita di qualificazione, Albania-Francia 0-4.[9]

Mancata la qualificazione con la nazionale transalpina, Aubemayang esce dal giro della Nazionale francese ed entra in quello della nazionale del Gabon, il proprio paese di nascita.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 2001

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 2002-2003
105 Libreville: 2006-2007

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 2002-2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 10 (1) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore gabonese.
  2. ^ a b (FR) Catalina Aubameyang annoncé au FC Sapins de Libreville les-pantheres.com
  3. ^ Catilina Aubameyang magliarossonera.it
  4. ^ Da Kutuzov alla rimonta impossibile: la Coppa Uefa 2001-2002 Canalemilan.it
  5. ^ Gattuso: «Mourinho è un grande, se ne esce sempre con battute a effetto» corriere.it
  6. ^ 27 settembre 2001: Milan-Bate Borisov 4-0 - Tabellino della partita
  7. ^ 13 novembre 2002: Milan-Deportivo La Coruña 1-2 - Tabellino della partita
  8. ^ Seconda Categoria – Albizzate, Castronno, Fagnano, Tre Valli: ecco chi punta all’escalation in prima, varesesport.com.
  9. ^ 12 novembre 2001: Albania U-19-Francia U-19 0-4 - Tabellino della partita

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]