Caterina Barbieri (musicista 1990)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caterina Barbieri
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica elettronica
Periodo di attività musicale2013[1] – in attività
EtichettaImportant, Editions Mego
Sito ufficiale

Caterina Barbieri (Bologna, 1990) è una musicista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Bologna nel 1990, Barbieri si diplomò in chitarra classica e si laureò in musica elettroacustica. Nel 2014 incise il suo album di debutto, Vertical, per la Cassauna, succursale della Important Records.[2] L'album è caratterizzato dall'utilizzo del sintetizzatore Buchla 200 Modular e mostra l'inclinazione dell'artista verso la musica minimalista, la drone music e la techno.[2] Il seguente Patterns of Consciousness, pubblicato nel 2017, ricevette il plauso della critica e della stampa specialistica;[1][3] per la realizzazione dell'album vennero impiegati sequencer e oscillatori, risultato che venne definito un incrocio fra The Expaning Universe di Laurie Spiegel ed E2-E4 di Manuel Göttsching.[4] Nel 2018, uscirono Born Again in the Voltage e lo split album Bestie Infinite/Wear Patterns, realizzato insieme a Eleh. In seguito, nel 2019, l'artista bolognese pubblicò Ecstatic Computation, che si classificò ventisettesimo nella lista dei migliori album dell'anno stilata dalla rivista Rumore.[5]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Secondo quanto riporta Simone Zagari del sito della rivista Vice, le composizioni di Barbieri "astraggono l’ascoltatore dal mondo reale per portarlo in uno stato di semi-trance; narrazioni di climax che crescono e di atmosfere sempre più siderali, di spazi sonici che divengono scenario di un incontro idilliaco tra freddezza di calcolo e calore antropico".[6]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 – Vertical
  • 2017 – Patterns of Consciousness
  • 2018 – Born Again in the Voltage
  • 2019 – Ecstatic Computation

Split album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2018 – Bestie Infinite/Wear Patterns (con Eleh)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) ABOUT, su caterinabarbieri.com. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  2. ^ a b Caterina Barbieri - Vertical, su ondarock.it. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  3. ^ Caterina Barbieri - Ecstatic Computation, su ondarock.it. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  4. ^ Caterina Barbieri - Patterns Of Consciousness, su ondarock.it. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  5. ^ Caterina Barbieri – Ecstatic Computation (27), in Rumore, dicembre 2019.
  6. ^ Abbiamo tutti bisogno di ascoltare il nuovo album di Caterina Barbieri, su vice.com. URL consultato il 13 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]