Castore (monte)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Castore
Castor - Monte Castore.jpg
Il monte Castore in bianco e nero
StatiItalia Italia
Svizzera Svizzera
RegioneValle d'Aosta Valle d'Aosta
Vallese Vallese
Altezza4 228 m s.l.m.
Prominenza160 m
CatenaAlpi
Coordinate45°55′20″N 7°47′40″E / 45.922222°N 7.794444°E45.922222; 7.794444Coordinate: 45°55′20″N 7°47′40″E / 45.922222°N 7.794444°E45.922222; 7.794444
Data prima ascensione23 agosto 1861
Autore/i prima ascensioneF.W. Jacomb e William Mathews con la guida Michel Croz
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Castore
Castore
Mappa di localizzazione: Alpi
Castore (monte)
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi del Monte Rosa
SupergruppoGruppo del Monte Rosa
GruppoCatena Breithorn-Lyskamm
CodiceI/B-9.III-A.1

Il Castore (Castor in francese e in tedesco) alto 4.228 m è una montagna del massiccio del Monte Rosa, nelle Alpi Pennine. È posto sul confine tra la Valle d'Aosta ed il Vallese.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si trova lungo lo spartiacque che dal Breithorn conduce verso la Punta Dufour. Più nel dettaglio è collocato tra il Polluce, dal quale è separato dal Passo di Verra (3.845 m) ed il Lyskamm Occidentale, dal quale è separato dal colle del Felik (4.061 m).

Per la sua conformazione prende il nome, assieme al monte Polluce, dai due gemelli della mitologia greca Castore e Polluce. Tale caratteristica è particolarmente visibile dal versante nord svizzero.

Ascesa alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

La prima ascensione fu compiuta il 23 agosto del 1861 da William Mathews e Frederick William Jacomb con la guida alpina Michel Croz.[1]

Salita al monte Castore per la cresta sudorientale.

La sua salita avviene abitualmente partendo dal rifugio Quintino Sella attraverso la cresta sudorientale lunga e stretta. Si tratta dapprima di salire il Ghiacciaio del Felik passando in fianco alla Punta Perazzi e poi arrivando al colle del Felik (4.061 m) il quale separa il monte Castore dal monte Lyskamm Occidentale. Dal colle inizia la cresta che conduce in vetta al monte.

Altra possibile salita inizia dal Rifugio Ottorino Mezzalama. Dal rifugio si risale il Grande Ghiacciaio di Verra fino al passo di Verra; di qui si sale il monte lungo il fianco ovest.

Un'altra via di ascensione può essere dal Rifugio Guide del Cervino, a Plateau Rosa. Raggiunto il rifugio in funivia da Cervinia, la mattina dopo si attraversa il Grande Ghiacciaio di Verra e si sale il Castore lungo la parete ovest.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saglio e Boffa, p. 130

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]