Castion (Belluno)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castion
frazione
Colle Castionese
Castion – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto-Stemma.png Veneto
ProvinciaProvincia di Belluno-Stemma.png Belluno
ComuneBelluno-Stemma.png Belluno
Territorio
Coordinate46°08′27″N 12°12′56″E / 46.140833°N 12.215556°E46.140833; 12.215556 (Castion)Coordinate: 46°08′27″N 12°12′56″E / 46.140833°N 12.215556°E46.140833; 12.215556 (Castion)
Altitudine442 m s.l.m.
Abitanti4 173[1]
Altre informazioni
Cod. postale32100
Prefisso0437
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticastionesi
PatronoSan Giovanni Battista
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castion
Castion

Castion è una frazione di circa 4 000 abitanti del comune di Belluno.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese si trova a sud della città di Belluno a soli 2 km da essa, è il secondo centro del comune per grandezza (se si escludono i quartieri cittadini limitrofi come Cavarzano o Baldenich) e costituisce il capoluogo di tutta la zona del Castionese (dalla città alle cime delle Prealpi). Nelle vicinanze si trovano i borghi di: Cavessago, Caleipo, Cirvoi, Faverga, Madeago, Modolo, Pedecastello, San Cipriano, San Mamante, Sant'Antonio, Sossai. Da Castion si raggiungono gli impianti sciistici del Nevegal e il Col Visentin.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome da una pieve costruita nel XIV secolo dalla Confraternita di Santa Maria dei Battuti. In età tardoromana-altomediovale, venne costruito il castello di Castellione (Castion) a difesa dei valichi prealpini. I resti vennero alla luce nel 1977 in località Sant'Anna di Pedecastello.

L'arcipretale, risalente al X secolo, dedicata a Santa Maria Assunta, ricostruita agli inizi del Cinquecento e modificata in seguito nel 1809, conserva un'Assunzione della Vergine di Cesare Vecellio. Nel paese si trovano inoltre la chiesa di San Cipriano e quella di Santa Maria dei Battuti utilizzata oggi come battistero. Inoltre sparse in tutta la zona si trovano numerose chiese, molte di esse ricche di storia e di valenze artistiche ed architettoniche.

Villa Miari Fulcis[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese (in località Modolo) si trova la Villa Miari Fulcis risalente al XVII secolo, alla costituzione originaria seguirono importanti interventi di ampliamento ed abbellimento nel secolo XVIII. Residenza dei Conti Miari Fulcis, famiglia nobiliare tra le più in vista della città di Belluno le cui origini risalgono al 1000. Secondo alcuni studiosi sarebbe uno dei maggiori esempi di villa perfettamente inserito nella tradizione dei più significativi modelli veneti[senza fonte]. 1644 è la data a cui risalgono le parti più antiche; questa verrà terminata nella sua attuale configurazione nel 1806 diventando una delle maggiori e meglio conservate ville della provincia di Belluno tuttora residenza del ramo primogenito della famiglia dei Conti Miari Fulcis. Al professor Francesco Miari Fulcis 1855/1929 apprezzato professore di astronomia all'università di Padova si deve la realizzazione delle particolari meridiane disegnate sulla chiesa e sui magazzini della Villa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In assenza di dati ufficiali precisi si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia, reperibile nel sito della CEI.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il Castion detiene due società sportive rispettivamente di calcio e pallavolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di veneto