Castiglione Messer Raimondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castiglione Messer Raimondo
comune
Castiglione Messer Raimondo – Stemma Castiglione Messer Raimondo – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia di Teramo-Stemma.svg Teramo
Amministrazione
SindacoGiuseppe D'Ercole[1] (Lista Civica Il Paese che vorrei) dal 27-5-2014
Territorio
Coordinate42°32′N 13°53′E / 42.533333°N 13.883333°E42.533333; 13.883333 (Castiglione Messer Raimondo)Coordinate: 42°32′N 13°53′E / 42.533333°N 13.883333°E42.533333; 13.883333 (Castiglione Messer Raimondo)
Altitudine306 m s.l.m.
Superficie30,69 km²
Abitanti2 277[2] (30-6-2017)
Densità74,19 ab./km²
FrazioniAppignano, Borea Santa Maria, Bozzano, Cesi, Colletrimarino, Piane, San Giorgio, Vorghe
Comuni confinantiBisenti, Castilenti, Cellino Attanasio, Montefino, Penne (PE)
Altre informazioni
Cod. postale64034
Prefisso0861
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT067013
Cod. catastaleC316
TargaTE
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitanticastiglionesi
Patronosan Donato Martire
Giorno festivo7 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castiglione Messer Raimondo
Castiglione Messer Raimondo
Castiglione Messer Raimondo – Mappa
Posizione del comune di Castiglione Messer Raimondo all'interno della provincia di Teramo
Sito istituzionale

Castiglione Messer Raimondo (Castiùne in dialetto locale) è un comune italiano di 2 277 abitanti della provincia di Teramo in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana del Vomano, Fino e Piomba.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristico borgo del teramano, posto su un colle che guarda il fiume Fino, il paese è da sempre stato dedito all'agricoltura. Le sue origini pare siano da fare risalire all'epoca medioevale, ma è anche stato un importante punto di riferimento per il popolo dei Vestini. Il paese, borgo fortificato, offre un ristretto ma meraviglioso belvedere verso il Gran Sasso d'Italia e la Valle del Fino. L'abitato conserva ancora un aspetto caratteristico conferito dal ricorrente uso di pietra arenaria locale. Merita particolare attenzione la chiesa parrocchiale dedicata a San Nicola di Bari che fu iniziata nel tardo Settecento su un progetto dell'ingegnere napoletano Francesco Giordano e fu terminata solo nel secolo successivo.

Festa patronale[modifica | modifica wikitesto]

Protettore del paese è San Donato Martire, il cui corpo si venera nella chiesa omonima. Ogni cinque anni, il 7 agosto, il corpo di San Donato viene portato in solenne processione per le vie del paese.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa madre di San Donato Martire[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa fu completata nel '700 sopra una chiesa medievale. Si trova in cima al colle e ha facciata a capanna realizzata da Francesco Giordano tra il 1773 e il 1867 da discepoli. Il campanile con orologio si trova al centro della facciata, in cima, come una torretta.

Il portale è sormontato da una cornice a tutto sesto. L'interno è a navata unica con otto nicchie votive.

Parrocchia di San Pietro in Appignano[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa fu eretta nel XIII secolo, ma è stata modificata nel 1735. Ha pianta rettangolare a navata unica con finestre ad arco sui lati (3 per ciascuno) e un campanile a torre. Gli altari interni sono dedicati a Carlo Borromeo, santa Croce, Anime Sante, Madonna del Suffragio e a San Filippo Neri

Parrocchia di S. Giovanni Bosco[modifica | modifica wikitesto]

Situata in località Piane di Castiglione Messer Raimondo

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Giorgio De Fabritiis Lista Civica di Centro-sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 7 giugno 2009 Giuseppe Di Michele Lista Civica Sindaco [5][6]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Danilo Crescia Lista Civica di Centro-destra Insieme per Castiglione Sindaco [7]
26 maggio 2014 in carica Giuseppe D'Ercole Lista Civica di Centro-sinistra Il Paese che vorrei Sindaco [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014, su elezionistorico.interno.it.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, su elezionistorico.interno.it.
  5. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, su elezionistorico.interno.it.
  6. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, su elezionistorico.interno.it.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 7 giugno 2009, su elezionistorico.interno.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Castiglione Messer Raimondo, in Borghi e paesi d'Abruzzo, vol. 2, Pescara, Carsa Edizioni, 2008, pp. 75-84, SBN IT\ICCU\TER\0031809.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130628512