Castelrosso (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castelrosso
frazione
Castelrosso – Veduta
Cartolina di fine Ottocento della Piazza di Castelrosso
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
ComuneChivasso-Stemma.png Chivasso
Territorio
Coordinate45°11′N 7°53′E / 45.183333°N 7.883333°E45.183333; 7.883333 (Castelrosso)Coordinate: 45°11′N 7°53′E / 45.183333°N 7.883333°E45.183333; 7.883333 (Castelrosso)
Abitanti3 000 circa
Altre informazioni
Cod. postale10034
Prefisso011
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticastelrossesi
PatronoSan Giovanni Battista e San Rocco
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castelrosso
Castelrosso

Castelrosso (Castelross in piemontese, pronuncia [kastel'rʊs]) è una frazione del comune di Chivasso, in città metropolitana di Torino.

La sua fondazione risale alla fine del XV secolo quando le famiglie Margarita (guidata da Giò Margarita proveniente da Andorno Micca in provincia di Biella) e Berra (proveniente dall'Emilia-Romagna) crearono due zone chiamate rispettivamente Margarite(Cascine) e Berre. Tra il XVII e il XVIII secolo avvenne l'unificazione di queste zone sotto il nome di "Contea di Castelrosso" con l'accorpamento anche delle cascine Poasso sotto la reggenza dei conti Margherio (divenuti successivamente le maschere carnevalesche della frazione).

I santi patroni della frazione sono san Rocco e san Giovanni Battista.

La frazione comprende una stazione ferroviaria, un cimitero civile e uno militare ed ospita la scuola professionale fondata da monsignor Nicolao Averono.

La Chiesa parrocchiale[modifica | modifica wikitesto]

Verso la metà del XVIII secolo, l'allora piccola chiesa di San Giovanni Battista non fu più adeguata alle necessità dell'accresciuta popolazione di Castelrosso e nel 1758 venne costruito il nuovo edificio, allora dipendente dalla parrocchia di Chivasso. Nel 1782, in seguito alle richieste avanzate alla curia di Ivrea e all'arcivescovo di Torino fu istituita in parrocchia.

La chiesa conserva un altare barocco in marmo e affreschi del XIX secolo.
La neobarocca facciata dell'edificio è opera di Giuseppe Galli.

Via Francigena[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio della frazione e sulla piazza della parrocchiale passa il tracciato storico della Via Francigena, proveniente da Chivasso e dirigentesi successivamente verso Torrazza Piemonte.[1]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su turismotorino.org. URL consultato il 13 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte