Castelnuovo dell'Abate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castelnuovo dell'Abate
frazione
Castelnuovo dell'Abate – Veduta
Panorama del paese
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Siena-Stemma.svg Siena
Comune Montalcino-Stemma.png Montalcino
Territorio
Coordinate 42°59′41″N 11°31′01″E / 42.994722°N 11.516944°E42.994722; 11.516944 (Castelnuovo dell'Abate)Coordinate: 42°59′41″N 11°31′01″E / 42.994722°N 11.516944°E42.994722; 11.516944 (Castelnuovo dell'Abate)
Altitudine 385 m s.l.m.
Abitanti 236
Altre informazioni
Cod. postale 53024
Prefisso 0577
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti castelnovese, castelnovesi[1]
Patrono Madonna
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castelnuovo dell'Abate
Castelnuovo dell'Abate

Castelnuovo dell'Abate è un piccolo borgo medioevale che sorge sopra una piccola collina a circa 10 km da Montalcino, nel cui territorio comunale sorge.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese, già piccolo castello fortificato medioevale, prende l'appellativo "dell'Abate" dalla decisione dell'abate dell'Abbazia di Sant'Antimo di costituirvi un suo palazzo all'interno del circuito murario. Poi, quando nel 1462 l'abbazia fu soppressa per volere di Papa Pio II, il palazzo degli abati passò al Vescovo di Montalcino ed il palazzo fu soprannominato "Palazzetto del Vescovo". Quando, con l'Unità d'Italia, Montalcino divenne un comune, il paese di Castelnuovo dell'Abate entrò a far parte di esso come frazione geografica. Attualmente l'economia del piccolo borgo è basata soprattutto sul turismo (data la vicinanza - 0,5 km ca. - con l'Abbazia di Sant'Antimo) e sull'agricoltura (è in questa zona che viene prodotto il famoso Brunello di Montalcino.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

L'abbazia di Sant'Antimo

L'abbazia di Sant'Antimo è il monumento più importante del paese e sorge nella piccola vallata che si trova di fronte ad esso.

La pieve dei Santi Filippo e Giacomo è la chiesa principale del paese e sorge al centro del paese e dà sulla piazza del borgo con la graziosa facciata in blocchi di travertino con un piccolo rosone circolare al centro di essa. All'interno della chiesetta si trovava, sino agli anni ottanta del Novecento la statua lignea medioevale della Madonna col Bambino, patrona del paese, attualmente nell'abbazia di Sant'Antimo.

  • Palazzetto Bellanti

Il Palazzetto Bellanti si affaccia sulla via principale del paese, via Borgo di Mezzo, che lo percorre da nord a sud. La bella facciata in mattoncini è suddivisa in tre fasce orizzontali da due piccoli cornicioni in pietra locale: nella fascia inferiore si trovano il portone con la cornice in bugnato e due finestre; in quella mediana, ovvero quella corrispondente al primo piano, ci sono cinque grandi finestre rettangolari bordate anch'esse in pietra; la fascia superiore, invece, presenta soltanto cinque finestrelle quadrate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 129.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4610413-6
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana