Castello di Tures

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Tures
Burg Taufers
Burg Taufers01archedit 2011-01-03.jpg
Castello di Tures
Ubicazione
Stato attuale Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Città Campo Tures
Coordinate 46°55′24″N 11°56′55″E / 46.923333°N 11.948611°E46.923333; 11.948611Coordinate: 46°55′24″N 11°56′55″E / 46.923333°N 11.948611°E46.923333; 11.948611
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Castello di Tures
Informazioni generali
Tipo Castello
Termine costruzione 1215
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il Castello di Tures (in tedesco Burg Taufers) è un castello medioevale che sorge presso Campo Tures, nella Val di Tures, una perpendicolare della Val Pusteria.

Il castello si erge su un promontorio che forma una chiusa naturale, chiamata Klapf, la quale dà geograficamente inizio alla Valle Aurina, mentre la località Drittelsand, posta a settentrione del castello, appartiene ancora al comune di Campo Tures.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente di proprietà dei Signori di Taufers, i nobiliari e dinasti, nonché dal 1215 ministeriali della chiesa vescovile di Bressanone che lo eressero nel primissimo Duecento, fu trasformato in abitazione residenziale nel XV-XVI secolo.

Dopo una fase di decadenza, il castello è stato rimesso in sesto nel secondo dopoguerra dall'abate benedettino Hieronymus Gassner, originario di Ybbsitz nella Bassa Austria. Dal 1977 il Castello è stato acquistato dal Südtiroler Burgeninstitut ("Istituto sudtirolese per il mantenimento dei castelli"). Oggi è uno dei più interessanti castelli medioevali della provincia autonoma di Bolzano. In tutto sono presenti 64 stanze, circa 24 delle quali sono interamente in legno. Nella cappella ci sono affreschi della scuola di Michael Pacher. Interessanti sono anche l'armeria, la biblioteca, la stanza dei principi (la Fürstenzimmer) e la sala delle udienze. Nei sotterranei c'è il carcere. Il castello è visitabile in giorni prestabiliti e ospita di volta in volta mostre e concerti.

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Nel castello di Tures è stato girato il film La più bella serata della mia vita, di Ettore Scola e con Alberto Sordi, tratto dal racconto La panne. Una storia ancora possibile di Friedrich Dürrenmatt.

Il castello è anche una delle ambientazioni della serie televisiva italiana Le ali della vita per la regia di Stefano Reali, che vede protagoniste Virna Lisi e Sabrina Ferilli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hans-Christoph von Hohenbühel, Castel Taufers. Guida storico-artistica, Bolzano, Südtiroler Burgeninstitut, 1992.
  • (DEIT) Lorenzo Confortini, Burgen und Schlösser, Städte und Festungen. Architekturzeichnungen und Veduten / Borghi, Città, Castelli e Fortezze. Raccolta di vedute disegnate alla maniera antica, Modena, 2005 (con illustrazione del castello).
  • (DE) Bertl Sonnleitner, Hieronymus Gassner. Vom Benediktinermönch zum Schlossherrn. Aus dem Mostviertel ins Tauferer Ahrntal, Ybbsitz e Campo Tures, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4215350-5