Castello di Mazzè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Mazzè
Castello di Mazzè.jpg
Il castello
Ubicazione
Stato Italia Italia
Città Mazzè
Informazioni generali
Inizio costruzione epoca romana
Condizione attuale in buono stato
Proprietario attuale Privato
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Mazzè, situtato nell'omonimo comune, è stato edificato a breve distanza dal corso della Dora Baltea e sopraelevato rispetto alla sottostante pianura padana in una zona di interesse faunistico, sui resti di un antico fortilizio di epoca romana subendo nel corso del tempo numerose integrazioni e rimaneggiamenti, a causa anche delle distruzioni e danneggiamenti subiti nel corso dei secoli.
I maggiori, in chiave di architettura neogotica, sono dovuto all'opera dell'architetto Velati Bellini e risalgono al XIX secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello è appartenuto alla famiglia dei Valperga per settecento anni, sino all'estinzione della stessa nel 1840. Acquistato da un privato nel 1978, dopo una lunga opera di ristrutturazione e recupero funzionale, è stato aperto al pubblico.

I percorsi di visita alla dimora storica sono tre e includono il Castello Grande (dodici stanze), il museo sotterraneo (che presenta le prigioni, strumenti di tortura e una cappella mortuaria) e la contigua Oasi del Bosco Parco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]