Castello di L'Ardara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di L'Ardara
Castello Lardara Piozzano.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
CittàPiozzano
Coordinate44°53′17.988″N 9°26′02.364″E / 44.88833°N 9.43399°E44.88833; 9.43399
Mappa di localizzazione: Nord Italia
Castello di L'Ardara
Informazioni generali
TipoCastello medievale
MaterialePietra
Condizione attualeOttima
Visitabileno
Artocchini, p. 144
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di L'Ardara è un castello situato nei pressi di Groppo Arcelli, frazione del comune italiano di Piozzano, in provincia di Piacenza.

Situato sul crinale tra la val Luretta e la val Chiarone, a km dal capoluogo comunale, è costruito su di un promontorio ben protetto su tre lati da rive scoscese[1], in una posizione che consente un'ampia visuale delle vallate sottostanti[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il maniero, citato nei documenti storici indifferentemente come Lardara o Arderia[3], non fu protagonista di eventi significativi sotto i punti di vista storico e militare[1].

Il complesso fu, nel periodo compreso tra il XVI e il XVII secolo, di proprietà della nobile famiglia dei Dal Pozzo o Pozzi, la quale si estinse negli ultimi anni del Seicento[3].

Riattato a casa colonica e successivamente soggetto ad abbandono e degrado il castello è stato ristrutturato e, al netto delle pesanti trasformazioni a cui è stato soggetto, si trova in ottime condizioni di conservazione[1].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Del complesso originario sono state preservate alcune parti della cinta muraria dotata di feritoie, due torri angolari poste ai vertici opposti della cinta e caratterizzate da una base rettangolare[3]. Oltre a queste sono presenti due torrette minori, poste a monte, lato sul quale si trovava in origine un accesso fortificato, che è poi stato sostituito da un portale realizzato in pietra, solo parzialmente conservato[1].

L'edificio che poteva originariamente essere identificato con il mastio, a cui sono state addossati in seguito corpi più recenti, presenta i resti di un arco gotico realizzato in arenaria[1]. All'interno del castello, secondo la tradizione, si trovavano inizialmente anche un pozzo del taglio e una sala adibita a prigione[3].

L'edificio, che ha subito negli ultimi decenni trasformazioni ad uso agricolo, si trova in buono stato di conservazione dopo un restauro effettuato ad opera dell'ultimo proprietario[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Piozzano, Castello dell'Ardara, su mondimedievali.net. URL consultato il 15 marzo 2020.
  2. ^ Un mazzo di fiori lungo la strada per ricordare Carlo Mazzoni, in PiacenzaSera, 19 giugno 2017. URL consultato il 23 gennaio 2021.
  3. ^ a b c d Artocchini, p. 144.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carmen Artocchini, Castelli Piacentini, Piacenza, Edizioni TEP, 1983 [1967].
  • Emilio Curtoni, Val Luretta, Edizioni Pontegobbo, 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]