Castello di Bad Homburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello di Bad Homburg
Schloss Bad Homburg
Schloss HG.jpg
Stato attualeGermania Germania
LandAssia
CittàBad Homburg
Coordinate50°13′39″N 8°36′36″E / 50.2275°N 8.61°E50.2275; 8.61Coordinate: 50°13′39″N 8°36′36″E / 50.2275°N 8.61°E50.2275; 8.61
Mappa di localizzazione: Germania
Castello di Bad Homburg
Informazioni generali
Tipofortezza, residenza
Costruzione1680 (su edificio preesistente del XII secolo)-1685
Condizione attualeAperto al pubblico
Visitabile
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Bad Homburg (in tedesco: Schloss Bad Homburg) è un castello costruito presso la città di Bad Homburg vor der Höhe.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il grandioso portale barocco con l'effige di Federico II d'Assia-Homburg che avviò la ricostruzione del castello alla fine del Seicento

Originariamente residenza dei langravi d'Assia-Homburg, venne costruito a partire dal XII secolo, ma nel 1660 il langravio Federico II d'Assia-Homburg ne dispose la completa demolizione ad eccezione delle prigioni, rimpiazzando la struttura con un nuovo castello realizzato tra il 1680 ed il 1685 su disegno di Paul Andrich. Il suo parco venne ridisegnato tra XVIII e XIX secolo, con l'aggiunta nell'Ottocento anche di una Casa Gotica.

Dopo l'annessione dell'Assia-Homburg alla Prussia nel 1866, il castello venne ereditato dalla linea ducale d'Assia-Darmstadt dopo la Guerra austro-prussiana, divenendo una delle residenze estive dei re di Prussia. Guglielmo I soggiornò diverse volte al castello, come del resto suo figlio Federico III e sua moglie Vittoria. I soggiorni di Federico e dei suoi successori in particolare portarono all'aggiunta di stanze da bagno, telefoni ed elettricità. Dopo il 1918 il castello venne amministrato direttamente dallo stato della Prussia e dal 1945 dallo stato dell'Assia. Dal 1947 è sede dell'ente per l'amministrazione dei castelli e dei giardini di stato dell'Assia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Heinz Biehn, Wolfgang Einsingbach: Amtlicher Führer Schloss Homburg vor der Höhe. Herausgegeben von Verwaltung der Staatlichen Schlösser und Gärten in Hessen. Dt. Kunstverlag, München 1959
  • Günther Binding: Beobachtungen und Grabungen im Schloss Bad Homburg vor der Höhe im Jahre 1962. In: Mitteilungen des Vereins für Geschichte und Landeskunde zu Bad Homburg vor der Höhe, Band 32 (1974)
  • Rüdiger Kurth: Vielleicht ist er Kaiser Barbarossa begegnet. (W)Ortwin von Hohenberch und seine Burg, in: Jahrbuch des Hochtaunuskreises 2006. Frankfurt 2005, S. 94–98
  • Friedrich Lotz: Geschichte der Stadt Bad Homburg vor der Höhe. 2 Bände:
    • Band 1: Begegnung mit Urkunden. Kramer, Frankfurt 1964
    • Band 2: Die Landgrafenzeit. Kramer, Frankfurt 1972, ISBN 3-7829-0133-9
  • Fried Lübbecke: Kleines Vaterland Homburg vor der Höhe. Frankfurt 1964
  • Bernd Modrow, Claudia Gröschel: Fürstliches Vergnügen. 400 Jahre Gartenkultur in Hessen. Verlag Schnell + Steiner, Regensburg 2002, ISBN 3-7954-1487-3
  • Bernd Modrow: Schlosspark Homburg vor der Höhe. Vom Burggarten zum Schlosspark, Verlag Schnell + Steiner, Regensburg, 1. Auflage 2007, ISBN 978-3-7954-1966-0
  • Iris Reepen, Claudia Göschel: Landgräfin Elisabeth, ihre Wohnung in Schloss Homburg und ihre Gärten. Verlag Ausbildung und Wissen, Bad Homburg 1998, ISBN 3-7954-1346-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN172808355