Castello Visconteo (Vercelli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello Visconteo
Castello due.jpg
Facciata dell'edificio
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàVercelli
Coordinate45°19′40.66″N 8°25′33.35″E / 45.32796°N 8.42593°E45.32796; 8.42593Coordinate: 45°19′40.66″N 8°25′33.35″E / 45.32796°N 8.42593°E45.32796; 8.42593
Informazioni generali
Inizio costruzione1290 circa
Condizione attualesede del tribunale
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il Castello Visconteo si trova a Vercelli, attualmente è sede del Tribunale di Vercelli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello venne edificato per ordine di Matteo Visconti attorno al 1290, probabilmente sulle rovine di edifici precedenti. A pianta quadrangolare e dotato, nel corso del Trecento, di armi da fuoco[1], ospitò i podestà viscontei fino al 1427, anno nel quale Vercelli fu ceduta ad Amedeo VIII di Savoia da Filippo Maria Visconti. Adibito saltuariamente a residenza sabauda, Beato Amedeo vi morì nel 1472, il castello subì danneggiamenti durante l'assedio spagnolo nel 1638; fu adibito a caserma durante l'epoca napoleonica e carcere durante il diciannovesimo secolo. Dal 1926 è sede del Tribunale di Vercelli.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Fabio Bargigia e fabio romanoni, The Spread of Firearms in the Visconti's Lordship (14th Century) - La diffusione delle armi da fuoco nel dominio visconteo (secolo XIV), in Revista Universitaria de Historia Militar. URL consultato il 25 novembre 2017.