Castello Moresco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il castello moresco di Gibilterra (in inglese Moorish Castle, in spagnolo Castillo Moresco o El Castillo) è residuo dell'occupazione moresca di Gibilterra, che è durata 710 anni. Venne costruito nel 711 quando il condottiero di origine berbera Tariq ibn Ziyad conquistò la Rocca che prese il suo nome. Il castello rimase nelle mani degli Arabi per 711 anni. Nel 1462, venne occupato dal duca di Medina-Sidonia, come vassallo della Corona di Castiglia.

Dall'occupazione spagnola a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1552, su richiesta degli abitanti della città, il re Carlo I di Spagna inviò l'ingegnere italiano Giovanni Battista Calvi per far rinforzare le difese della città. Fu eretto un lungo bastione di difesa, ancor oggi noto con il nome di muro di Carlo V, una trincea ed un ponte levatoio, chiamato Landport (o Puerta de Tierra).

Nel corso della Guerra di successione spagnola, il 1º agosto 1704, al ritorno da una spedizione a Barcellona, una flotta anglo-olandese al comando di sir George Rooke, iniziò l'assedio della città chiedendo la resa incondizionata agli assediati ed il giuramento di fedeltà all'arciduca d'Austria Carlo.

Il castello moresco (si nota sventolare l'Union Flag)

L'edificio principale è la Tower of Homage ("torre di Omaggio"), un grande edificio di mattoni chiamato anche tapia.

Il castello moresco oggi[modifica | modifica wikitesto]

Oggi il castello moresco è una delle maggiori attrazioni di Gibilterra e dal 1995 si trova anche sul verso delle banconote delle sterline di Gibilterra. L'area residenziale intorno al castello viene chiamata Moorish Castle Estate. In un'ala del castello si trova l'Her Majesty's Prison Service di Gibilterra.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altra immagine del Castello Moresco

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]