Castel Taranto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castel Taranto
Schloss Dornsberg (Tarantsberg)
Naturns Dornsberg.jpg
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
CittàNaturno-Stemma.svg Naturno
Coordinate46°38′32″N 11°01′34″E / 46.642222°N 11.026111°E46.642222; 11.026111Coordinate: 46°38′32″N 11°01′34″E / 46.642222°N 11.026111°E46.642222; 11.026111
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Castel Taranto
Informazioni generali
TipoCastello
Inizio costruzioneXIII secolo
Condizione attualeprivato
VisitabileNo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Castel Taranto (in tedesco Schloss Dornsberg o Schloss Tarantsberg) è un castello medievale che si trova vicino a Naturno in Alto Adige.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il castello fu costruito nel 1217 dai signori von Tarant, funzionari ministeriali dei Conti di Tirolo e dai quali prende il nome. Già nel 1232 viene però indicato anche con un altro nome tedesco: Dornsberg. Col tempo però i proprietari caddero in disgrazia e persero sempre più la fiducia dei Conti di Tirolo, tanto che nel 1291 Arnold von Tarant fu costretto a vendere il castello a Mainardo II per 226 marchi bernesi.

In seguito il castello passò di mano in mano: nel 1347 venne acquistato da Heinrich con Annenberg, nel 1699 fu dei conti von Mohr, quindi dei Giovannelli e dei Fuchs.

Dopo la II guerra mondiale il castello era abitato da diverse famiglie. Questa situazione aveva provocato danni alle strutture e alle opere d'arte rimaste.

Nel 1964 il castello fu acquistato dalla famiglia Gottschall di Monaco, che ne sono gli attuali proprietari e lo restaurarono completamente.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il castello sorge su una piccola altura nel versante destro della valle. Un cortile esterno circondato da mura precede il nucleo principale, costituito da un cortile interno attorno al quale si sviluppano il mastio, ben conservato, e gli altri edifici.

La cappella del castello, dedicata a S. Ursula, venne eretta tra il 1270 e 1280 e contiene una pala d'altare e altri dipinti antichi. Vi sono conservati affreschi del XVI secolo e resti di affreschi del XIII secolo.

Essendo una dimora privata il castello non è visitabile.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Caminiti, M., Castelli dell'Alto Adige, Trento, Manfrini Editori, 1985.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]