Casino Ricordi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casino Ricordi
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
IndirizzoLargo Ghiringhelli, 1
Coordinate45°28′02.04″N 9°11′21.26″E / 45.467233°N 9.189239°E45.467233; 9.189239Coordinate: 45°28′02.04″N 9°11′21.26″E / 45.467233°N 9.189239°E45.467233; 9.189239
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVIII secolo
Ricostruzione1830-31
Stileneoclassico
Realizzazione
ArchitettoGiuseppe Piermarini, Giacomo Tazzini
ProprietarioFondazione Teatro alla Scala
CommittenteNobile Associazione (poi Società) dei Palchettisti del Teatro alla Scala, Casa Ricordi

Il Casino Ricordi (già della Nobile Associazione, o più brevemente dei Nobili) è un edificio di Milano situato di fianco alla facciata del Teatro alla Scala. Costruito per ospitare i membri della Nobile Associazione dei Palchettisti durante le serate di spettacolo, era sede di ricevimenti e balli. L'edificio fu affittato a partire dal 1850 all'editore Ricordi che qui manterrà la propria sede fino all'allestimento del Museo teatrale alla Scala, nel 1913.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Casino fu edificato su progetto di Giuseppe Piermarini[1] contestualmente al “Nuovo Regio Ducal Teatro alla Scala”.

Nel 1821 fu deciso di costruire un nuovo Casino ed il progetto presentato nel 1824 da Giacomo Tazzini.

Nel novembre 2016, al termine dei lavori di riqualificazione di Largo Ghiringhelli, una statua di Giulio Ricordi, opera di Luigi Secchi commissionata da amici e dipendenti di Casa Ricordi nel 1922, è stata collocata davanti all'edificio[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una riproduzione della Pianta del complesso del Teatro alla Scala, con gli edifici annessi del Piermarini è riprodotta in Carla Di Francesco (a cura di), Il Teatro alla Scala, La magnifica fabbrica, Milano, Electa, 2005, p. 31.
  2. ^ Per ricordare un… Ricordi, in RADIO POPOLARE. URL consultato il 26 dicembre 2016.
  3. ^ Milano, largo Ghiringhelli cambia look: la posa della statua di Ricordi, in La Repubblica, 23 novembre 2016. URL consultato il 26 dicembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Lonati, 'La nuova Scala: il cantiere, il restauro et l'architettura, Venezia, Marsilio, 2004, ISBN 88-317-8612-1.