Casal Morena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Z. XIX Casal Morena
M10 da via Anagnina 1110102.JPG
Recente urbanizzazione lungo via Anagnina
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma VII
Data istituzione13 settembre 1961[1]
Codice419
Superficie10,9158 km²
Abitanti34 925 ab.[2] (2016)
Densità3 199,49 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°48′47.16″N 12°36′02.58″E / 41.813099°N 12.600718°E41.813099; 12.600718

Casal Morena è la diciannovesima zona di Roma nell'Agro Romano, indicata con Z. XIX.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nell'area sud-est della città, a ridosso ed esternamente al Grande Raccordo Anulare, fra la via Tuscolana a nord e la via Appia Nuova a sud-ovest. La zona è attraversata da ovest a est dalla via Anagnina.

La zona confina:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il terreno fu di proprietà del console romano Aulo Terenzio Varrone Murena (I secolo a.C.) da cui il nome dell'area.

In zona sono presenti i resti di tre ville romane, una attribuita al console romano Lucio Licinio Murena, la seconda si trova presso la Torre di Mezzavia e la terza è detta villa dei Centroni, tutte del periodo imperiale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Torre di Mezzavia e cisterna

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Ferdinando Re
Primitivo luogo di culto della parrocchia di san Matteo.[7]
Parrocchia eretta il 19 giugno 1958 con il decreto del cardinale vicario Clemente Micara "Qua celeritate".
Parrocchia eretta il 14 giugno 1976 con decreto del cardinale vicario Ugo Poletti.
Parrocchia eretta il 20 ottobre 1989 con decreto del cardinale vicario Ugo Poletti.

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

I resti sono inglobati nel complesso commerciale di IKEA.
Attribuita a Lucio Licinio Murena.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio di Casal Morena si estendono le zone urbanistiche 10H Gregna e 10L Morena e l'area urbana di Centroni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Delibera del Commissario Straordinario n. 2453 del 13 settembre 1961.
  2. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2016 per suddivisione toponomastica.
  3. ^ Separata dalla via Tuscolana, nel tratto dal GRA a via di Tor Vergata.
  4. ^ Separata da via Tuscolana, da via di Tor Vergata fino all'altezza della ferrovia FL4.
  5. ^ Separata da via Lucrezia Romana, dal fosso dell'Acqua Mariana fino al GRA.
  6. ^ Separata dal Grande Raccordo Anulare, nel tratto dall'altezza di via Lucrezia Romana fino a via Tuscolana.
  7. ^ Foto e informazioni sulla chiesa nella pagina storica del sito di Morena.
  8. ^ Di Blasi, Elementi e linee ricostruttive di un paesaggio agrario del suburbio di Roma, pp. 95-114.
  9. ^ Marina De Franceschini, cap. 85. Villa di Casal Morena, pp. 244-249.
  10. ^ Marina De Franceschini, cap. 56. Villa dei Centroni, pp. 163-166.
  11. ^ Marina De Franceschini, cap. 83. Villa di Casale di Gregna, pp. 239-241.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lucos Cozza, "Natatio" nell'antica villa detta "dei Centroni", in Notizie degli scavi di antichità, 1952, pp. 257-283.
  • Marina De Franceschini, Ville dell'Agro romano, Roma, L'Erma di Bretschneider, 2005, ISBN 978-88-8265-311-8.
  • Leonardo Di Blasi, Laura De Marco, Mahdi Fellak e Elena Foddai, Campagna e paesaggio nell'Italia antica, a cura di Lorenzo Quilici e Stefania Quilici Gigli, Roma, L'Erma di Bretschneider, 2000, ISBN 978-88-8265-095-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma