Casa Pigafetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casa Pigafetta
Vicenza-Palazzo Pigafetta.jpg
Casa Pigafetta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
LocalitàVicenza
Indirizzocontra' Pigafetta
Coordinate45°32′46.36″N 11°32′47.98″E / 45.54621°N 11.54666°E45.54621; 11.54666Coordinate: 45°32′46.36″N 11°32′47.98″E / 45.54621°N 11.54666°E45.54621; 11.54666
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1440
Stilegotico fiorito
Usoabitativo

Casa Pigafetta, sita in via Pigafetta a Vicenza, è un palazzo eretto nel 1440.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel Trecento la zona era abitata dai Pigafetta, famiglia di esuli guelfi fiorentini[1]. Il palazzo fu rielaborato da Matteo Pigafetta nel 1481. L'edificio viene spesso erroneamente attribuito al famoso navigatore Antonio Pigafetta, tesi definitivamente confutata dagli studi di Franco Barbieri e Renato Cevese. L'edificio, oggetto nel 1990 di un travagliato restauro, è abitato e non è aperto al pubblico.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il portale

È un raro esempio di gotico fiorito, con singolari e piacevoli partiture decorative, incentrate sul motivo a torciglione. Le finestre del primo e secondo piano sono trilobate, in stile arabesco.[2] Il portale, risalente al rinascimento, è affiancato da una scritta in francese antico: Il n'est rose, sans espine (in italiano, "non c'è rosa, senza spine"), alludendo allo stemma della casata dei Pigafetta. La facciata ospita un'iscrizione dedicata ad Antonio Pigafetta. Sulla facciata sono visibili cornucopie (simbolo di prosperità ed abbondanza) e alati grifoni; tra gli archi stemmi di aquile ad ali spiegate e insegne araldiche. L'esuberanza e la tipologia decorativa richiamano quelle di alcuni edifici monumentali in Lombardia: la Cappella Colleoni a Bergamo e la Certosa di Pavia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franco Barbieri - Renato Cevese, Vicenza, ritratto di una città, ed. Angelo Colla, pag. 664
  2. ^ Il gotico fiorito e lo stile arabesco richiamano gli stilemi del manuelino portoghese.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]