Carya illinoinensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pecan
Pecan-nuts-on-tree.jpg
Carya illinoinensis
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Fagales
Famiglia Juglandaceae
Genere Carya
Specie C. illinoinensis
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Juglandales
Famiglia Juglandaceae
Genere Carya
Specie C. illinoinensis
Nomenclatura binomiale
Carya illinoinensis
(Wangenh.) K.Koch, 1869
Nomi comuni

noce pecan

Carya illinoinensis
Noci pecan, intere e sgusciate

Il pecan (pron. pecàn[1]; Carya illinoinensis (Wangenh.) K.Koch) è un albero da frutto e da legno appartenente alla famiglia Juglandaceae,[2] coltivato principalmente nell'America del Nord per la raccolta dei suoi frutti, le noci pecan.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il pecan è un grande albero deciduo la cui altezza media raggiunge i 20–25 m, ma che può anche arrivare ai 40 m, con una circonferenza del tronco di 6 metri (misurazione effettuata ad un metro d'altezza).

Le foglie sono composte, imparipennate lunghe da 35 a 60 cm, a fillotassi alterna.

I fiori sono unisessuali riuniti in infiorescenze anch'essi unisessuali.

I frutti sono drupe ed hanno una forma cilindrica allungata. L'esocarpo esterno (il corrispettivo del mallo della noce) misura da 2 a 3 mm di spessore. L'endocarpo (la parte più interna del frutto) è legnosa. Il frutto viene raccolto a ottobre-novembre.

La noce di pecan, che di fatto è il seme, è di forma variabile, generalmente ovoidale, più o meno allungata; esteriormente ha aspetto liscio e colore bruno; misura da 3 a 4 cm in lunghezza e si attesta sui 2 cm di diametro. La parte edule (seme) è commercializzata spesso all'interno del guscio (che è l'endocarpo, la parte più interna del frutto) ed è circondata da una pellicola di colore rosso chiaro. Il suo sapore assomiglia a quello della noce.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria della parte orientale degli Stati Uniti d'America (sud degli stati dell'Illinois e dell'Iowa, del Kansas, del Missouri, dell'Oklahoma, del Texas e della Virginia). Si è però adattata e diffusa in tutta la parte settentrionale del continente americano.

Venne introdotta in Europa nel XIX secolo, ma ebbe una scarsa diffusione.

In Italia meridionale è coltivata in piccoli appezzamenti specializzati in Sicilia e nel settore meridionale della Puglia. Le varietà coltivate in Italia sono: Kiowa, Wichita e Shoshoni.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

il pecan è una coltivazione recente: sebbene alberi di pecan selvatici fossero ben noti tra i nativi americani e i primi coloni e fossero mangiati come una prelibatezza, la coltura commerciale del pecan negli Stati Uniti non iniziò fino al 1880[3].

Il maggior produttore (tra l'80 e il 95% della produzione totale) è rappresentato dagli Stati Uniti, dove si conta un centinaio di varietà. [senza fonte] I grandi Stati produttori sono: Texas, Georgia, Alabama, Louisiana e Oklahoma. Inoltre la pianta viene coltivata in Brasile, Australia e Israele.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1906, il governatore del Texas, James Stephen Hogg, si interessò a questa pianta e nel 1919 il pecan venne dichiarato albero simbolo dello stato.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pecan, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  2. ^ (EN) Carya illinoinensis (Wangenh.) K.Koch, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  3. ^ Pecan Kernel – Resource for information about pecan-related insects, su pecankernel.tamu.edu. URL consultato il 22 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]