Carya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Carya
Hickory07103.jpg
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Fagales
Famiglia Juglandaceae
Genere Carya
Nutt.
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Hamamelididae
Ordine Juglandales
Famiglia Juglandaceae
Genere Carya
Specie

vedi testo

Carya Nutt. è un genere di alberi appartenenti alla famiglia Juglandaceae.[1]

Alcune di queste specie sono note negli Stati Uniti come pecan (Carya illinoinensis, Carya aquatica), altre come hickory.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

In questo genere sono riconosciute:[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è diffuso sia nel sud-est asiatico (C. cathayensis, C. hunanensis, C. kweichowensis, C. poilanei, C. sinensis, C. tonkinensis) sia in Nord America, dal Québec al sud-est del Messico.[1] Alcune classificazioni dividono il genere in tre sottogeneri, con le specie asiatiche in Sinocarya e quelle americane in Apocarya e Carya.[2]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

I frutti di alcune specie (soprattutto C. illinoinensis, il pecan in senso stretto) sono commestibili e vengono apprezzati sul mercato americano. In Italia invece sono poco conosciuti.

Specie come il C. cordiformis producono un legname apprezzato, simile per molti aspetti a quello di diverse specie del genere Juglans. In Italia tale legno è commercializzato con il nome di "noce americano" o hickory, da non confondere con il "noce nero americano" prodotto dalla Juglans nigra. Attualmente è un legno che non si trova facilmente perché è quasi scomparso a causa del disboscamento degli ultimi anni; è un legname duro, dal colore bruno-giallastro, e la sua resina è densa e appiccicosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Carya Nutt., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  2. ^ (EN) Carya Nutt, su Tropicos. URL consultato il 15 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica