Carta antaimoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Papier antaimoro.jpg

La carta antaimoro o antemoro (in francese: papier antaimoro) è una carta simile alla pergamena, realizzata artigianalmente dalla popolazione malgascia Antaimoro, a partire dalla corteccia dell'avoha, un arbusto semi-acquatico della famiglia delle Moraceae (Bosqueia danguyana)[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della carta antaimoro fu introdotto in Madagascar dagli Arabi intorno al XVI secolo, in epoca antecedente all'arrivo degli europei sull'isola. Fu il popolo Antaimoro, l'etnia malgascia cui si deve la introduzione della scrittura, a svilupparne la produzione, utilizzandola per la stesura dei Sorabe, i testi sacri malgasci [2].

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Manifattura di carta antaimoro ad Ambalavao.

Attualmente il maggior centro di produzione di carta antaimoro si trova nella città di Ambalavao.

Il processo di produzione utilizzato è ancora quello tradizionale. Le fibre di corteccia di avoha vengono bollite in grossi calderoni per oltre 3-4 ore e quindi ridotte ad una poltiglia servendosi di pestelli di legno. La pasta così ottenuta viene poi diluita con acqua, stesa su un panno di cotone fissato ad un telaio di legno, ed esposta all'aria per l'essiccazione. I fogli grezzi vengono successivamente decorati con fiori secchi e ricoperti da un ulteriore sottile strato di pasta diluita. Una volta completata l'essiccazione i fogli vengono distaccati dai telai, piegati e tagliati in base all'utilizzo previsto.[3]

Oggigiorno la carta non è più utilizzata per la scrittura ma piuttosto per la produzione di elementi decorativi (buste, paralumi, scatole portaoggetti, album fotografici, bomboniere, carta regalo, portafoto, sottobicchieri, etc.)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Liste des Éspeces Ligneuses pour la Region de Ranomafana, su icte.bio.sunysb.edu (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2010).
  2. ^ Bernard Champion, La Case, les Sorabe, L'Histoire, in Éléments d'Ethnographie Malgache, 2003.
  3. ^ Le papier Antaimoro de Madagascar, su web-libre.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madagascar Portale Madagascar: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Madagascar