Caroline Munro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caroline Munro nel 1974

Caroline Munro (Windsor, 16 gennaio 1949) è un'attrice britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Munro iniziò nel 1966, quando la madre e un amico fotografo inviarono alcuni scatti al giornale The Evening News per un concorso da questi indetto, il "'Face of the Year". La diciassettenne Munro vinse il concorso e iniziò a lavorare come modella per la rivista Vogue. Si trasferì quindi a Londra per proseguire la carriera di modella e divenne una cover girl per pubblicità di moda e TV.

Nota per diverse interpretazioni in film d'azione, horror e di fantascienza, nel 1971 interpretò il ruolo di Victoria Regina Phibes nel film L'abominevole dottor Phibes, accanto a Vincent Price, personaggio che riprese l'anno successivo nel sequel Frustrazione (1972), sempre accanto a Price.

Recitò poi in diverse pellicole prodotte da Hammer Films, tra cui 1972: Dracula colpisce ancora! (1972), a seguito della quale l'attrice decise di lasciare la carriera nella moda e di intraprendere solo quella di attrice[1]. Rifiutò i ruoli femminili principali in alcuni film perché richiedevano scene di nudo[2].

Nel 1977, il personaggio di Naomi, interpretato da Munro nel film La spia che mi amava, viene annoverata come la prima Bond Girl della storia ad essere uccisa direttamente dall'agente segreto 007.

Popolare pin up anche negli anni ottanta, Munro continuò a rifiutare di posare nuda. Tra il 1984 e il 1987 interpretò il ruolo di una hostess nel telefilm 3-2-1. Durante il decennio, apparve anche in alcuni video musicali quali Goody Two Shoes di Adam Ant e If You Really To To di Meat Loaf.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

L'attrice nel 2009

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Unknown, An Actor's Notebook by Mark Redfield: THE CAROLINE MUNRO INTERVIEW (2007), su An Actor's Notebook by Mark Redfield, 21 settembre 2009. URL consultato il 27 aprile 2019.
  2. ^ Caroline Munro : Vampirella Model, su www.vampilore.co.uk. URL consultato il 27 aprile 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN119890048 · ISNI (EN0000 0001 1463 4897 · LCCN (ENno97033482 · GND (DE1042780137 · BNF (FRcb14036072n (data) · WorldCat Identities (ENno97-033482