Carmilla on line

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carmilla on line
sito web
URL
Tipo di sitoWebzine letteraria
Registrazioneno
Commercialeno
Lanciofebbraio 2000
Stato attualeattivo
SloganLetteratura, immaginario e cultura di opposizione

Carmilla on line è una webzine italiana. La rivista si occupa soprattutto di critica letteraria e letteratura in generale, cinema, politica e controinformazione (con un'ottica apertamente di sinistra radicale). Fondata da Valerio Evangelisti (che ne è direttore editoriale), era pubblicato originariamente in versione cartacea dal 1995[1] e deve il nome alla vampira Carmilla, protagonista del racconto omonimo di Sheridan Le Fanu.

Carmilla ospita alcune rubriche periodiche: Osservatorio America Latina di Fabrizio Lorusso; le settimanali Schegge Taglienti satiriche di Alessandra Daniele; le Divine Divane Visioni cinematografiche di Dziga Cacace (Filippo Casaccia).

Insieme a Evangelisti - per anni affiancato da Giuseppe Genna, Wu Ming 1, Girolamo De Michele e Alberto Prunetti - compongono la redazione Franco Pezzini, Sandro Moiso, Fabrizio Lorusso, Filippo Casaccia, Alessandra Daniele, Mauro Baldrati, Paola Papetti, Luca Cangianti, Simone Scaffidi, Gioacchino Toni, Alessandra Cecchi, Donato Cardigliano, Nico Maccentelli e Marco Philopat. Tra i più assidui collaboratori Marilù Oliva, Danilo Arona e Franco Ricciardiello.

Nel 2004 destò una certa eco mediatica il fatto che la rivista aveva organizzato una raccolta di firme di solidarietà all'ex terrorista in contumacia Cesare Battisti che raggiunse i 1.500 firmatari,[2][3][4][5] sostenendo anche con informazioni errate l'innocenza di Cesare Battisti[6], visto che Cesare Battisti ha ammesso tutti gli omicidi a lui attribuiti[7] .Nel 2007 il sito faceva registrare oltre 142.000 contatti settimanali.[8] Dal 2008 la rivista è diventata uno dei punti di riferimento del movimento letterario New Italian Epic e del dibattito culturale che ruota attorno ad esso.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carmilla numero 1 estate 1995, digitalizzato da Archivio Grafton9
  2. ^ Appello per la liberazione di Cesare Battisti: le prime 1.500 firme, Carmilla on line. URL consultato il 19-1-2009.
  3. ^ Giovanni Fasanella, Intellettuali e pallottole: quelli che firmarono per Battisti, Panorama, 2 dicembre 2007. URL consultato il 19-1-2009 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2010).
  4. ^ Lo scoop di "Panorama" sulle firme per Cesare Battisti, Carmilla on line, 3 dicembre 2007. URL consultato il 19-1-2009 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2009).
  5. ^ Valentina Desalvo, Quel fenomeno di Evangelisti, La Repubblica, 14 dicembre 2004. URL consultato il 20-1-2009.
  6. ^ Carmilla on line ®, su web.archive.org, 21 gennaio 2009. URL consultato il 27 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2009).
  7. ^ La difesa di Battisti davanti al pm: “Non sono un killer, c’era un movente ideologico”, su Repubblica.it, 26 marzo 2019. URL consultato il 27 marzo 2019.
  8. ^ Stefano Cocchi, Carmilla, le pagine on line dove si raccontano gli antagonisti[collegamento interrotto], L'Espresso, 8 aprile 2007. URL consultato il 19-1-2009.
  9. ^ Jadel Andreetto, Tortuga, Valerio Evangelisti torna al romanzo storico, Panorama, 4 novembre 2008. URL consultato il 19-1-2009 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2009).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]