Carmelo Sardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carmelo Sardo (Porto Empedocle, 22 maggio ...) è un giornalista e scrittore italiano. Attualmente è Capo Redattore cronache del TG5.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia come cronista nel 1983 al Giornale di Sicilia e alla televisione Teleacras di Agrigento, dove conduce le principali edizioni del telegiornale e dove divenne nel 1992 il primo professionista nella storia delle tv private della provincia di Agrigento[senza fonte]. Ha collaborato per sette anni al quotidiano L'Ora di Palermo occupandosi anche di inchieste sulla mafia agrigentina. Negli ultimi due anni a Teleacras, (1995-1997) è stato direttore del telegiornale succedendo a Giovanni Taglialavoro. Segue il trasferimento a Roma come inviato della trasmissione di Rai Due Cronaca in diretta, e poi il passaggio al TG5 dal 1998. Dopo sette anni alla redazione del TG5 di Milano, passa alla sede di Roma dove conduce per tre anni l'edizione della notte del TG ed è poi vice capo redattore cronache.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2010 pubblica il suo primo romanzo edito da Mondadori, "Vento di tramontana"; il romanzo è stato tradotto e pubblicato anche in Francia per "First editions" con il titolo "Les nuits de Favonio". A dicembre 2018 esce la ristampa di "Vento di tramontana" per l'editore Laurana di Milano.
  • A giugno 2014 esce il suo secondo libro, scritto a quattro mani con il detenuto ergastolano Giuseppe Grassonelli, intitolato Malerba e pubblicato da Mondadori. Un memoir che racconta la vera storia di Grassonelli che vendicò lo sterminio della sua famiglia uccidendo i capi di cosa nostra che l'avevano ordinata. Rinchiuso in carcere dove sconta vari ergastoli dall'età di 26 anni, oggi che ne ha 51 è un uomo nuovo, recuperato e trasformato e si è laureato in lettere moderne all'Orientale di Napoli con 110 e lode. "Malerba" ha vinto il premio "Leonardo Sciascia-Racalmare" e i diritti venduti in Brasile, Giappone, Spagna, America Latina, Germania, Francia, Turchia, Russia, Grecia. Ispirato al libro è stato realizzato il docufilm Ero Malerba per la regia di Toni Trupia, con protagonista lo stesso Sardo e Grassonelli e prodotto da Interlinea[1]. Opzionati anche i diritti cinematografici per farne un film.
  • Il 7 giugno 2016 è uscito il suo terzo romanzo, sempre per Mondadori, intitolato "Per una madre", sequel di "Vento di tramontana", due edizioni in un mese e grandi consensi di critica e di pubblico.[senza fonte] Dal 6 aprile 2017 è in libreria la sua quarta opera "Cani senza padrone. La Stidda. Vera storia di una guerra di mafia" (Melampo editore), un saggio-romanzato sulla storia dei "picciotti" che uccisero il giudice Rosario Livatino. I diritti del libro sono stati opzionati da Michele Placido per trarne un film lungometraggio.
  • Il 28 novembre 2018 è uscita per Laurana editore, la nuova edizione del suo romanzo d'esordio "Vento di tramontana" (Mondadori, 2010- Premio Alabarda d'oro-Città di Trieste 2010- premio Salvo Randone- 2010- premio Vincenzo Licata -2011). Richiesto da più parti, ma ormai esaurito, è tornato in libreria in una nuova veste grafica.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • premio Alabarda d'oro di Trieste come miglior romanzo (Vento di tramontana, 2010);
  • premio "Vincenzo Licata" di Sciacca (Vento di tramontana, 2010);
  • premio "Salvo Randone" (Vento di tramontana, 2010);

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il docufilm Ero Malerba ha vinto la sezione giovani e la sezione giuria tecnica del festival internazionale dei documentari "Visioni dal mondo" di Milano ed è stato <Menzione Speciale> sezione <Cinema del reale> ai Nastri d'argento 2017. Ha vinto inoltre il festival del documentario "Clorofilla".
Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 1780 9170
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie