Carmelo Psaila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monumento di Carmelo Psaila a Floriana

Monsignor Carmelo Psaila, noto ai maltesi come Dun Karm Psaila (Żebbuġ, 18 ottobre 1871Żebbuġ, 13 ottobre 1961), è stato un presbitero, scrittore, poeta ed esperantista maltese, noto come il "Bardo di Malta". Più che per la sua attività religiosa egli è ricordato tutt'oggi come il creatore de L-Innu Malti, inno nazionale di Malta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò il seminario tra il 1885 e il 1894, studiando poi filosofia e teologia all'Università di Malta tra il 1888 e il 1890.

Ordinato sacerdote nel 1894, tra il 1895 e il 1921 insegnò in seminario svariate materie: italiano, latino, inglese, aritmetica, cosmografia, geografia, storia ecclesiastica e archeologia cristiana. Dal 1921 divenne membro della Biblioteca Nazionale Maltese, poi si occupò di linguistica e divulgazione della lingua maltese moderna. Tradusse gli scritti del Vassalli in lingua inglese. Nel 1921 compose L-Innu Malti, inno nazionale di Malta dal 1941, confermato dalla Costituzione del 1964. Elisabetta II lo fregiò del titolo di Cavaliere dell'Ordine dell'Impero Britannico.

Fino al 1912 scrisse unicamente in lingua italiana; tra i suoi versi ricordiamo La Dignità Episcopale (1889), Foglie d'Alloro (1896), Versi (1903) e altre collezioni di poesie in italiano.

Tutt'oggi è considerato un pater patriae dai Maltesi.

Controllo di autorità VIAF: (EN19917052 · ISNI: (EN0000 0001 0958 8160 · GND: (DE119384957 · BNF: (FRcb145311581 (data)