Carmel Busuttil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carmel Busuttil
Carmel Busuttil.png
Nazionalità Malta Malta
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1979-1987Rabat Ajax106 (47)
1987-1988Verbania20 (8)
1988-1994Genk166 (45)
1994-2001Sliema Wanderers143 (64)
Nazionale
1982-2001Malta Malta113 (23)
Carriera da allenatore
2003-2005Malta Malta(Vice)
2005-2006non conosciuta Santa Luċija Net Stars
2006-2008Pietà Hotspurs
2009-2011Malta Malta(Vice)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carmel Busuttil (Ir Rabat, 29 febbraio 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore maltese, di ruolo attaccante.

È considerato il migliore calciatore maltese della storia del calcio.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Aveva buone doti tecniche, un veloce cambio di passo e un buon fiuto del gol.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò il suo iter sportivo nel 1979. In quell'epoca fu ingaggiato dal Rabat Ajax, squadra della sua città, dove rimase fino al 1987, sommando, in campionato, 106 partite e 47 reti ed entrando nel giro della Nazionale. Nel 1987 passò al Verbania Calcio, squadra dilettantistica italiana, insieme ad Adelmo Paris, dove disputò il solo torneo 1987-1988, 20 gare e 8 reti. Nel 1988 passò in Belgio, al KRC Genk, giocando lì fino al 1994 e sommando 166 gare e 45 reti. Nell'estate del 1994, ormai trentenne, iniziò il suo passo d'addio, nelle file dello Sliema Wanderers, dove chiuse la carriera nel 2001, mettendo insieme 143 partite e 64 reti.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

La Nazionale maltese fece di Busuttil uno dei suoi capisaldi, offrendogli 113 presenze arricchite da 23 reti. Il suo esordio cade il 5 giugno 1982, a Messina, in una vittoria per 2-1 contro l'Islanda per le qualificazioni all'Europeo 1984. La gara d'addio è invece del 25 aprile 2001, ancora contro l'Islanda a La Valletta (vincitrice per 1-4). Le prime reti appartengono invece alla partita contro la Spagna, il 15 maggio 1983 a La Valletta. Una doppietta che non bastò a battere le Furie Rosse, vittoriose per 2-3. È il secondo miglior marcatore, dopo Michael Mifsud, nella storia della Nazionale maltese.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2003 e il 2005 è stato allenatore in seconda della Nazionale, assistendo Horst Heese.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Rabat Ajax: 1984-1985, 1985-1986
Sliema Wanderers: 1995-1996
Rabat Ajax: 1986
Sliema Wanderers: 2000
Rabat Ajax: 1985, 1986
Sliema Wanderers: 1996, 2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1986-1987
2004
  • Calciatore maltese dell'anno: 2
1982-1983, 1985-1986[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carmel Busuttil, su it.uefa.com, UEFA. URL consultato il 31 maggio 2012.
  2. ^ MALTESE FOOTBALLER OF THE YEAR WINNERS, su maltasport.com. URL consultato il 19 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]