Carlos Correa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Correa
Carlos Correa on MLB Network (22467139177).jpg
Correa nel 2015
Nome Carlos Javier Correa Jr.
Nazionalità Porto Rico Porto Rico
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Interbase
Squadra Houston Astros
Carriera
Squadre di club
2015-Houston Astros
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Media battuta ,288
Valide 399
Punti battuti a casa 248
Fuoricampo 66
Punti 210
Basi totali 690
Basi rubate 29
Palmarès
World Series 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 3 novembre 2017

Carlos Javier Correa Jr. (Ponce, 22 settembre 1994) è un giocatore di baseball portoricano che gioca nel ruolo di interbase per gli Houston Astros della Major League Baseball (MLB).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Correa fu scelto come primo assoluto nel draft 2012 dagli Houston Astros.[1][2] Debuttò l'8 giugno 2015 contro i Chicago White Sox facendo registrare una valida e un punto battuto a casa (RBI). Il giorno successivo batté il suo primo fuoricampo. Fu il secondo giocatore più giovane dell'ultimo secolo (dopo Rickey Henderson) a rubare tre basi nelle sue prime nove partite e stabilì diversi record di franchigia tra cui il maggior numero di valide nelle prime dieci partite (14) e doppi nelle prime 20 partite (9). Il ottobre 2015, Correa divenne il più giovane interbase a battere un home run nei playoff e il secondo più giovane giocatore della storia a battere più di un fuoricampo nella stessa gara di playoff. [3] A fine anno fu premiato come Rookie dell'anno dell'American League, il primo giocatore degli Astros a ricevere tale ricoscimento da Jeff Bagwell nel 1991.

Correa iniziò la stagione 2016 diventando il più giovane giocatore della storia degli Astros a battere un fuoricampo nel giorno di apertura.[4]

Il 2 luglio 2017, Correa fu convocato come titolare per il primo All-Star Game della carriera.[5] Il 6 ottobre batté il suo primo fuoricampo dei playoff 2017 contro i Boston Red Sox in gara 2 delle American League Division Series. Due giorni dopo batté il secondo e il 14 ottobre il terzo contro i New York Yankees in gara 2 delle American League Championship Series. Correa e l'attacco degli Astros disputarono delle gare sottotono nel mezzo della serie, perdendo tutte le tre disputate allo Yankee Stadium. Houston vinse però gara 7 per 4−0, qualificandosi per le World Series 2017 contro i Los Angeles Dodgers.[6] Gli Astros vinsero la serie in sette partite, conquistando il primo titolo in 56 anni di storia.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Houston Astros: 2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brian McTaggart, Astros make Correa Draft's leading man, Major League Baseball, 4 giugno 2012. URL consultato il 10 giugno 2017.
  2. ^ Peter Gammons, Astros take bold step for long-term gain, Major League Baseball, 5 giugno 2012. URL consultato il 10 giugno 2017.
  3. ^ Matt Snyder, Carlos Correa becomes youngest shortstop to ever homer in playoffs, CBS Sports, 12 ottobre 2015. URL consultato il 10 giugno 2017.
  4. ^ Brian McTaggart, Young upstart: Correa revs Astros in lid-lifter[collegamento interrotto], MLB.com, 5 aprile 2016. URL consultato il 10 giugno 2017.
  5. ^ (EN) Rising All-Stars! Elite players Miami-bound, MLB.com, 2 luglio 2017. URL consultato il 3 luglio 2017.
  6. ^ Adam Wells, Jose Altuve, Astros advance to World Series with ALCS Game 7 win vs. Yankees, in Bleacher Report, 21 ottobre 2017. URL consultato il 3 novembre 2017.
  7. ^ Bradford Doolittle, Houston Strongest! After more than a half century, Astros first World Series title, in ESPN.com, 2 novembre 2017. URL consultato il 3 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]