Carlo Scarascia-Mugnozza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Scarascia Mugnozza
Carlo Scarascia Mugnozzi.jpg

Commissario europeo per le relazioni istituzionali, l'ambiente e i trasporti
Durata mandato 6 gennaio 1973 –
7 gennaio 1977
Presidente François-Xavier Ortoli
Predecessore Albert Coppé (Trasporti)
Successore Lorenzo Natali (Energia, Ambiente, Allargamento)
Richard Burke (Fiscalità ed Unione Doganale, Trasporti e Tutela dei Consumatori)

Commissario europeo per l'agricoltura
Durata mandato 22 marzo 1972 –
5 gennaio 1973
Presidente Sicco Mansholt
Predecessore Sicco Mansholt
Successore Pierre Lardinois

Carlo Scarascia-Mugnozza (Roma, 19 aprile 1920Roma, 13 maggio 2004) è stato un politico italiano e Commissario europeo.

Esponente della Democrazia Cristiana, fece parte della Camera dei deputati dal 1953 al 1973. Tra il febbraio 1962 e il dicembre 1963 fu sottosegretario alla Pubblica Istruzione nel governo Fanfani IV e sottosegretario alla Giustizia nel governo Leone I. Successivamente venne nominato consigliere di Stato.

Fece parte del Parlamento europeo dal 1961 al 1972 e presiedette la sua commissione per l'energia, la commissione per la ricerca e la commissione politica parlamentare. Dal 1972 al 1977 Scarascia Mugnozza fu membro della Commissione europea, prima come commissario per l'agricoltura e poi come commissario per le relazioni istituzionali, l'ambiente e i trasporti.

Dal 1983 al 1987 presiedette il Centro internazionale di alti studi agronomici mediterranei a Parigi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il fondo contenente le carte di Carlo Scarascia Mugnozza è stato depositato presso gli Archivi Storici dell'UE a Firenze ed il suo inventario[collegamento interrotto] è accessibile online.

Controllo di autoritàVIAF (EN213113027 · GND (DE1120190320