Carlo Rampini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Rampini
Carlo Rampini I.jpg
Carlo Rampini nel 1911
Nazionalità Italia Italia
Altezza 165[1] cm
Peso 55[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1914
Carriera
Squadre di club1
1908-1914Pro Vercelli99 (106)[1]
Nazionale
1911-1913 Italia Italia 8 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carlo Rampini (Candia Lomellina, 25 ottobre 1891Vercelli, 28 marzo 1968[2]) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante[3].

Era indicato come Rampini I per distinguerlo dal fratello Alessandro, anch'egli calciatore. Secondo altre fonti[2] sarebbe nato, come il fratello, a Caresana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di un tiro a quei tempi descritto come formidabile[2], vinse cinque scudetti con la maglia della Pro Vercelli tra il 1908 e il 1913. Di statura minuta, ancorché di costituzione robusta, nel corso della carriera gli fu comminata una squalifica per professionismo a causa dei sigari che il presidente del club Luigi Bozino gli regalava per ogni gol realizzato e che lui, in un secondo momento, rivendeva per aiutare i compagni in difficoltà finanziarie[1][4], tra cui il compagno di squadra Carlo Corna, cui servivano soldi per comprare le medicine al fratello[5].

Nel dicembre 1913 accettò per necessità economiche una proposta di lavoro in Brasile e lasciò il club piemontese.[1] Nel 1915, a 24 anni, lasciò definitivamente il calcio per occuparsi dell'azienda agricola di famiglia.[6]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordì con la maglia della Nazionale italiana il 6 gennaio 1911 nell'amichevole disputata all'Arena Civica di Milano contro l'Ungheria (0-1), la terza partita in assoluto disputata dalla selezione italiana e la prima in cui venne utilizzata la maglia azzurra.[6][7] Segnò il primo gol nella successiva amichevole, giocata il 9 aprile dello stesso anno a Parigi contro la Francia (2-2).

Il 17 marzo 1912, in un'altra amichevole contro la selezione francese - disputata questa volta a Torino - divenne il primo calciatore a realizzare una doppietta con la maglia della Nazionale,[8] e venne selezionato come riserva nella Nazionale che partecipò alle Olimpiadi 1912 di Stoccolma, e, in quanto tale, non partì mai per la Svezia. Nell'amichevole contro il Belgio disputata a Torino il 1º maggio 1913, sua ultima presenza in Nazionale, era uno dei 9 giocatori della Pro Vercelli che difesero i colori azzurri.[9][10]

In maglia azzurra disputò complessivamente 8 partite, realizzando 3 reti; nel racconto di Vittorio Pozzo si distinse in ognuna di esse in maniera particolare[2].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
06/01/1911 Milano Italia Italia 0 – 1 Ungheria Ungheria Amichevole -
09/04/1911 Saint-Ouen Francia Francia 2 – 2 Italia Italia Amichevole 1
07/05/1911 Milano Italia Italia 2 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole -
21/05/1911 La Chaux-de-Fonds Svizzera Svizzera 3 – 0 Italia Italia Amichevole -
17/03/1912 Torino Italia Italia 3 – 4 Francia Francia Amichevole 2
22/12/1912 Genova Italia Italia 1 – 3 Austria Austria Amichevole -
12/01/1913 Saint-Ouen Francia Francia 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
01/05/1913 Torino Italia Italia 1 – 0 Belgio Belgio Amichevole -
Totale Presenze 8 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pro Vercelli: 1908, 1909, 1910-1911, 1911-1912, 1912-1913

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Pro Vercelli News[collegamento interrotto], pag.12 e ss.
  2. ^ a b c d La Stampa, 29 marzo 1968, pagina 11 archiviolastampa.it
  3. ^ Almanacco Illustrato del Calcio
  4. ^ Si ricorda che fino all'avvento del professionismo nel calcio italiano ai giocatori era vietato ricevere qualsivoglia compenso per le prestazioni sportive.
  5. ^ la Stampa edizione cronache del Piemonte, 12 luglio 1986, pagina 18 archiviolastampa.it
  6. ^ a b Nazionale Italiana 1910-1919 Archiviato il 2 luglio 2012 in Internet Archive., nazionaleitalianacalcio.it
  7. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2010, Panini, pag. 560
  8. ^ Non fu, tuttavia, il primo calciatore a segnare più di una rete con la maglia azzurra in una singola partita, avendo Pietro Lana realizzato una tripletta il 15 maggio 1910 nella prima partita giocata dalla Nazionale Italiana. cfr. (EN) Special scorers Archiviato l'11 febbraio 2008 in Internet Archive., forza-azzurri.info
  9. ^ Una storia importante Archiviato il 2 febbraio 2011 in Internet Archive., provercelli.com
  10. ^ (EN) Italy-Belgium 1-0 - Match report, eu.football.info

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]