Carlo Maciachini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Famedio del Cimitero Monumentale di Milano, opera di Carlo Maciachini (1863)

Carlo Francesco Maciachini (Maciacchini, Macciacchini) (Induno Olona, 2 aprile 1818Varese, 10 giugno 1899) è stato un architetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia contadina del varesotto, manifestò sin da giovane la sua attitudine per le opere di intaglio e nel 1838 si trasferì a Milano dove, dopo aver frequentato l'Accademia di belle arti di Brera, ottenne il diploma di architetto.

La sua opera più famosa è senz'altro il Cimitero Monumentale di Milano, la cui costruzione gli venne affidata nel 1863; dopo il Monumentale continuò ad occuparsi della costruzione o della ristrutturazione di edifici funerari e di chiese, principalmente a Milano, ma anche nel resto della Lombardia, nel Veneto e nel Friuli-Venezia Giulia. Nella sua città natale completa l'ampliamento della Chiesa di San Giovanni Battista, posta nel centro di Induno Olona.[1] Dopo la sua morte, avvenuta nel 1899, venne sepolto nel Cimitero Monumentale da lui stesso edificato.

A Carlo Maciachini è stato dedicato un piazzale sulla circonvallazione esterna di Milano, dove nel 2003 è stata inaugurata l'omonima stazione metropolitana sulla linea M3.

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maciachini, l'indunese "monumentale", su artevarese.com. URL consultato il 10/11/2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carla De Bernardi, Lalla Fumagalli, Maciachini. Un positivista eclettico, Jaca Book, 2019

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10901405 · ISNI (EN0000 0000 6680 3202 · SBN IT\ICCU\UM1V\017373 · GND (DE128563907 · ULAN (EN500057734 · CERL cnp00499584 · WorldCat Identities (ENlccn-no2019112492