Carlo Ignazio Giulio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Ignazio Giulio
Carlo Ignazio Giulio.jpg

Senatore del Regno di Sardegna
Durata mandato 3 aprile 1848 –
29 giugno 1859
Legislature I
Incarichi parlamentari
Cariche:
  • Segretario (31 luglio-20 novembre 1849) (24 dicembre 1849-21 novembre 1853) (21 dicembre 1853-16 luglio 1857) (17 dicembre 1857-21 gennaio 1860)

Commissioni:

  • Membro della Commissione di agricoltura e commercio (7 agosto-20 novembre 1849) (27 novembre 1850-27 febbraio 1852) (9 marzo 1852-21 novembre 1853) (21 dicembre 1853-29 maggio 1855) (13 dicembre 1855-16 giugno 1856)
  • Membro della Commissione di finanze (2 gennaio-19 novembre 1850) (5 febbraio 1851-27 febbraio 1852) (9 marzo 1852-21 novembre 1853) (21 dicembre 1853-29 maggio 1855) (23 novembre 1855-16 giugno 1856) (12 gennaio-16 luglio 1857) (19 gennaio-14 luglio 1858) (19 gennaio 1859-21 gennaio 1860)
  • Membro della Commissione incaricata dell'esame dei progetti di legge di approvazione dei trattati di commercio con il Belgio e con l'Inghilterra (23 aprile 1851)
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in matematica ed idraulica teorica e sperimentale
Professione docente universitario

Carlo Ignazio Giulio (Torino, 11 agosto 1803Torino, 29 giugno 1859) è stato un matematico e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lauretosi in Matematica e Idraulica teorica e sperimentale nel 1823 a Torino, fu dal 1828 professore di Meccanica razionale.

Fu senatore del Regno di Sardegna dalla I legislatura alla morte, avvenuta durante la VI legislatura

Incarichi di Governo[modifica | modifica wikitesto]

  • Regno di Sardegna post 4 marzo 1848 - Regno d'Italia:
    • Primo ufficiale della Segreteria di Stato per i lavori pubblici, agricoltura e commercio, poi ministero dei lavori pubblici (16 marzo 1848-23 gennaio 1849)

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Quattro lezioni sul sistema metrico decimale, G. Pomba, 1846
  • Elementi di cinematica applicata alle arti, Stamperia Reale, 1854

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 31 dicembre 1846
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 20 luglio 1848
Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine civile di Savoia
— 31 dicembre 1846
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)

Alla memoria[modifica | modifica wikitesto]

La città di Torino gli ha dedicato una via.

Controllo di autorità VIAF: (EN71825095 · LCCN: (ENn88225971 · SBN: IT\ICCU\TO0V\316068 · ISNI: (EN0000 0000 6149 4295 · GND: (DE104178280 · BAV: ADV11603790 · CERL: cnp00356487