Carlo Fineschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Fineschi (Siena, 18 aprile 1969) è un regista e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato e si è diplomato come filmaker negli Stati Uniti al Maine Media Workshops.

Tra i lavori come regista di teatro compaiono Garage Olimpo, trasposizione dell'omonimo film di Marco Bechis[1][2][3][4][5]; Penetrazioni, di Gian Maria Cervo presentato al Festival di Edimburgo, al Jackson Lane Theatre di Londra e in molte città italiane[6]; Alice nel bosco presentato a Bochum; L'uomo più crudele e Il tempo libero, sempre di Gianmaria Cervo, rappresentati presso alcuni teatri tra i quali il teatro Eliseo, il teatro Olimpico e il teatro India di Roma, il Piccolo Teatro di Milano, il Burgtheater di Vienna, Essen in Germania, Festival dei Due Mondi di Spoleto e Romaeuropa Festival.

Ha allestito inoltre la prima italiana del testo di Shakespeare Edoardo III[7], la prima italiana del testo di Samuel Beckett All Strange Away[8], e testi classici tra i quali Medea di Euripide e La donna del mare di Ibsen.

Particolari le realizzazioni di Di che hai paura di Richard Dresser, spettacolo allestito interamente all'interno di una macchina in movimento presentato al festival Quartieri dell'Arte e al festival Città spettacolo di Benevento[9] e Rolling, spettacolo itinerante presso vari luoghi di Roma.

Nel 2014 ha realizzato lo spettacolo Ad occhi chiusi[10], dall'omonimo romanzo di Gianrico Carofiglio nell'ambito del museo MAXXI di Roma.

Nel cinema ha lavorato come attore con registi come Michele Placido e Lino Capolicchio e in tv nella serie Ho sposato uno sbirro.

Come regista video ha realizzato il documentario Miracolo Di vino insieme a Vito Mancusi, presentato al festival Documenta Madrid ed i cortometraggi Noir, Quello che le mamme non sanno e I know[11] È regista, autore e interprete della serie web interattiva ALTqvm[12].

Ha ricevuto alcuni premi tra i quali miglior attore protagonista per il cortometraggio I vicini di casa al XXXIV Fotogramma d'oro Festival[13] di Castrocaro Terme e miglior cortometraggio al Sergio Leone Day[14] per Quello che le mamme non sanno.

Note[modifica | modifica wikitesto]