Carlo Chendi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Chendi nel maggio 2013

Angelo Carlo Chendi (Ostellato, 10 luglio 1933Rapallo, 12 settembre 2021[1]) è stato un fumettista italiano, tra i più famosi e prolifici sceneggiatori della Disney Italia[2].

A partire dal 1952[3], Carlo Chendi ha scritto centinaia di storie con i personaggi della Disney[4][5], e ne ha creati molti altri, distinguendosi non soltanto nella House of Mouse[6][7].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi in giovane età dal ferrarese a Rapallo, in Liguria[8][9], ha qui iniziato la sua attività di cartoonist, divenendo una delle colonne della cosiddetta Scuola di Rapallo, insieme al maestro Luciano Bottaro[10] e al suo amico Giorgio Rebuffi, con i quali ha fondato nel 1968 il gruppo Bierrecì (acronimo di Bottaro, Rebuffi, Chendi)[11] senza, però, smettere di collaborare con la Mondadori nella realizzazione di storie Disney[12].

Nel corso della sua carriera, svoltasi tra l'area del Tigullio e Milano, ha partecipato, fra le altre cose, alla realizzazione della rivista Re di Picche[13], la prima dello Studio Bierrecì, e alla realizzazione della tradizione italiana delle Grandi Parodie Disney[14]: in questa serie una delle sue opere più illustri ed apprezzate, realizzata in collaborazione con Luciano Bottaro, è Il Dottor Paperus[15].

Negli anni sessanta con Bottaro ha dato inizio alla grande saga di Rebo, il tiranno di Saturno: narrazioni umoristiche che vedono il noto personaggio Rebo insieme a personaggi Disney[16].

Della sua vastissima produzione disneyana sono soprattutto importanti da ricordare le invenzioni dell'extraterrestre Ok Quack[17] e del detective Umperio Bogarto (entrambi disegnati da Giorgio Cavazzano)[18], l'identità segreta di Paperino "agente QQ7"[19] (la storia Missione Bob Fingher ebbe il plauso della Disney Americana)[20][21], e i duetti fra Pippo e la strega Nocciola[22]. Ha curato per anni la collana di libri Le Mani Comics[23].

Grande amico di penna di Carl Barks[24], lo ha portato in Italia durante il tour europeo del 1994, e a lui ha dedicato la XXXIII edizione della Mostra Internazionale dei Cartoonists, che ha curato, insieme ad uno staff di altri sceneggiatori, disegnatori, esperti e appassionati, dal 1972[25].

È morto il 12 settembre 2021, all'età di 88 anni.[1]

Nel dicembre 2021 la Panini Comics riproporrà il suo "Ciclo Paperingio" in un volume telato, pubblicando come prefazione postuma uno dei suoi ultimi scritti.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carlo Chendi passed away, su afnews.info, 12 settembre 2021. URL consultato il 12 settembre 2021.
  2. ^ "Incontro al Liceti con il fumettista Carlo Chendi" pubblicato su liceti.gov.it/
  3. ^ CARLO CHENDI, 60 ANNI FA..., su Cartoonist globale, 15 giugno 2012. URL consultato il 26 agosto 2020.
  4. ^ Smack Comics : a Genova Fiera del Fumetto e Cosplay, su Oblò, 5 maggio 2014. URL consultato il 26 agosto 2020.
  5. ^ Gli ottant'anni di Paperino, i suoi autori svelano i segreti, su la Repubblica, 4 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2020.
  6. ^ (FR) Philippe MAGNERON, Chendi, Carlo - Bibliographie, BD, photo, biographie, su www.bedetheque.com. URL consultato il 25 agosto 2020.
  7. ^ Luciano Bottaro, Carlo Chendi e Giorgio Rebuffi, Un mondo di fumetti, Cenisio, 1971. URL consultato il 2 settembre 2020.
  8. ^ Carlo Chendi: “Paperino ed io, due splendidi ‘giovincelli’”, su La Voce di Genova, 10 novembre 2019. URL consultato il 25 agosto 2020.
  9. ^ (EN) Conversazione con Carlo Chendi, su Issuu. URL consultato il 25 agosto 2020.
  10. ^ Andrea Leggeri, I Maestri Disney Oro #33 – Speciale Luciano Bottaro e gli artisti liguri, su Lo Spazio Bianco, 11 aprile 2007. URL consultato il 25 agosto 2020.
  11. ^ Addio a Giorgio Rebuffi, il papà di “Tiramolla”, su Fanpage. URL consultato il 25 agosto 2020.
  12. ^ (EN) Dmc 4 2015, su Issuu. URL consultato il 25 agosto 2020.
  13. ^ Rapallo: incontro con Carlo Chendi promosso da “Fons Gemina”, su levantenews.it. URL consultato il 2 settembre 2020.
  14. ^ Carlo Chendi, su www.afnews.info. URL consultato il 26 agosto 2020.
  15. ^ Romanzi a Fumetti: grandi storie reimmaginate, su youmanist.it. URL consultato il 25 agosto 2020.
  16. ^ DA SATURNO CONTRO LA TERRA A PAPERINO CONTRO REBO - GIORNALE POP -, su - GIORNALE POP -, 4 agosto 2019. URL consultato il 26 agosto 2020.
  17. ^ Sergio Badino, Professione sceneggiatore. Dritte, trucchi e segreti del mestiere, Tunué, 2007, ISBN 978-88-89613-29-0. URL consultato il 2 settembre 2020.
  18. ^ FFF - Giorgio CAVAZZANO, su www.lfb.it. URL consultato il 2 settembre 2020.
  19. ^ Carlo Chendi, da Rapallo alla conquista del mondo.. della fantasia: è autore di Topolino, "il Giornalino", Ok Quack, Umperio Bogarto, Paperino agente QQ7 e altri amatissimi personaggi, su Corfole!. URL consultato il 2 settembre 2020.
  20. ^ Paperino missione Bob Fingher (I TL 542-AP) | I.N.D.U.C.K.S., su inducks.org. URL consultato il 26 agosto 2020.
  21. ^ www.afnews.info, http://www.afnews.info/public/afnews/news002/newsitem1024479617,60564,.htm. URL consultato il 26 agosto 2020.
  22. ^ La strega Nocciola e la battaglia per l'identità, su Ventenni Paperoni, 17 novembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020.
  23. ^ Per lo sceneggiatore di fumetti Carlo Chendi Cinquant'anni di carriera trascorsi tra le nuvolette - La Nuova Sardegna, su Archivio - La Nuova Sardegna. URL consultato il 2 settembre 2020.
  24. ^ Paolo Interdonato, Linus. Storia di una rivoluzione nata per gioco, Rizzoli Lizard, 2 aprile 2015, ISBN 978-88-586-7874-9. URL consultato il 2 settembre 2020.
  25. ^ Mostra Internazionale Cartoonist Rapallo, su Angelo Berlangieri, 17 settembre 2014. URL consultato il 2 settembre 2020.
  26. ^ Carlo Chendi e Sergio Badino, Conversazione con Carlo Chendi: da Pepito alla Disney e oltre : cinquant'anni di fumetto vissuti da protagonista, Tunué, 2006, ISBN 978-88-89613-16-0. URL consultato il 2 settembre 2020.
  27. ^ L' eroe più sfortunato è cresciuto in Liguria - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 25 agosto 2020.
  28. ^ I Premi – Rapalloonia!, su rapalloonia.eu. URL consultato il 2 settembre 2020.
  29. ^ IL-BOLLETTINO-DI-AMYS-nr.-18-2015 (PDF), su prestigiazione.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48701360 · ISNI (EN0000 0000 4934 2299 · SBN IT\ICCU\LO1V\037146 · LCCN (ENn2008051780 · GND (DE142140422 · WorldCat Identities (ENlccn-n2008051780