Carlo Beni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carlo Beni (Stia, 7 febbraio 1849Firenze, 20 novembre 1932) è stato un avvocato e notaio casentinese, naturalista e storico dilettante italiano.

Autore di una nota Guida del Casentino pubblicata nel 1881 e più volte aggiornata e ristampata fino ai nostri giorni, che costituisce ancora il riferimento principale per la descrizione del territorio.

Sindaco di Stia, in Casentino, per quasi 30 anni, Consigliere Provinciale ad Arezzo per quasi 30 anni e Presidente del Consiglio Provinciale dal 1905 al 1920.

Membro della Società Colombaria di Firenze.

Costituì un'importante raccolta ornitologica, parzialmente conservata ed esposta a Stia nel Museo del Bosco e della Montagna.

Acquistò i ruderi dell'antico castello del Conti Guidi del ramo di Palagio, ricostruendovi come sua residenza l'edificio in stile chiamato "castello di Palagio Fiorentino", oggi di proprietà comunale.

Principali pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Del furto violento e sua differenza dalla rapina nel diritto romano, nella pratica, e nei tempi moderni ..., 1874
  • Guida illustrata del Casentino, Firenze , Tipografia Niccolai, 1881
  • Notizie sopra gli indigeni di México: comunicazione letta nell'adunanza del 20 febbraio 1880 (Estratto dall'Archivio per l'antropologia e la etnologia di Firenze, volume XXI, Fascicolo 10)), Tip. dell'arte della stampa, 1882
  • Guida illustrata del Casentino, 2ª edizione, FirenzeTipografia Niccolai, 1889
  • La beneficenza nella provincia di Arezzo: Relazione presentata il 10 gennaio 1904 alla Commissione provinciale di beneficenza, con un esordio storico del prof. Abele Morena, Arezzo, Stabilimento Tipografico Bellotti, 1905
  • Di Antonio Bartolini un anno dopo la sua morte, Arezzo, Tipografia Bellotti, 1906
  • Adamo Ricci: Discorso commemorativo, Arezzo, Tipografia Bellotti, 1907
  • Guida illustrata del Casentino, 3ª edizione, Firenze, R.Bemporad & figlio, 1908
  • Vade-mecum per brevi gite nel Casentino, Firenze, Società Tipografica Fiorentina, 1911
  • Il castello di Palagio, Firenze, S. Tip., 1913
  • La foresta casentinese, Firenze, Tipografia M. Ricci, 1914
  • Reliquie della lingua di Dante nel Casentino: lettura fatta alla Società Colombaria di Firenze, nella sua solenne adunanza del 30 maggio 1926, E. Sinatti, 1926
  • Ricordi del Petrarca nel Casentino (Estratto dagli Atti della Società colombaria), Stab. tipogr. già Chiari succ. carlo Mori, 1932

edizioni postume:

  • Guida del Casentino, Firenze, Arnaud 1958
  • Guida del Casentino, Nuova ed. aggiornata a cura di Fiamma Domestici, Firenze, Nardini, 1983

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Goretti de' Flamini, E. Coselschi, "Carlo Beni: commemorazione tenuta a Stia in Casentino il 30 luglio 1933", Stia, artri grafiche, 1933

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN48253403 · ISNI (EN0000 0000 3857 0691 · LCCN (ENn86126926 · BAV (EN495/334299 · WorldCat Identities (ENlccn-n86126926
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie