Caproni Ca.142

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caproni Ca.142
Descrizione
Tipoaereo da trasporto
bombardiere medio
Equipaggio4
CostruttoreItalia Caproni
Data primo volonovembre 1935
Esemplari1
Sviluppato dalCaproni Ca.133
Dimensioni e pesi
Lunghezza15,45 m
Apertura alare21,44 m
Altezza4,00 m
Superficie alare65,00
Peso a vuoto4 425 kg
Peso carico6 925 kg
Propulsione
Motore3 radiali Piaggio Stella P.VII C.16
Potenza460 CV (338 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max286 km/h
Velocità di crociera250 km/h
Armamento
Mitragliatrici4 calibro 7,7 mm
Bombe500 kg
Notedati relativi alla configurazione bombardiere

i dati sono estratti da Уголок неба[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Caproni Ca.142 era un trimotore multiruolo ad ala alta sviluppato dall'azienda italiana Aeronautica Caproni negli anni trenta e rimasto allo stadio di prototipo.

Evoluzione del Ca.133 e destinato sia al mercato dell'aviazione militare, come aereo da trasporto tattico e bombardiere medio, venne valutato senza successo dalla Regia Aeronautica.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che la Caproni ebbe avviato la produzione del Ca.133, portato in volo per la prima volta nel 1934, valutò la possibilità di svilupparne una variante che integrasse delle migliorie tecnologiche che permettessero di migliorarne le prestazioni complessive.[1]

Lo sviluppo del nuovo modello, designato Ca.142, si svolse nel corso del 1935 e riguardò alcune componenti tra le quali la più evidente era l'adozione di un nuovo carrello d'atterraggio con gli elementi anteriori retrattili in sostituzione di quello carenato fisso del suo predecessore. Il prototipo, realizzato negli stabilimenti di Taliedo, riuscì ad essere portato in volo nel novembre dello stesso anno tuttavia le prestazioni espresse dal modello non riuscirono a raggiungere i risultati sperati.[1]

Proposto comunque alla valutazione della Regia Aeronautica venne trasferito a Guidonia nel settembre 1937 ma il risultato delle prove, durante le quali al velivolo venne assegnata la matricola militare MM.327, confermarono le prestazioni allineate al Ca.133 e che non giustificavano l'emissione di un ordine di fornitura del nuovo modello benché fosse stato acquisito dalla forza aerea italiana.[1]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia
solo per prove di valutazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Caproni Ca.142 in Уголок неба.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Caproni. Gli Aeroplani Caproni: i progetti dell'Ing. Gianni Caproni – caratteristiche, immagini, storia. Edizioni d'arte E.Bestetti – Milano 1937
  • Michael J. H. Taylor. Jane's Encyclopedia of Aviation (in inglese). Studio Editions London 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]