Capri (Croazia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capri
(HR) Kaprije
Kaprije - Leuchtturm süd - Blickfang beim ansteuern der insel der Insel.JPG
Geografia fisica
Localizzazionemare Adriatico
Coordinate43°41′57″N 15°41′56″E / 43.699167°N 15.698889°E43.699167; 15.698889Coordinate: 43°41′57″N 15°41′56″E / 43.699167°N 15.698889°E43.699167; 15.698889
Arcipelagodi Sebenico
Superficie7,12[1] km²
Sviluppo costiero25,21[1] km
Altitudine massima129,3[2] m s.l.m.
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione di Sebenico e Tenin
ComuneSebenico
Centro principaleCapri
Demografia
Abitanti189[3] (2011)
Cartografia
Croatia - Kaprije.PNG
Mappa di localizzazione: Croazia
Capri
Capri
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Capri[4][5][6][7][8] o Caprie[9][10] (in croato: Kaprije) è un'isola della Croazia, situata di fronte alla costa dalmata a ovest di Sebenico, fa parte dell'arcipelago omonimo. Amministrativamente appartiene alla regione di Sebenico e Tenin come frazione del comune di Sebenico. Il suo nome deriva dalla capre che hanno desertificato l'isola per secoli[4].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Capri è situata tra le isole di Cacan, ad ovest, dalla quale la separa il canale di Cacan[4] (Kakanski kanal), e Smolan, che si trova a est, al di là del canale di Capri[6] (Kaprijski kanal). L'isola, di natura calcarea[4], ha una forma molto irregolare con molte insenature. Da punta Capri (a nord-ovest) alla punta meridionale Lemes[11] o Lemene[7][12] (rt Lemeš) ha una lunghezza di circa 6,8 km[2]; ha una superficie di 7,12 km²[1], lo sviluppo costiero è di 25,21 km[1], l'elevazione massima di 129,3 m s.l.m.[2] è quella del Col Grande[13] (Vela Glavica).

Sull'isola vi sono due fari: uno a punta Lemes[14] e uno nel porto di Capri (luka Kaprije)[15], a sud-ovest, che è protetto da ogni vento ed è conosciuto anche come valle San Pietro[4]. Altre insenature dell'isola sono: valle Mendossa[4][16] o Mendoza[12] (uvala Medoš), a nord, tra punta Capri e punta Mendossa, detta anche Ostrizza[7] (rt Oštrica); sul lato orientale valle Saiedinazza[4] (uvala Jedinjača), Luca[4] (Luka) e le valli Mertovaz[7] (uvala Mrtovac) e Gracizza[4] o Gacizza[7] (uvala Gaćice); a sud-est le due valli Nosdra[4] (Nozdra vela e Nozdra mala).

Capri vista dal satellite

Isole adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l Duplančić, pp. 12-30.
  2. ^ a b c d e f g h (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  3. ^ (HR) Stanovništvo prema starosti i spolu po naseljima, popis 2011 [Popolazione per età e sesso secondo le località], Republika Hrvatska - Državni zavod za Statistiku [Repubblica di Croazia - Ufficio centrale di Statistica], 2011.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l Alberi, pp. 754-755.
  5. ^ Rizzi, pp. 598-599.
  6. ^ a b Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 455, ISBN 978-88-85339293.
  7. ^ a b c d e f g h Marieni, pp. 235-236.
  8. ^ Indicazioni bilingui Capri - Kaprije nel comune di Zlarin, e Campo d'Abbasso - Donje polje nel comune di Sebenico - Šibenik in: Gemeindelexikon, der im Reichsrate Vertretenen Königreiche und Länder. Bearbeit auf Grund der Ergebnisse der Volkszählung vom 31. Dezember 1900. Herausgegeben von der K.K. Statistischen Zentralkommission. XIV. Dalmatien. Wien 1908 Archiviato il 20 maggio 2014 in Internet Archive.
  9. ^ a b c d e G. Giani, Carta prospettiva delle Comuni censuarie della Dalmazia, foglio 6, 1839. Fondo Miscellanea cartografica catastale, Archivio di Stato di Trieste.
  10. ^ Caprie, Crappano, Verpoglie in: RACCOLTA DELLE LEGGI E DELLE ORDINANZE DELL'ANNO 1822 PER LA DALMAZIA. ZARA DALLA STAMPERIA GOVERNIALE 1824., Distretto III di Sebenico, p. 300
  11. ^ Vadori, p. 542.
  12. ^ a b c d e f Carta di cabottaggio del mare Adriatico[collegamento interrotto], foglio VII, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 22 dicembre 2016.
  13. ^ Vadori, p. 612.
  14. ^ E3228.5, su listoflights.org. URL consultato il 1º ottobre 2017.
  15. ^ E3229, su listoflights.org. URL consultato il 1º ottobre 2017.
  16. ^ Vadori, p. 599.
  17. ^ Vadori, p. 614.
  18. ^ Vadori, p. 485.
  19. ^ Vadori, p. 466.
  20. ^ a b (HR) Državni program [Programma Nazionale] (a cura di), Pregled, položaj i raspored malih, povremeno nastanjenih i nenastanjenih otoka i otočića [Analisi, posizione e schema di isolotti e piccole isole, periodicamente abitati e disabitati] (PDF), su razvoj.gov.hr, 2012, 26-27. URL consultato il 12 giugno 2017.
  21. ^ Marieni, p. 237.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313254064