Cappella dei Mercanti di Torino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cappella dei Mercanti
Stato Italia Italia
Regione Piemonte Piemonte
Località Torino
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Torino
Stile architettonico barocco
Inizio costruzione XV secolo
Completamento XIX secolo

Coordinate: 45°04′23.67″N 7°40′46.43″E / 45.073243°N 7.679563°E45.073243; 7.679563

La cappella dei Mercanti, Negozianti e Banchieri, più nota semplicemente come cappella dei Mercanti, è un luogo di culto cattolico situato nel centro storico di Torino, al numero 25 della monumentale via Garibaldi. Grazie alla sua ottima acustica, è utilizzata per concerti di musica classica.

La cappella, la cui costruzione è stata autorizzata dalle autorità nel corso del secolo XV, fu edificata a partire dalla fine del Seicento e la maggior parte delle opere conservate al suo interno è datata tra Sei e Settecento, in stile barocco.

Le pareti della sala principale vedono numerosi dipinti secenteschi, tutti ispirati al tema dei Magi, alternati a statue in legno dipinto di papi di diverse epoche. Adiacenti alla parete dietro l'altare e ai lati di questo vi sono due reliquiari. Anche la bella volta affrescata presenta lo stile barocco, mentre l'organo alla parete opposta all'altare è risalente al Settecento.

Il 21 gennaio 2017 la cappella è stata restituita al pubblico, dopo un periodo di restauro.

Sacrestia con il "calendario perpetuo"[modifica | modifica wikitesto]

La sacrestia contiene diversi oggetti sacri, ma soprattutto il famoso "calendario perpetuo" di Giovanni Plana, una delle più antiche macchine di calcolo (è dotato di tamburi rotanti e di un sistema di trasmissione che permette la combinazione corretta delle diverse informazioni contenute nel sistema) che permette il calcolo calandariale preciso su un arco temporale di ben 4000 anni a partire dall'anno zero (compreso il calcolo delle lunazioni, dei giorni della settimana e delle festività cristiane).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]