Cappella Reale di Dreux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cappella Reale di San Luigi
Chapelle royale Saint-Louis
Domaine de la chapelle royale Saint-Louis.jpg
Esterno
StatoFrancia Francia
RegioneBlason fr Centre-Val de Loire.svg Centro
LocalitàBlason ville fr Dreux (Eure-et-Loir).svg Dreux
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
Diocesi Chartres
ArchitettoClaude-Philippe Cramail e Pierre-Bernard Lefranc
Stile architettoniconeogotico
Inizio costruzione1816- e 1830
Sito web

Coordinate: 48°44′18″N 1°21′48″E / 48.738333°N 1.363333°E48.738333; 1.363333

La Cappella Reale di San Luigi, o in francese Chapelle royale Saint-Louis è il tradizionale mausoleo del Casato d'Orléans. Eretta nel XIX secolo è situata nella cittadina francese di Dreux, nella regione del Centro.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

veduta

Negli anni del '70 del 1700, il Duca di Penthièvre era uno dei più grandi proprietari terrieri di Francia prima della Rivoluzione francese. Nel 1775, le terre della contea di Dreux erano state ceduta a Penthièvre da suo cugino il re Luigi XVI di Francia. Nel 1783, il Duca vendette il suo dominio di Rambouillet a Luigi XVI. Il 25 novembre di quell'anno, in una lunga processione religiosa, Penthièvre trasferì i nove feretri contenenti i resti dei suo genitori, Luigi Alessandro, Conte di Tolosa e Marie Victoire de Noailles, di sua moglie, la Principessa Maria Teresa Felicita di Modena, e sei dei loro sette figli, dalla chiesetta medievale del villaggio di Rambouillet, alla cappella della Collegiata di Santo Stefano di Dreux[1].

Quando Penthièvre morì nel marzo 1793 il suo corpo fu deposto nella cripta accanto ai suoi genitori, ma il 21 novembre di quello stesso anno, nel mezzo della rivoluzione francese, una folla profanò la cripta gettando i dieci corpi in una fossa comune nel cimitero di Chanoines accanto alla collegiata.

Solo nel 1816, la figlia del Duca di Penthièvre, la Luisa Maria Adelaide di Borbone, Duchessa d'Orléans, poté costruire una nuova cappella sul luogo della fossa comune, come luogo di sepoltura della sua famiglia. Il progetto venne affidato all'architetto parigino Claude-Philippe Cremail, che concepì il complesso in un ibrido stile Neogotico-Neorinascimentale coronato da cupola, poi ulteriormente modificata e ampliata nel 1830 da Luigi Filippo I, nuovo Re dei Francesi e figlio della Duchessa d'Orléans. Fu in questo momento che la cappella venne chiamata ufficialmente Cappella Reale di San Luigi e destinata a mausoleo della famiglia reale d'Orléans. Vi si conservano preziose architetture funerarie e splendide vetrate della Manifattura di Sèvres.

Elenco delle sepolture[modifica | modifica wikitesto]

Il Duca di Penthièvre con sua figlia la futura Duchessa d'Orléans nel 1768 circa ritratti da Jean Baptiste Charpentier le Vieux

Tra i settantacinque membri sepolti nella nuova cappella vi sono:

  1. Luigi Alessandro, Conte di Tolosa (1678–1737).
  2. Marie Victoire de Noailles (1688-1766) moglie del precedente.
  3. Luigi Giovanni Maria di Borbone, Duca di Penthièvre (1725-1793).
  4. Principessa Maria Teresa Felicita di Modena (1726-1754) moglie del precedente.
  5. Luigi Maria, Duca di Rambouillet (1746-1749).
  6. Luigi Alessandro, Principe di Lamballe (1747-1768)[2].
  7. Giovanni Maria, Duca di Châteauvillain (1748-1755).
  8. Vincenzo Maria Luigi di Borbone (1750-1752).
  9. Maria Luisa di Bourbon (1751-1753).
  10. Luisa Maria Adelaide di Borbone (1753-1821)[3].
  11. Luigi Maria Felice di Bourbon (1754).
  12. Luigi Francesco Giuseppe, Principe di Conti (1734–1814).
  13. il cuore di Filippo d'Orléans, Duca d'Orléans, Reggente di Francia per Luigi XV di Francia (1674–1723).
  14. Luigi Filippo I (1773–1850).
  15. Principessa Maria Amalia delle Due Sicilie (1782-1866) moglie del precedente.
  16. Antonio Filippo, Duca di Montpensier (1775-1807).
  17. Principessa Adelaide d'Orléans (1777-1847).
  18. Francesca d'Orléans Mademoiselle d'Orléans (1777-1782).
  19. Luigi Carlo, Conte di Beaujolais (1779-1808).
  20. Principe Ferdinando Filippo, Duca d'Orléans (1810-1842).
  21. Duchessa Elena di Meclemburgo-Schwerin (1814-1858) moglie del precedente.
  22. Carlo, Duca di Penthièvre (1820-1828).
  23. Principe Enrico, Duca d'Aumale, (1822–1897).
  24. Principessa Maria Carolina delle Due Sicilie (1822–1869) moglie del precedente.
  25. Luigi Filippo, Principe di Condé (1845-1866).
  26. Leopoldo Filippo, Duca di Guisa (1847-1847).
  27. Francesco Paolo d'Orléans, Duca di Guisa (1852-1852).
  28. Francesco Luigi, Duca di Guisa (1854-1872).
  29. Enrico VI, Conte di Parigi (1908-1999), pretendente orléanista.
  30. Principessa Isabella d'Orléans e Braganza (1911-2003) moglie del precedente.
  31. Principe Gaston, Duca d'Orléans (1935–1960) figlio dei due precedenti.
  32. Principe Thibaut, Conte di La Marche, fratello del precedente (1948–1983).
  33. Batilde d'Orléans (1750–1822).
  34. Francesco, Conte di Clermont (1961-2017), figlio del successivo.
  35. Enrico VII, Conte di Parigi (1933-2019), pretendente orléanista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Lenotre, Le Château de Rambouillet, six siècles d'histoire, Calmann-Lévy, Paris, 1930, reprint: Denoël, Paris, 1984, (215 pages), chapter 5: Le prince des pauvres, pp. 78-79
  2. ^ Non sepolta nella cappella è Maria Teresa Luisa di Savoia-Carignano, Principessa di Lamballe, la nuora di Penthièvre, una delle vittime dei massacri di settembre durante la rivoluzione francese, uccisa nella prigione di La Force a Parigi, il 3 settembre 1792. Sepolta nel cimitero dei Trovatelli (Enfants-Trouvés), il suo corpo non poté essere identificato in seguito: Michel de Decker, La Princesse de Lamballe, Librairie Académique Perrin, Collection historique dirigée par André Castelot, Paris, 1979, chapter XII: Ils sont blanchis par le malheur, p. 265.
  3. ^ Dopo che Filippo, duc d'Orléans, Philippe Égalité (1747-1793), fu giustiziato nel novembre 1793, il suo corpo fu sepolto nel cimitero del la Madeleine a Parigi. Non fu mai ritrovato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN159512228 · LCCN (ENn85148750 · WorldCat Identities (ENn85-148750
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia