Capi di Stato e di governo in carica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elenco dei capi di Stato e di governo in carica nei vari Stati del mondo, sia quelli riconosciuti dall'Organizzazione delle Nazioni Unite che gli Stati non ufficialmente riconosciuti.

Stati riconosciuti dalle Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Stato Capo di Stato Capo di governo
Afghanistan Afghanistan Presidente Ashraf Ghani Ahmadzai Capo dell'esecutivo Abdullah Abdullah
Albania Albania Presidente Bujar Nishani Primo ministro Edi Rama
Algeria Algeria Presidente Abdelaziz Bouteflika Primo ministro Abdelmalek Sellal
Andorra Andorra Co-principe episcopale Joan Enric Vives i Sicília
Rappresentante Josep Maria Mauri
Co-principe francese François Hollande
Rappresentante Thierry Lataste
Capo del governo Antoni Martí
Angola Angola
Antigua e Barbuda Antigua e Barbuda Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Rodney Williams
Primo ministro Gaston Browne
Arabia Saudita Arabia Saudita
Argentina Argentina
Armenia Armenia Presidente Serž Sargsyan Primo ministro Hovik Abrahamyan
Australia Australia Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Peter Cosgrove
Primo ministro Tony Abbott
Austria Austria Presidente Federale Heinz Fischer Cancelliere Federale Werner Faymann
Azerbaigian Azerbaigian Presidente İlham Əliyev Primo ministro Artur Rasizadə
Bahamas Bahamas Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Marguerite Pindling
Primo ministro Perry Christie
Bahrein Bahrein Re Hamad bin Isa Al Khalifa Primo ministro Khalifa bin Salman Al Khalifa
Bangladesh Bangladesh Presidente Abdul Hamid Primo ministro Sheikh Hasina
Barbados Barbados Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Elliott Belgrave
Primo ministro Freundel Stuart
Belgio Belgio Re Filippo Primo ministro Charles Michel
Belize Belize Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Colville Young
Primo ministro Dean Barrow
Benin Benin Presidente Yayi Boni Primo ministro Lionel Zinsou
Bhutan Bhutan Re Jigme Khesar Namgyel Wangchuck Primo ministro Tshering Tobgay
Bielorussia Bielorussia Presidente Aleksandr Lukašenko Primo ministro Michail Mjasnikovič
Birmania Birmania
Bolivia Bolivia
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Presidenza:[1]
Mladen Ivanić (Presidente)
Dragan Čović (Membro)
Bakir Izetbegović (Membro)
Presidente del Consiglio dei Ministri Denis Zvizdić
Botswana Botswana
Brasile Brasile
Brunei Brunei
Bulgaria Bulgaria Presidente Rosen Plevneliev Primo ministro Bojko Borisov
Burkina Faso Burkina Faso Presidente Michel Kafando (ad interim) Primo ministro Yacouba Isaac Zida (ad interim)
Burundi Burundi
Cambogia Cambogia Re Norodom Sihamoni Primo ministro Samdech Hun Sen
Camerun Camerun Presidente Paul Biya Primo ministro Philémon Yang
Canada Canada Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale David Johnston
Primo ministro Stephen Harper
Capo Verde Capo Verde Presidente Jorge Carlos Fonseca Primo ministro José Maria Neves
Rep. Ceca Rep. Ceca Presidente Miloš Zeman Primo ministro Bohuslav Sobotka
Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana Presidente Catherine Samba-Panza (ad interim) Primo ministro Mahamat Kamoun (ad interim)
Ciad Ciad Presidente General Idriss Déby Primo ministro Kalzeubet Pahimi Deubet
Cile Cile
Cina Cina Presidente Xi Jinping Presidente del Consiglio di Stato Li Keqiang
Cipro Cipro
Città del Vaticano Città del Vaticano[2] Papa Francesco Segretario di Stato Pietro Parolin
Presidente del Governatorato Giuseppe Bertello
Colombia Colombia
Comore Comore
Rep. del Congo Rep. del Congo
RD del Congo RD del Congo Presidente Joseph Kabila Primo ministro Augustin Matata Ponyo
Corea del Nord Corea del Nord
Presidente del Presidium dell'Assemblea Suprema del Popolo
Kim Yong-nam[3]
Primo ministro Pak Pong-ju
Corea del Sud Corea del Sud Presidente Park Geun-hye Primo ministro Hwang Kyo-ahn
Costa d'Avorio Costa d'Avorio Presidente Alassane Ouattara Primo ministro Daniel Kablan Duncan
Costa Rica Costa Rica
Croazia Croazia Presidente Kolinda Grabar-Kitarović Presidente del Governo Zoran Milanović
Cuba Cuba
Danimarca Danimarca Regina Margherita II Primo ministro Lars Løkke Rasmussen
Dominica Dominica Presidente Charles Savarin Primo ministro Roosevelt Skerrit
Rep. Dominicana Rep. Dominicana
Ecuador Ecuador
Egitto Egitto Presidente Abd al-Fattah al-Sisi Primo ministro Ibrahim Mahlab
El Salvador El Salvador
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Presidente Khalifa bin Zayed Al Nahyan Primo ministro Mohammed bin Rashid Al Maktum
Eritrea Eritrea
Estonia Estonia Presidente Toomas Hendrik Ilves Primo ministro Taavi Rõivas
Etiopia Etiopia Presidente Mulatu Teshome Primo ministro Haile Mariam Desalegn
Figi Figi Presidente Ratu Epeli Nailatikau Primo ministro Frank Bainimarama
Filippine Filippine
Finlandia Finlandia Presidente Sauli Niinistö Primo ministro Juha Sipilä
Francia Francia Presidente François Hollande Primo ministro Manuel Valls
Gabon Gabon Presidente Ali Bongo Ondimba Primo ministro Daniel Ona Ondo
Gambia Gambia
Georgia Georgia Presidente Giorgi Margvelashvili Primo ministro Irakli Garibashvili
Germania Germania Presidente Joachim Gauck Cancelliere Federale Angela Merkel
Ghana Ghana
Giamaica Giamaica Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Patrick Allen
Primo ministro Portia Simpson-Miller
Giappone Giappone Imperatore Akihito Primo ministro Shinzō Abe
Gibuti Gibuti Presidente Ismail Omar Guelleh Primo ministro Abdoulkader Kamil Mohamed
Giordania Giordania Re Abd Allah II Primo ministro Abdullah Ensour
Grecia Grecia Presidente Prokopis Pavlopoulos Primo ministro Alexis Tsipras
Grenada Grenada Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Cécile La Grenade
Primo ministro Keith Mitchell
Guatemala Guatemala
Guinea Guinea Presidente Alpha Condé Primo ministro Mohamed Said Fofana
Guinea-Bissau Guinea-Bissau Presidente José Mário Vaz Primo ministro Domingos Simões Pereira
Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale Presidente Teodoro Obiang Nguema Mbasogo Primo ministro Vicente Ehate Tomi
Guyana Guyana Presidente David A. Granger Primo ministro Moses Nagamootoo
Haiti Haiti Presidente Michel Martelly Primo ministro Evans Paul
Honduras Honduras
India India Presidente Pranab Mukherjee Primo ministro Narendra Modi
Indonesia Indonesia
Iran Iran
Iraq Iraq Presidente Fu'ad Ma'sum Primo ministro Haydar al-'Abadi
Irlanda Irlanda Presidente Michael D. Higgins Taoiseach Enda Kenny
Islanda Islanda Presidente Ólafur Ragnar Grímsson Primo ministro Sigmundur Davíð Gunnlaugsson
Israele Israele Presidente Reuven Rivlin Primo ministro Benjamin Netanyahu
Italia Italia Presidente Sergio Mattarella Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi
Kazakistan Kazakistan Presidente Nursultan Äbişulı Nazarbaev Primo ministro Kärim Mäsimov
Kenya Kenya
Kirghizistan Kirghizistan Presidente Almazbek Atambayev Primo ministro Temir Sariyev
Kiribati Kiribati
Kuwait Kuwait Emiro Sabah IV al-Ahmad al-Jabir Al Sabah Primo ministro Jaber Al-Mubarak Al-Hamad Al-Sabah
Laos Laos Presidente Choummaly Sayasone Primo ministro Thongsing Thammavong
Lesotho Lesotho Re Letsie III Primo ministro Pakalitha Mosisili
Lettonia Lettonia Presidente Andris Bērziņš Primo ministro Laimdota Straujuma
Libano Libano Presidente Tammam Salam (ad interim) Presidente del Consiglio dei Ministri Tammam Salam
Liberia Liberia
Libia Libia Presidente del Consiglio dei Deputati Aguila Saleh Issa Primo ministro Abdullah al-Thani
Liechtenstein Liechtenstein Principe Giovanni Adamo II
Reggente Luigi
Primo ministro Adrian Hasler
Lituania Lituania Presidente Dalia Grybauskaitė Primo ministro Algirdas Butkevičius
Lussemburgo Lussemburgo Granduca Enrico Primo ministro Xavier Bettel
Macedonia Macedonia Presidente Gjorge Ivanov Primo ministro Nikola Gruevski
Madagascar Madagascar Presidente Hery Rajaonarimampianina Primo ministro Jean Ravelonarivo
Malawi Malawi
Maldive Maldive
Malesia Malesia Yang di-Pertuan Agong Abdul Halim di Kedah Primo ministro Dato' Sri Najib Razak
Mali Mali Presidente Ibrahim Boubacar Keïta Primo ministro Modibo Keita
Malta Malta Presidente Marie Louise Coleiro Preca Primo ministro Joseph Muscat
Marocco Marocco Re Muhammad VI Primo ministro Abdelillah Benkirane
Isole Marshall Isole Marshall
Mauritania Mauritania Presidente Mohamed Ould Abdel Aziz Primo ministro Yahya Ould Hademine
Mauritius Mauritius Presidente Ameenah Gurib-Fakim Primo ministro Anerood Jugnauth
Messico Messico
Micronesia Micronesia
Moldavia Moldavia Presidente Nicolae Timofti Primo ministro Chiril Gaburici
Monaco Monaco Principe Alberto II Ministro di Stato Michel Roger
Mongolia Mongolia Presidente Cahiagijn Ėlbėgdorž Primo ministro Chimediin Saikhanbileg
Montenegro Montenegro Presidente Filip Vujanović Primo ministro Milo Đukanović
Mozambico Mozambico President Filipe Nyusi Primo ministro Carlos Agostinho do Rosário
Namibia Namibia Presidente Hage Geingob Primo ministro Saara Kuugongelwa-Amadhila
Nauru Nauru
Nepal Nepal Presidente Ram Baran Yadav Presidente del Consiglio dei Ministri Sushil Koirala
Nicaragua Nicaragua
Niger Niger Presidente Mahamadou Issoufou Primo ministro Brigi Rafini
Nigeria Nigeria
Norvegia Norvegia Re Harald V Primo ministro Erna Solberg
Nuova Zelanda Nuova Zelanda Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Jerry Mateparae
Primo ministro John Key
Oman Oman
Paesi Bassi Paesi Bassi Re Guglielmo Alessandro Primo ministro Mark Rutte
Pakistan Pakistan Presidente Mamnoon Hussain Primo ministro Nawaz Sharif
Palau Palau
Palestina Palestina[4] Presidente Mahmūd Abbās Primo ministro Rami Hamdallah
Panamá Panamá
Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Michael Ogio
Primo ministro Peter O'Neill
Paraguay Paraguay
Perù Perù Presidente Ollanta Humala Presidente del Consiglio dei Ministri Pedro Cateriano
Polonia Polonia Presidente Bronisław Komorowski Primo ministro Ewa Kopacz
Portogallo Portogallo Presidente Aníbal Cavaco Silva Primo ministro Pedro Passos Coelho
Qatar Qatar Emiro Tamim bin Hamad al-Thani Primo ministro Abdullah bin Nasser bin Khalifa Al Thani
Regno Unito Regno Unito Regina Elisabetta II[n 1] Primo ministro David Cameron
Romania Romania Presidente Klaus Iohannis Primo ministro Victor Ponta
Ruanda Ruanda Presidente Paul Kagame Primo ministro Anastase Murekezi
Russia Russia Presidente della Federazione Vladimir Putin Presidente del Governo Dmitry Medvedev
Saint Kitts e Nevis Saint Kitts e Nevis Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Samuel Weymouth Tapley Seaton
Primo ministro Timothy Harris
Saint Vincent e Grenadine Saint Vincent e Grenadine Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Frederick Ballantyne
Primo ministro Ralph Gonsalves
Isole Salomone Isole Salomone Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Frank Kabui
Primo ministro Manasseh Sogavare
Samoa Samoa O le Ao o le Malo Tuiatua Tupua Tamasese Efi Primo ministro Tuilaepa Aiono Sailele Malielegaoi
San Marino San Marino
Santa Lucia Santa Lucia Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Pearlette Louisy
Primo ministro Kenny Anthony
São Tomé e Príncipe São Tomé e Príncipe Presidente Manuel Pinto da Costa Primo ministro Patrice Trovoada
Senegal Senegal Presidente Macky Sall Primo ministro Mohammed Dionne
Serbia Serbia Presidente Tomislav Nikolić Primo ministro Aleksandar Vučić
Seychelles Seychelles
Sierra Leone Sierra Leone
Singapore Singapore Presidente Tony Tan Primo ministro Lee Hsien Loong
Siria Siria Presidente Bashar al-Assad Primo ministro Wael Nader Al-Halqi
Slovacchia Slovacchia Presidente Andrej Kiska Primo ministro Robert Fico
Slovenia Slovenia President Borut Pahor Primo ministro Miro Cerar
Somalia Somalia Presidente Hassan Sheikh Mohamud Primo ministro Omar Abdirashid Ali Sharmarke
Spagna Spagna Re Filippo VI Presidente del Governo Mariano Rajoy
Sri Lanka Sri Lanka Presidente Maithripala Sirisena Primo ministro Ranil Wickremesinghe
Stati Uniti Stati Uniti
Sudafrica Sudafrica
Sudan Sudan
Sudan del Sud Sudan del Sud
Suriname Suriname
Svezia Svezia Re Carlo XVI Gustavo Primo ministro Stefan Löfven
Svizzera Svizzera Presidente[5] Simonetta Sommaruga Cancelliere federale Corina Casanova
Swaziland Swaziland Re Mswati III Primo ministro Barnabas Sibusiso Dlamini
Tagikistan Tagikistan Presidente Emomali Rahmon Primo ministro Kohir Rasulzoda
Tanzania Tanzania Presidente Jakaya Mrisho Kikwete Primo ministro Mizengo Pinda
Thailandia Thailandia Re Bhumibol Adulyadej Primo ministro Prayuth Chan-ocha
Timor Est Timor Est Presidente Taur Matan Ruak Primo ministro Rui Maria de Araújo
Togo Togo Presidente Faure Gnassingbé Primo ministro Komi Sélom Klassou
Tonga Tonga Re Tupou VI Primo ministro ʻAkilisi Pohiva
Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Presidente Anthony Carmona Primo ministro Kamla Persad-Bissessar
Tunisia Tunisia Presidente Beji Caid Essebsi Primo ministro Habib Essid
Turchia Turchia Presidente Recep Tayyip Erdoğan Primo ministro Ahmet Davutoğlu
Turkmenistan Turkmenistan
Tuvalu Tuvalu Regina Elisabetta II[n 1]
Governatore generale Iakoba Italeli
Primo ministro Enele Sopoaga
Ucraina Ucraina Presidente Petro Oleksijovyč Porošenko Primo ministro Arsenij Jacenjuk
Uganda Uganda Presidente Yoweri Museveni Primo ministro Ruhakana Rugunda
Ungheria Ungheria Presidente János Áder Primo ministro Viktor Orbán
Uruguay Uruguay
Uzbekistan Uzbekistan Presidente Islom Karimov Primo ministro Shavkat Mirziyoyev
Vanuatu Vanuatu Presidente Baldwin Lonsdale Primo ministro Sato Kilman
Venezuela Venezuela
Vietnam Vietnam Presidente Trương Tấn Sang Primo ministro Nguyễn Tấn Dũng
Yemen Yemen Presidente 'Abd Rabbih Mansur Hadi Primo ministro Khaled Bahah
Zambia Zambia
Zimbabwe Zimbabwe
Nota
  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p La regina Elisabetta II è separatamente ed ugualmente monarca di 16 nazioni sovrane, spesso note colletivamente come reami del Commonwealth. In ognuna di queste nazioni, ad eccezione del Regno Unito (dove risiede principalmente), essa viene rappresentata da un governatore generale a livello nazionale. In alcune di queste nazioni, vi sono differenti opinioni su chi debba essere considerato come Capo di Stato tra la regina e il governatore generale; non vi sono tuttavia dubbi sulla posizione della regina come sovrana, al di sopra dei governatori generali.

Stati riconosciuti da almeno un membro delle Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Stato Capo di Stato Capo di governo
Abcasia Abcasia Presidente Raul Khajimba Primo ministro Artur Mikvabia
Cipro del Nord Cipro del Nord Presidente Mustafa Akıncı Primo ministro Özkan Yorgancıoğlu
Kosovo Kosovo Presidente Atifete Jahjaga Primo ministro Isa Mustafa
Ossezia del Sud Ossezia del Sud Presidente Leonid Tibilov Primo ministro Domenty Kulumbegov
Sahara Occidentale Sahara Occidentale Presidente Mohamed Abdelaziz Primo ministro Abdelkader Taleb Omar
Taiwan Taiwan Presidente Ma Ying-jeou Primo ministro Mao Chi-kuo

Stati non riconosciuti da alcun membro delle Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Stato Capo di Stato Capo di governo
Nagorno Karabakh Nagorno Karabakh Presidente Bako Sahakyan Primo ministro Arayik Harutyunyan
War Flag of Novorussia.svg Nuova Russia Presidente Valery Kaurov Primo ministro Oleg Tsaryov
Somaliland Somaliland
Flag of the Islamic State of Iraq and the Levant2.svg Stato Islamico
Transnistria Transnistria Presidente Yevgeny Shevchuk Primo ministro Tatiana Turanskaya

Altri governi[modifica | modifica wikitesto]

Stato Capo di Stato Capo di governo
Libia Libia - Nuovo Congresso Nazionale Generale Presidente del Congresso Nuri Busahmein Primo ministro Khalifa Ghwell (ad interim)
Siria Siria - Coalizione Nazionale Siriana Presidente Khaled Khoja Primo ministro Ahmad Tu'mah
Yemen Yemen - Comitato Rivoluzionario

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La presidenza composta da tre membri compone collettivamente l'autorità massima dello stato.
  2. ^ A motivo della distinzione tra Città del Vaticano e Santa Sede, le funzioni che negli altri paesi sono svolte da un unico capo del governo sono ripartite tra due figure: il segretario di Stato in relazione alla Santa Sede, e il presidente del Governatorato in relazione allo Stato della Città del Vaticano.
  3. ^ a b La prefazione della Costituzione della Repubblica Democratica Popolare di Corea, "La Repubblica Democratica Popolare di Corea e l'intero popolo coreano sarà guidato dal grande leader Kim Il-sung come Presidente eterno della Repubblica." Kim Il-sung è morto nel 1994.
  4. ^ Il 15 novembre 1988 il Consiglio nazionale palestinese (CNP) proclamò ad Algeri uno Stato di Palestina, che non ottenne riconoscimento internazionale se non dalla Lega araba. Il 29 novembre 2012 l'ONU ha accolto la Palestina in qualità di Stato non membro con status di osservatore permanente: Non-member States presso le Nazioni Unite. A seguito di ciò, il 3 gennaio 2013 l'Autorità nazionale palestinese è stata formalmente assorbita dallo Stato di Palestina, azione non riconosciuta da Israele.
  5. ^ I sette membri del Consiglio Federale compongono il capo di stato e di governo della Confederazione Elvetica. All'interno del Consiglio, il Presidente della Confederazione Svizzera svolge le funzioni di primus inter pares per un anno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica