Cannarìculi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cannarìculi
Cannaricoli.jpg
Origini
Altri nomiTurdiddri [1]
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneCalabria
Dettagli
Categoriacontorno
Ingredienti principali
  • farina
  • olio
  • vino rosso
  • canella
 

I cannarìculi sono dolcetti natalizi calabresi[2], chiamati cannarìculi nell'Alto Ionio ma tendono a cambiare nome al di fuori di questo, nonostante la loro composizione rimanga pressoché uguale. Si tratta di gnocchi composti di farina, olio d'oliva e vino scaldato, rigati su un cestino di vimini poi fritti e successivamente passati nel mosto d'uva bollente[1][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dolci tipici della Calabria, su genteinaspromonte.it. URL consultato il 4 ottobre 2016.
  2. ^ (EN) Burton Anderson, The Foods of Italy, Italian Trade Commission, 1995, p. 53.
  3. ^ Le fritture - 'U Misi e Natali, nella tradizione popolare del cosentino, su calabriaonline.com. URL consultato il 4 ottobre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]