Canna (unità di misura)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La canna è un'antica unità di misura italiana, ed in particolare un'unità di lunghezza. Il suo valore variava da località a località.

  • Capuana: m. 2,1768707 (secolo IX-XV)[1]
  • Genovesato: m. 2,49095
  • Napoletana:
    • canna: m. 2,10936 (editto del 6 aprile 1480)
    • canna: m. 2,6455026 (Legge 6 aprile 1840)
    • canna agrimensoria: m² 6,998684 (Legge 6 aprile 1840)


  • Bari delle Puglie: m. 2,109360
  • Romagna: m. 1.9928
  • Sicilia: m. 2,062
  • Toscana
    • canna agrimensoria o (pertica di 5 braccia): m. 2,9183
      Tabella conversione metrica 1860
    • canna per stoffe: m. 0,58366
  • Roma
    • canna architettonica: m. 2,234
    • canna mercantile: m. 1,992
  • Teramo: m. 3,17

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vincenzo De Rosa, Tavole di ragguaglio delle misure napoletane comuni e delle consuetudinarie capuane con il sistema metrico decimale, Di Bernardo Editore, Cassino 1977 (Quaderni della Gazzetta di Gaeta n. 14)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metrologia Portale Metrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metrologia