Cane legato non morde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cane legato non morde
Titolo originaleFit to Be Tied
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1952
Durata6 min
Rapporto1.37:1
Genereanimazione, commedia
RegiaWilliam Hanna, Joseph Barbera
SceneggiaturaWilliam Hanna, Joseph Barbera
ProduttoreFred Quimby
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer
Distribuzione (Italia)Metro-Goldwyn-Mayer
MusicheScott Bradley
AnimatoriKenneth Muse, Irven Spence, Ray Patterson, Ed Barge

Cane legato non morde è un cartone animato del 1952 diretto da William Hanna e Joseph Barbera. Il film è il sessantanovesimo cortometraggio di Tom & Jerry, distribuito il 26 luglio del 1952 dalla Metro-Goldwyn-Mayer. Questo film è il sequel del film del 1944 La guardia del corpo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jerry corre a togliere un chiodo dalla zampa di Spike e come ricompensa il cane diventa il protettore di Jerry, dandogli una campanella da suonare ogni volta che il topo si trovi in difficoltà con Tom. E così Tom è costretto a servire Jerry altrimenti Spike verrà a picchiarlo, poco dopo leggendo il giornale, osserva la notizia che una nuova legge stabilisce di legare i cani al guinzaglio. In seguito a ciò anche Spike è legato, e non può più correre in aiuto di Jerry al suono della campanella. E così adesso è Jerry che è costretto a servire Tom, poco dopo leggendo il giornale vede che la legge sui cani messi al guinzaglio è stata abolita. Spike ora libero, al suono della campanella, arriva a prendere le difese di Jerry contro Tom. Il film si conclude con Spike che porta Tom al guinzaglio e lo prende a calci ogni volta che Jerry suona la campanella.

Edizione Italiana[modifica | modifica wikitesto]

A dare la voce di Spike, è del compianto Gino Pagnani, che nonostante il doppiaggio italiano degli anni '80, in riferimento sulla citazione dello sceneggiato televisivo "Sandokan", mentre Spike mostra a Jerry, di dare la lotta a Tom il gatto, e nella battuta diceva: Questo lo faceva Sandokan in un suo film. Per quanto alla voce narrante di Roberto Del Giudice, mentre Jerry, leggeva il giornale, la battuta era: E' uscita una nuova legge, niente più cani al guinzaglio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]