Canale di Fiumera Piccola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Canale di Fiumera Piccola
Novsko ždrilo Maslenica Bridge.JPG
Parte di mar Adriatico
Stato Croazia Croazia
Regione regione zaratina
Coordinate 44°14′04″N 15°31′22″E / 44.234444°N 15.522778°E44.234444; 15.522778Coordinate: 44°14′04″N 15°31′22″E / 44.234444°N 15.522778°E44.234444; 15.522778
Dimensioni
Lunghezza km
Larghezza 0,4 km
Profondità massima 30 m
Mappa di localizzazione: Croazia
Canale di Fiumera Piccola
Canale di Fiumera Piccola

Il canale di Fiumera Piccola[1][2][3], chiamato anche canale[4] o stretto di Masliniza[5] (in croato Novsko ždrilo o Masleničko ždrilo), è il braccio di mare che collega il canale della Morlacca al mare di Novegradi, nella Dalmazia settentrionale, in Croazia. Il canale, che si trova a est della città di Zara, segna il confine tra il comune di Possedaria (Posedarje) e quello di Giassenizza (Jasenice).

Lo sbocco del canale di Fiumera Piccola nel mare di Novegradi, con il ricostruito ponte di Maslenizza.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del canale della Morlacca, i due piccoli fari di punta dei Ballerini[6] (rt Baljenica)[7] e punta Corotassizza[8] (rt Korotanja)[9] segnano l'ingresso dello stretto canale di Fiumera Piccola che conduce al mare di Novegradi. Altri due segnali luminosi si trovano lungo il canale (rt Vranine[10] e Brzac[11]) prima di quello di punta Sdriaz[12][13] o Sadrillo[5][4] (rt Ždrijac)[14] che segna lo sbocco del canale davanti al villaggio di Maslenizza[13] (Maslenica).

Il canale di Fiumara Piccola misura 4 km[15] di lunghezza, la sua ampiezza varia tra i 140 e i 300 m circa[15], la sua profondità massima è di 30 m[15].

I ponti[modifica | modifica wikitesto]

Il canale è attraversato da due grandi ponti:

  • il "vecchio" ponte di Maslenizza (Maslenički most o stari Maslenički most, per distinguerlo dal "nuovo" ponte in cemento che si trova 1,5 km circa più a nord) si trova sulla strada statale 8; è un ponte d'acciaio lungo la strada adriatica, non lontano dall'insediamento di Maslenizza. La sua lunghezza è di 315 m, è alto 55 m s.l.m e ha una campata di 155 m. Il ponte originario, inaugurato nel gennaio del 1961, fu distrutto il 21 novembre 1991 durante la guerra. È stato ricostruito e inaugurato nel 2005 in dimensioni leggermente più grandi di quello precedente[16][17];
  • il "nuovo" ponte di Maslenizza (Maslenički most o novi Maslenički most), inaugurato nel 1997, è un ponte di cemento armato sull'autostrada A1. Il ponte ha una lunghezza totale di 377,6 m, la larghezza è di 20,4 m e la sua campata è di 200 metri[18].
Il ponte dell'autostrada A1 sul canale di Fiumera Piccola (a destra il faro di punta Brzac).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 502, ISBN 978-88-85339-29-3.
  2. ^ Alberi, p. 530.
  3. ^ Rizzi, p. 287.
  4. ^ a b Carta di cabottaggio del mare Adriatico, foglio VII, Milano, Istituto geografico militare, 1822-1824. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).
  5. ^ a b Marieni, p. 162.
  6. ^ Vadori, p. 537.
  7. ^ E2973, su listoflights.org. URL consultato il 21 agosto 2017.
  8. ^ Vadori, p. 541.
  9. ^ E2973.1, su listoflights.org. URL consultato il 21 agosto 2017.
  10. ^ E2973.3, su listoflights.org. URL consultato il 21 agosto 2017.
  11. ^ E2973.4, su listoflights.org. URL consultato il 21 agosto 2017.
  12. ^ Vadori, p. 551.
  13. ^ a b Alberi, p. 532.
  14. ^ E2973.6, su listoflights.org. URL consultato il 21 agosto 2017.
  15. ^ a b c (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 22 agosto 2017.
  16. ^ La Dalmazia si riaccende-Zara sotto il fuoco serbo, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 24 agosto 2017.
  17. ^ Maslenica, avanza la ricostruzione del vecchio ponte, su fiumetrieste.blogspot.it. URL consultato il 24 agosto 2017.
  18. ^ Il doppio ponte di Maslenica, su ricerca.gelocal.it. URL consultato il 24 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]