Falcipennis canadensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Canachites canadensis)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tetraone delle peccete
Falcipennis-canadensis-002.jpg
Maschio di Falcipennis canadensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Galliformes
Famiglia Phasianidae
Sottofamiglia Tetraoninae
Genere Falcipennis
Specie F. canadensis
Nomenclatura binomiale
Falcipennis canadensis
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Canachites canadensis
Dendragapus canadensis

Il tetraone delle peccete (Falcipennis canadensis (Linnaeus, 1758)) è un uccello di medie dimensioni, appartenente alla famiglia dei Fagianidi, diffuso nel Nord America.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Una femmina

Gli adulti hanno una lunga coda quadrata nera, con l'estremità marrone. I maschi adulti hanno il corpo per la maggior parte grigio, il petto nero, su cui spiccano delle strisce bianche, la gola nera e una macchia rossa sull'occhio. Le femmine adulte sono screziate di marrone con strisce scure e bianche sulle regioni inferiori.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'habitat in cui nidifica è la foresta boreale, o taiga, dell'Alaska e del Canada. Vive anche nelle foreste boreali degli Stati Uniti che confinano con quest'ultimo stato. Nidifica sul terreno, dove alleva numerose nidiate.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Sono uccelli stanziali. Alcuni di essi d'inverno si spostano a piedi per brevi distanze, raggiungendo altre località.

Questi uccelli si nutrono sul suolo o, d'inverno, sugli alberi. Il cieco, una sacca digestiva dell'intestino, cresce di dimensioni per supportare la dieta invernale di questo uccello, composta da aghi di conifere. D'estate si nutrono anche di bacche, germogli e insetti.

Se vengono individuati rimangono fermi e possiamo avvicinarli fino ad una distanza di un metro, a eccezione dei mesi invernali, quando diventano molto più schivi, dal momento che sulla neve non riescono a mimetizzarsi; possono volare anche per distanze di 6–45 m. I maschi territoriali emettono un suono tambureggiante sventolando le ali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phasianidae in IOC World Bird Names (ver 4.1), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 17 luglio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli