Can't Help Falling in Love

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Can't Help Falling in Love
Artista Elvis Presley
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1º ottobre 1961
Durata 2:59
Genere Ballata
Etichetta RCA
Produttore Jordan Lumsden
Registrazione Radio Recorders, Hollywood, marzo 1961
Formati 45 giri
Certificazioni
Dischi di platino Stati Uniti Stati Uniti[1]
(vendite: 1 000 000+)
Elvis Presley - cronologia
Singolo precedente
(1961)
Singolo successivo
(1962)

Can't Help Falling in Love è un brano musicale scritto da George Weiss, Hugo Peretti e Luigi Creatore, la cui melodia è basata su una antica canzone del diciottesimo secolo intitolata Plaisir d'amour opera di Martini il Tedesco su parole di Jean-Pierre Claris de Florian. Il brano fu riadattato con un nuovo testo, per l'inserimento nella colonna sonora del film Blue Hawaii, con protagonista Elvis Presley. Durante le seguenti cinque decadi, la canzone è stata fatta oggetto di cover da parte di moltissimi artisti.

Versione di Elvis Presley[modifica | modifica wikitesto]

Elvis Presley registrò la sua celebre versione del brano, che salì in vetta alle classifiche di mezzo mondo nel 1962, agli studi Radio Recorders di Hollywood il 21, 22, e 23 marzo 1961. Il singolo Can't Help Falling in Love/Rock-A-Hula Baby venne pubblicato un mese dopo l'uscita del disco della colonna sonora del film Blue Hawaii. Negli Stati Uniti Can't Help Falling in Love raggiunse la posizione numero 2 nella classifica Billboard Hot 100, mentre la B side si piazzò alla posizione numero 23.

Durante le esibizioni in concerto di fine anni sessanta e durante tutti gli anni settanta, il brano era la classica conclusione di ogni spettacolo di Presley. In particolare, la canzone fu eseguita durante lo speciale TV della NBC nel 1968, durante i quattro concerti da lui tenuti al Madison Square Garden nel 1972, e alla fine del concerto Aloha from Hawaii del 1973.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Can't Help Falling in Love – 2:59 (George David Weiss, Hugo Peretti, Luigi Creatore)
  2. Rock-A-Hula Baby – 1:59 (Ben Weisman, Fred Wise, Dolores Fuller)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 20 aprile 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock