Can't Take Me Home

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Can't Take Me Home
Artista P!nk
Tipo album Studio
Pubblicazione 4 aprile 2000
(Stati Uniti)
18 settembre 2000
(Regno Unito)
Durata 54 min : 21 s
Dischi 1
Tracce 13 (15 nell'edizione britannica)
Genere Contemporary R&B[1]
Etichetta Arista Records
Produttore Kevin "She'kspere" Briggs, Babyface, Kandi Burruss, Terence "Tramp Baby" Abney, Daryl Simmons, Tricky, Daron Jones
Registrazione 2000
Certificazioni
Dischi di platino Australia Australia (2)[2]
(Vendite: 140.000+)
Canada Canada (2)[3]
(Vendite: 200.000+)
Regno Unito Regno Unito[4]
(Vendite: 500.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)
(Vendite: 2.000.000+)
P!nk - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2001)
Singoli
  1. There You Go
    Pubblicato: 8 febbraio 2000
  2. Most Girls
    Pubblicato: 19 settembre 2000
  3. You Make Me Sick
    Pubblicato: 13 febbraio 2001
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 4/5 stelle[5]
Robert Christgau B+[6]
Entertainment Weekly C+[7]
Jam! (varia)[8]
MTV Asia (5/10)[9]
NME (6/10)[10]
Q 4/5 stelle[11]
Rolling Stone 2.5/5 stelle[12]

Can't Take Me Home è l'album di debutto della cantante statunitense P!nk, uscito nel 2000. Ha ottenuto un buon successo vendendo 4 milioni e mezzo di copie. Tuttavia questo lavoro, al contrario di quanto avvenuto negli Stati Uniti e in Australia dove rappresenta il suo disco d'esordio, non l'ha resa molto popolare in Europa e tantomeno in Italia; l'album si distacca dai seguenti poiché è ispirato allo stile R&B e P!nk non era ancora il personaggio stravagante che conosciamo oggi.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Split Personality – 3:58 (Terence "Tramp Baby" Abney, Babyface, Pink)
  2. Hell wit Ya – 2:58 (Kevin "She'kspere" Briggs, Kandi Burruss, Roget Romain, Darius Green, Pink)
  3. Most Girls – 4:58 (Babyface, Roget Romain, Damon Thomas)
  4. There You Go – 3:22 (Kevin "She'kspere" Briggs, Kandi Burruss, Pink)
  5. You Make Me Sick – 4:07 (Brainz Dimilo, Anthony President, Mark Tabb)
  6. Let Me Let You Know – 4:44 (N. Creque, S. Hall, C. Stewart, R. Thicke)
  7. Love Is Such a Crazy Thing – 5:13 (J. Boyd, D. Jones, M. Keith, L. Maxwell, Q. Parker, M. Scandrick, C. Sills)
  8. Private Show – 4:14 (K. Karlin, A. Martin, I. Matias, C. Schack, L. Schack)
  9. Can't Take Me Home – 3:38 (Steve "Rhythm" Clarke, Pink)
  10. Stop Falling – 5:50 (Will Baker, Pink, Pete Woodruff)
  11. Do What U Do – 3:57 (J. Hollins, E. Lewis, K. Prather, M. Sinclair)
  12. Hiccup – 3:31 (Harold Frasier, D. Avant, Steve "Rhythm" Clarke, Pink)
  13. Is It Love – 3:38 (Harold Frasier, Steve "Rhythm" Clarke, Pink, A. Phillips)
Edizione inglese
  1. There You Go (Sovereign Mix) – 6:20
  2. Most Girls (X-Men Vocal Mix) – 4:51

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2000) Posizione
massima
Australia 10
Belgio Vallonia 48
Canada 20
Germania 85
Irlanda 23
Nuova Zelanda 12
Paesi Bassi 58
Regno Unito 13
Stati Uniti 26
Stati Uniti Top R&B/Hip-Hop Albums 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.allmusic.com/album/cant-take-me-home-mw0000055859
  2. ^ http://www.aria.com.au/pages/ARIACharts-Accreditations-2009Albums.htm
  3. ^ Canadian Recording Industry Association (CRIA): Gold & Platinum - July 2001
  4. ^ http://www.bpi.co.uk/platinum/platinumright.asp?rq=search_plat&r_id=29432
  5. ^ Allmusic review
  6. ^ Robert Christgau, CG: Pink, Robertchristgau.com. URL consultato il 24 agosto 2011.
  7. ^ Rob Brunner, Can't Take Me Home Review, Entertainment Weekly, 14 aprile 2000. URL consultato il 24 agosto 2011.
  8. ^ Mike Ross, Album Review: CAN'T TAKE ME HOME, Jam.canoe.ca, 15 aprile 2000. URL consultato il 24 agosto 2011.
  9. ^ MTV Asia review
  10. ^ NME review, NME, 10 maggio 2000. URL consultato il 24 agosto 2011.
  11. ^ Pink - Can't Take Me Home CD Album, CDUniverse.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  12. ^ Douglas Wolk, Can't Take Me Home, Rolling Stone, 27 aprile 2000. URL consultato l'8 agosto 2012.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica