Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2018-2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stagione 2018-2019
CampionatoCampionato italiano
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Numero squadre8 IHL - Serie A (AHL)
10 IHL
12 IHL - Division I

Il Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2018-2019 vede confermata la struttura rispetto alla stagione precedente.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

I tornei furono organizzati nei seguenti livelli:

Livello Denominazione campionato Partecipanti
Italian Hockey League - Serie A
Alps Hockey League
8
17 (8 squadre italiane, 7 austriache e 2 slovene)
Italian Hockey League 10
Italian Hockey League - Division I 5
(Girone Ovest)
7
(Girone Est)

Italian Hockey League - Serie A / AHL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Alps Hockey League 2018-2019 e Italian Hockey League - Serie A 2018-2019.

Al momento della chiusura delle iscrizioni, il 10 maggio 2018, le squadre italiane partecipanti alla Alps Hockey League e alla Italian Hockey League - Elite erano salite a 9: oltre alle otto della stagione precedente, infatti, aveva richiesto ed ottenuto una wild card l'Hockey Milano Rossoblu.[1] Successivamente, tuttavia, l'HC Egna ha ritirato la propria iscrizione, scegliendo di proseguire l'attività col solo settore giovanile.[2]

Su richiesta della Lega Italiana Hockey Ghiaccio, il consiglio federale della FISG decise di ribattezzare il torneo che assegna lo scudetto: non più Italian Hockey League - Elite, ma Italian Hockey League - Serie A.[3][4]

Sono cambiati anche i criteri per l'accesso all'Italian Hockey League - Serie A. Si qualificano sempre quattro squadre, ma sono cambiate sia la modalità di qualificazione (arriveranno alle semifinali le quattro squadre meglio classificate al termine della regular season della AHL 2018-2019 tenendo conto dei soli incontri fra squadre italiane) che la formula (non più una Final Four in gara unica, ma semifinali e finali con gare di andata e ritorno).[5][6]

Squadre iscritte alla IHL-Elite nel campionato 2018-19
Club Regione Città Arena Capacità Presenze in massima serie
SG Cortina Veneto Veneto Cortina d'Ampezzo-Stemma.png Cortina d'Ampezzo (BL) Stadio Olimpico del Ghiaccio 2.700 71
HC Pustertal Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Brunico-Stemma.png Brunico (BZ) Rienzstadion 2.050 45
Ritten Sport Campione d'Italia in carica Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Renon-Stemma.png Collalbo (BZ) Arena Ritten 1.200 23
HC Fassa Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Canazei-Stemma.png Alba di Canazei (TN) Gianmario Scola 3.500 34
Asiago Hockey Campione di AHL in carica Veneto Veneto Asiago-Stemma.png Asiago (VI) Hodegart 3.000 55
WSV Sterzing Broncos Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Vipiteno-Stemma.png Vipiteno (BZ) Weihenstephan Arena 1.700 13
HC Gherdëina Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Selva di Val Gardena-Stemma.png Selva di Val Gardena (BZ) Pranives 2.000 52
Hockey Milano Rossoblu Lombardia Lombardia Milano-Stemma.png Milano Stadio del ghiaccio Agorà 4.000 4

Italian Hockey League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Italian Hockey League 2018-2019.

Le squadre iscritte alla seconda serie sarebbero dovute restare 12: alla partenza dell'Hockey Milano Rossoblu, iscrittosi in Serie A, avrebbe sopperito l'arrivo dell'HC Bressanone, vincitore dell'IHL - Division I 2017-2018.[1]

Nel mese di giugno, poco più di un mese dopo l'ufficializzazione da parte della FISG dell'organico, due squadre, l'Hockey Club Chiavenna e l'Hockey Club Feltreghiaccio si autoretrocessero in IHL - Division I per motivi economici, lasciando il torneo a 10 partecipanti.[7]

Squadre iscritte alla IHL nel campionato 2018-19
Club Regione Città Arena Capacità
Alleghe Hockey Veneto Veneto Alleghe-Stemma.png Alleghe (BL) Stadio Alvise De Toni 2.500
Hockey Como Lombardia Lombardia Como-Stemma.png Como Palaghiaccio Casate 2.500
HC Varese Lombardia Lombardia Varese-Stemma.png Varese PalAlbani 1.200
Falcons Bressanone Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Bressanone-Stemma.png Bressanone (BZ) Palaghiaccio Bressanone 2.500
SC Auer Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Ora (Italia)-Stemma.png Ora (BZ) Eisplatz Schwarzenbach 500
Hockey Pergine Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Pergine Valsugana-Stemma.png Pergine Valsugana (TN) Stadio del ghiaccio di Pergine 2.500
HC Merano J Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Merano-Stemma.png Merano (BZ) MeranArena 3.000
HC Eppan Campione in carica Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Appiano sulla Strada del Vino-Stemma.png Appiano sulla Strada del Vino (BZ) Stadio del ghiaccio di Appiano 1.500
SV Kaltern Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Caldaro sulla Strada del Vino-Stemma.png Caldaro sulla strada del vino (BZ) Palaghiaccio Caldaro 1.500
HC Fiemme Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Cavalese-Stemma.png Cavalese (TN) Palazzetto del Ghiaccio di Cavalese 2.300

Italian Hockey League - Division I[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Italian Hockey League - Division I 2018-2019.

Le squadre iscritte alla Italian Hockey League - Division I erano inizialmente 11; erano sei le squadre confermate dalla stagione precedente: Val Venosta, Hockey Pieve, Vipiteno C, ValpEagle, Sporting Pinerolo e Real Torino. Oltre al Bressanone promosso in IHL, mancavano quindi Valpellice (estromesso dal campionato precedente per non essersi presentata a due incontri), Varese Killer Bees, Val Pusteria Junior e Valrendena. Al loro posto erano ritornate a disputare un campionato senior le squadre Aosta Gladiators (che nella stagione precedente aveva ritirato l'iscrizione a poche settimane dall'inizio del campionato), Piné (la cui prima squadra mancava dalla stagione 2008-2009, quando tuttavia si era ritirata), Dobbiaco (che, dopo alcuni campionati giocati in Austria era stata richiamata in italia dalla FISG nella stagione precedente, ma che poi non si era iscritta), Torino Bulls (che mancavano dal 2015-2016) e Hockey Academy Bolzano (alla sua prima partecipazione).[8]

Nel mese di giugno, poco più di un mese dopo l'ufficializzazione da parte della FISG dell'organico della IHL, due squadre, l'Hockey Club Chiavenna e l'Hockey Club Feltreghiaccio si autoretrocessero in IHL - I Division per motivi economici, portando il torneo a 13 partecipanti, 7 nel girone Est e 6 nel girone Ovest.[7] Il girone Ovest perse tuttavia un'ulteriore partecipante a ridosso della stesura dei campionati, a causa della rinuncia dello Sporting Pinerolo.[9]

A seguito della fusione fra i settori giovanili dell'Hockey Academy Bolzano e dell'Hockey Club Bolzano, venne coinvolta nel progetto anche la squadra iscritta in IHL - Division I, che venne anch'essa ribattezzata HCB Foxes Academy.[10]

Squadre iscritte alla IHL-Division I nel campionato 2017-18
Girone Club Regione Città Arena Capacità
Ovest Aosta Gladiators Valle d'Aosta Valle d'Aosta Aosta-Stemma.png Aosta (AO) Palaghiaccio di Aosta ?
Real Torino Piemonte Piemonte Torino-Stemma.png Torino (TO) Palasport Tazzoli 2.290
Torino Bulls Piemonte Piemonte Torino-Stemma.png Torino (TO) Palasport Tazzoli 2.290
ValpEagle Piemonte Piemonte Torre Pellice-Stemma.png Torre Pellice (TO) Pala Cotta Morandini 2.370
Chiavenna Lombardia Lombardia Chiavenna-Stemma.png Chiavenna (SO) Palaghiaccio di Chiavenna 450
Est Hockey Pieve Veneto Veneto Pieve di Cadore-Stemma.png Pieve di Cadore (BL) Stadio del ghiaccio di Tai di Cadore ?
Feltreghiaccio Veneto Veneto Feltre-Stemma.png Feltre (BL) Palaghiaccio Feltre 2.500
Dobbiaco Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Dobbiaco-Stemma.png Dobbiaco (BZ) Palaghiaccio di Dobbiaco ?
WSV Sterzing Vipiteno C Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Vipiteno-Stemma.png Vipiteno (BZ) Weihenstephan Arena 1.700
Foxes Academy Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Bolzano-Stemma.png Bolzano (BZ) Palaonda
Palaghiaccio Sill
7.220
?
HC Piné Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Baselga di Piné-Stemma.png Baselga di Piné (TN) Ice Rink Piné 1.880
HC Val Venosta Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Laces-Stemma.png Laces (BZ) IceForum 400

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2018-2019 (hockey su ghiaccio) .

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Milano
4 ottobre 2018, ore 20:30
Ritten Sport 600px Rosso Blu e Bianco.svg5 – 4
(d.t.s.)
(2-1; 1-2; 1-1; 1-0)
referto
Blu e Rosso.png Hockey Milano RossobluStadio del ghiaccio Agorà (1051 spett.)
Arbitri:  Simone Lega
Willy Vinicio Volcan

Supercoppaitaliana.png Il Ritten Sport ha vinto la sua quarta Supercoppa italiana, battendo per la seconda volta consecutiva il Milano Rossoblu.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Campionati senior, stagione 2018-2019: iscrisioni I.H.L. Elite e IHL, su hockeytime.net, 11 maggio 2018. URL consultato il 14 maggio 2018.
  2. ^ L'Egna rinuncia all'Alps, in Alto Adige, 1º giugno 2018. URL consultato il 4 giugno 2018.
  3. ^ IHL - Serie A e Commissioni Campionati, su hockeytime.net, 15 settembre 2018. URL consultato il 17 settembre 2018.
  4. ^ Le decisioni del Consiglio Federale: IHL - Serie A e Commissioni Campionati, su fisg.it, 15 settembre 2018. URL consultato il 17 settembre 2018.
  5. ^ IHL Elite stagione 2018/19, su fisg.it, 6 giugno 2018. URL consultato il 7 giugno 2018 (archiviato il 7 giugno 2018).
  6. ^ IHL Elite: formula e numero stranieri, su hockeytime.net, 6 giugno 2018. URL consultato il 7 giugno 2018.
  7. ^ a b Chiavenna e Feltreghiaccio si autoretrocedono in IHL divisione I, su hockeytime.net, 18 giugno 2018. URL consultato il 19 giugno 2018.
  8. ^ Le iscritte alla I Division, su hockeytime.net, 1º giugno 2018. URL consultato il 4 giugno 2018.
  9. ^ Division I: il Pinerolo non ci sarà, su hockeywords.com, 27 agosto 2018. URL consultato il 5 settembre 2018.
  10. ^ Un settore giovanile unico per Bolzano – Nasce l’HCB Foxes Academy, su hcb.net, 12 giugno 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  11. ^ La Supercoppa rimane ai Rittner Buam che vincono a Milano per 5:4 all’overtime, su fisg.it, 5 ottobre 2018. URL consultato il 9 ottobre 2018.