Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2014-2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione 2014-2015
CampionatoCampionato italiano
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Numero squadre12 Serie A
11 Serie B

Il Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2014-2015, 81ª edizione del torneo, a seguito del cambio dirigenziale in seno alla FISG, subì una nuova modifica nonostante la riforma operata l'anno precedente. Il neo presidente, l'asiaghese Andrea Gios, che subentrò al bolzanino Giancarlo Bolognini (alla guida della Federazione da 17 anni), decise infatti di provare a rilanciare il campionato italiano, da anni in fase di costante declino. Il massimo campionato tornò quindi a chiamarsi Serie A e venne ampliato inglobando anche le squadre (ad eccezione del Merano, che non si iscrisse per problemi finanziari) che la stagione precedente avevano deciso di iscriversi in INL. Si decise di andare ad aumentare il numero di squadre iscritte, favorendo l'ingresso di squadre provenienti dal campionato cadetto anche con la riduzione del numero di transfer card (giocatori stranieri non convocabili per la Nazionale) schierabili (che passò da 9 a 4). Contestualmente sparì quindi la Seconda Divisione (la ex Serie A2), con la Serie B, che l'anno precedente fece le veci di terza categoria, che divenne quindi seconda serie del torneo.

La Federazione inoltre ideò a partire da questa stagione il premio Rookie of the year (in seguito tuttavia mai attribuito), con il quale si volevano premiare i migliori cinque giocatori per ruolo, scelti da allenatori e media del settore.

Un'ulteriore novità fu infine l'abolizione, dopo 7 anni dalla nascita, della Lega Hockey, che venne sostituita dalla Italian Ice Hockey Association, ramo federativo costituito per la gestione della sola disciplina hockeistica.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

A partire da questa stagione i campionati furono quindi riorganizzati nei seguenti livelli:

Livello Denominazione campionato Partecipanti
Serie A 12
Serie B 11

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2014-2015 (hockey su ghiaccio).

Si ritornò, dopo un solo anno, alla consueta denominazione di Serie A. Alle squadre iscritte l'anno precedente si aggiunsero 4 delle 5 squadre che avevano militato l'anno precedente in Seconda Divisione ed in INL. Rimase invece in EBEL (il massimo livello del campionato austriaco), nonostante qualche difficoltà finanziaria, il Bolzano.

Vi parteciparono quindi 12 squadre, tutte dislocate nel nord Italia ed in particolare, tranne due, nel Triveneto. Le squadre iscritte erano:

In seguito alla modifica del numero delle squadre (da otto a dodici formazioni) fu modificata anche la formula: la stagione regolare ebbe solamente un'andata e un ritorno, con in seguito una seconda fase del torneo dove le squadre (che mantennero i punti acquisti nella fase precedente) furono suddivise in due gruppi: le prime sei classificate formarono il Master Round, le restanti partecipanti diedero vita al Playoff Round. In questa seconda fase, ci fu dapprima una serie di sfide (solo gare di andata) tra le varie formazioni dello stesso raggruppamento, successivamente un'altra serie di sfide (sempre solo gare di andata) tra le squadre del Master e del Playoff Round. Chiusero la seconda fase le gare di ritorno tra le varie formazioni dello stesso raggruppamento.

Al termine di queste sedici giornate della seconda fase, si decisero quindi i piazzamenti per il tabellone dei playoff: l'ultima squadra classificata nel Playoff Round terminò la stagione, mentre le prime cinque squadre del Master Round ebbero accesso direttamente ai quarti di finale. Le sesta compagine del Master Round sfidò nello spareggio (best of three) la penultima del Playoff Round, mentre le restanti quattro squadre del Playoff Round giocarono a loro volta degli spareggi (sempre al meglio delle tre gare) per assicurarsi un posto nei playoff scudetto. Tutte le gare dei playoff furono poi disputate al meglio dei sette incontri.

Squadre iscritte alla Serie A nel campionato 2014-15
Club Regione Città Abitanti Arena Capacità Presenze in Serie A
Asiago Hockey Veneto Veneto Asiago-Stemma.png Asiago (VI) 6.450 Hodegart 3.000 51
SG Cortina Veneto Veneto Cortina d'Ampezzo-Stemma.png Cortina d'Ampezzo (BL) 5.915 Stadio Olimpico del Ghiaccio 2.700 67
Milano Rossoblu Lombardia Lombardia Milano-Stemma.png Milano 1.338.264 Stadio del ghiaccio Agorà 4.000 3
HC Valpellice Piemonte Piemonte Torre Pellice-Stemma.png Torre Pellice (TO) 4.735 Cotta Morandini 2.440 14
HC Pustertal Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Brunico-Stemma.png Brunico (BZ) 16.050 Rienzstadion 2.050 41
Ritten Sport Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Renon-Stemma.png Collalbo (BZ) 7.750[1] Arena Ritten 1.200 25
HC Fassa Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Canazei-Stemma.png Alba di Canazei (TN) 1.916[2] Gianmario Scola 3.500 30
WSV Sterzing Broncos Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Vipiteno-Stemma.png Vipiteno (BZ) 6.812 Weihenstephan Arena 1.700 9
HC Eppan Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Appiano sulla strada del vino-Stemma.png Appiano sulla Strada del Vino (BZ) 14.745 Stadio del ghiaccio di Appiano 1.500 3
HC Gherdëina Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Selva di Val Gardena-Stemma.png Selva di Val Gardena (BZ) 2.642 Pranives 2.000 48
SV Kaltern Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Caldaro sulla Strada del Vino-Stemma.png Caldaro sulla strada del vino (BZ) 7.844 Palaghiaccio Caldaro 1.500 2
HC Neumarkt Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Egna-Stemma.png Egna (BZ) 5.176 WürthArena 1.200 2

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 2014-2015 (hockey su ghiaccio).

A seguito della soppressione della Seconda Divisione/A2, il campionato di serie B diventò da quest'anno seconda serie del torneo.

A differenza della stagione precedente, le squadre iscritte scesero da 12 ad 11: vi parteciparono la quasi totalità delle squadre precedentemente iscritte in Serie B (che l'anno precedente fu però terzo livello del campionato), con tuttavia Bolzano (sponda Junior, che si iscriverà nel campionato U20), Trento e Val di Sole che persero le loro squadre, sostituite da Merano (che non si iscrisse come le altre compagini che militarono in Seconda Divisione nella Serie A, per problemi finanziari) e la rappresentativa under-20 del Val Pusteria (che preferì quindi iscriversi in serie B anziché nel campionato di categoria). Un'altra squadra, il Laives, sul principio sembrava dovesse iscriversi al campionato, cosa che però poi non avvenne.

Squadre iscritte alla Serie B nel campionato 2014-15
Club Regione Città Abitanti Arena Capacità
Alleghe Hockey Veneto Veneto Alleghe-Stemma.png Alleghe (BL) 1.237 Stadio Alvise De Toni 2.500
Feltreghiaccio Veneto Veneto Feltre-Stemma.png Feltre (BL) 20.652 Palaghiaccio Feltre 6.000
HC Chiavenna Lombardia Lombardia Chiavenna-Stemma.png Chiavenna (SO) 7.353 Palaghiaccio di Chiavenna 450
Hockey Como Lombardia Lombardia Como-Stemma.png Como 84.636 Palaghiaccio Casate 2.500
HC Varese Lombardia Lombardia Varese-Stemma.png Varese 80.816 PalAlbani 1.200
Aurora Frogs Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Ora (Italia)-Stemma.png Ora (BZ) 3.537 Eisplatz Schwarzenbach 500
Hockey Pergine Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Pergine Valsugana-Stemma.png Pergine Valsugana (TN) 21.122 Stadio del ghiaccio di Pergine 2.500
HC Merano J Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Merano-Stemma.png Merano (BZ) 39.355 MeranArena 3.000
Old Weasels Bozen Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Bolzano-Stemma.png Bolzano 106.179 Pista da ghiaccio Sill 2.500
HC Pustertal Junior Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Brunico-Stemma.png Brunico (BZ) 16.050 Leitner Solar Arena 2.050
HC Val Venosta Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Laces-Stemma.png Laces (BZ) 5.180 Palaghiaccio Laces/Latsch 400

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2014-2015 (hockey su ghiaccio).

Alla Coppa Italia 2014-15 accedono 4 squadre, il Milano padrone di casa e le altre tre formazioni vincitrici dei quarti di finale. Le 4 squadre si incontrano per la final four al PalaAgorà di Milano il 24 e il 25 gennaio 2015.

  Semifinali Finale
           
 Ritten-Renon 3  
 Val Pusteria 2  
     Ritten-Renon 4
   Milano Rossoblu 2
 Valpellice 2
 Milano Rossoblu 6  

†: partita terminata ai tempi supplementari
‡: partita terminata ai tiri di rigore

Coccarda Coppa Italia.svg Il Ritten Sport vince la sua terza Coppa Italia.

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Per la Supercoppa italiana si affrontarono, in gara unica, il Ritten Sport, squadra vincitrice sia dell'ultimo campionato che della coppa Italia, e l'HC Val Pusteria, finalista in ambo le competizioni.

Gara Unica

Collalbo
18 settembre 2014, ore 20:00
Ritten Sport 600px Rosso Blu e Bianco.svg 3 – 4
(0-1; 3-2; 0-1)
referto
Giallo e Nero.png Val Pusteria Arena Ritten (814 spett.)

Supercoppaitaliana.png L'HC Pustertal-Val Pusteria ha vinto la sua seconda Supercoppa italiana, battendo il Renon col risultato di 4-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Renon
  2. ^ Comune di Canazei