Campionato europeo di calcio Under-21 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Campionato europeo di calcio Under-21 2019
2019 UEFA Under-21 Championship
Logo della competizione
Logo della competizione
Competizione Campionato europeo di calcio Under-21
Sport Calcio
Edizione 22ª
Organizzatore UEFA
Date dal 16 giugno 2019
al 30 giugno 2019
Luogo Bandiera dell'Italia Italia (5 città)
Bandiera di San Marino San Marino (1 città)
Partecipanti 12 (55 alle qualificazioni)
Risultati
Vincitore Bandiera della Spagna Spagna
(5º titolo)
Secondo Bandiera della Germania Germania
Semi-finalisti Bandiera della Francia Francia
Bandiera della Romania Romania
Statistiche
Miglior giocatore Bandiera della Spagna Fabián Ruiz
Miglior marcatore Bandiera della Germania Luca Waldschmidt (7)
Incontri disputati 21
Gol segnati 78 (3,71 per incontro)
Pubblico 214 637
(10 221 per incontro)
Cronologia della competizione

Il campionato europeo di calcio Under-21 2019 è stata la 22ª edizione del torneo. Si è svolto in Italia e a San Marino dal 16 al 30 giugno 2019. Si è giocato in sei città: a Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Trieste e Udine per l'Italia e a Serravalle per San Marino.[1] La finale si è giocata a Udine.

Il torneo si è giocato un anno prima dei Giochi olimpici estivi di Tokyo, poi posticipati di un anno a causa della pandemia di COVID-19, e ha determinato le quattro squadre europee che si sono qualificate al torneo olimpico di calcio maschile.

Il torneo è stato vinto dalla Spagna, che aggiudicandosi per la quinta volta la manifestazione ha eguagliato il numero di successi dell'Italia.

Scelta del Paese ospitante

[modifica | modifica wikitesto]

L'assegnazione dei paesi per la fase finale del torneo è stata decisa dal comitato esecutivo dell'UEFA, riunitosi a Nyon il 9 dicembre 2016.[2] Ad annunciare la scelta del paese è stato il presidente Aleksander Čeferin in conferenza stampa dopo la riunione del comitato esecutivo UEFA.

Viene confermata la nuova formula usata nell'edizione precedente in Polonia, 12 squadre partecipanti divise in tre gironi da 4 squadre, in cui si qualificano alle semifinali le prime di ogni girone e la migliore seconda.[3]

Le quattro semifinaliste si qualificano al torneo calcistico delle Olimpiadi 2020. Nel caso in cui l'Inghilterra fosse stata tra le semifinaliste si sarebbe disputato uno spareggio tra le due seconde classificate dei gironi non qualificate alle semifinali per determinare la quarta squadra qualificata alle olimpiadi[4], poiché il comitato olimpico del Regno Unito affiliato al CIO è unico per tutte le quattro nazioni costitutive, ma una nazionale del Regno Unito non può qualificarsi sul campo, dato che le nazioni costitutive britanniche hanno ognuna una federazione calcistica affiliata alla FIFA e sono state iscritte singolarmente alle qualificazioni.

Qualificazioni

[modifica | modifica wikitesto]

L'Italia è ammessa di diritto alla fase finale in quanto paese organizzatore[5], la nazionale di San Marino partecipa invece alle qualificazioni in quanto la federazione non è direttamente organizzatrice della manifestazione.

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Partecipazioni precedenti al torneo Ultima presenza
1 Bandiera dell'Italia Italia 9 dicembre 2016 Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale 20 (1978, 1980, 1982, 1984, 1986, 1988, 1990, 1992, 1994, 1996, 2000, 2002, 2004, 2006, 2007, 2009, 2013, 2015, 2017) Polonia 2017
2 Bandiera della Spagna Spagna 6 settembre 2018 1ª classificata nel Gruppo 2 13 (1982, 1984, 1986, 1988, 1990, 1994, 1996, 1998, 2000, 2009, 2011, 2013, 2017) Polonia 2017
3 Bandiera della Francia Francia 7 settembre 2018 1ª classificata nel Gruppo 9 8 (1982, 1984, 1986, 1988, 1994, 1996, 2002, 2006) Portogallo 2006
4 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra 11 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 4 14 (1978, 1980, 1982, 1984, 1986, 1988, 2000, 2002, 2007, 2009, 2011, 2013, 2015, 2017) Polonia 2017
5 Bandiera della Serbia Serbia[6] 13 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 7 12 (1978, 1980, 1984, 1990, 2004, 2006, 2007, 2009, 2015, 2017) Polonia 2017
6 Bandiera della Germania Germania 13 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 5 11 (1982, 1990, 1992, 1996, 1998, 2004, 2006, 2009, 2013, 2015, 2017) Polonia 2017
7 Bandiera della Croazia Croazia 15 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 1 2 (2000, 2004) Germania 2004
8 Bandiera della Danimarca Danimarca 16 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 3 7 (1978, 1986, 1992, 2006, 2011, 2015, 2017) Polonia 2017
9 Bandiera del Belgio Belgio 16 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 6 2 (2002, 2007) Paesi Bassi 2007
10 Bandiera della Romania Romania 16 ottobre 2018 1ª classificata nel Gruppo 8 1 (1998) Romania 1998
11 Bandiera della Polonia Polonia 20 novembre 2018 Vincitrice play-off 6 (1982, 1984, 1986, 1992, 1994, 2017) Polonia 2017
12 Bandiera dell'Austria Austria 20 novembre 2018 Vincitrice play-off Esordiente

Le date in grassetto indicano che la nazione ha vinto quella edizione del torneo, mentre le date in corsivo indicano la nazione ospitante.

La scelta dei sei impianti di gioco che ospiteranno il torneo è stata ufficializzata il 1º marzo 2017.[1]

Bologna Reggio Emilia Cesena
Stadio Renato Dall'Ara Mapei Stadium - Città del Tricolore Orogel Stadium-Dino Manuzzi
Capacità: 31 000 Capacità: 21 500 Capacità: 20 194
Trieste Udine Serravalle (San Marino)
Stadio Nereo Rocco Stadio Friuli San Marino Stadium
Capacità: 20 500 Capacità: 25 151 Capacità: 4 778

Il sorteggio per la fase finale si è tenuto il 23 novembre 2018 a Sant'Agata Bolognese ed è stato condotto da Mia Ceran. Il ranking ha stabilito le due squadre teste di serie che si sono aggiunte all'Italia padrona di casa. Tali squadre non potevano finire quindi nello stesso gruppo, così come la terza, la quarta e la quinta del ranking. Le sei squadre rimanenti sono state poste nell'ultima urna a occupare le posizioni rimanenti nei tre gironi.

Teste di serie Seconda fascia Terza fascia

Le liste ufficiali, composte da ventitré giocatori (di cui tre portieri), saranno da presentare entro 10 giorni dall'inizio della manifestazione. Fino a ventiquattro ore prima della partita d'esordio della squadra, tuttavia, è ancora ammessa la possibilità di sostituire uno o più convocati in caso di infortunio che ne pregiudichi la disputa del torneo.[3]

Saranno selezionabili i giocatori nati dopo il 1º gennaio 1996.

Fase a gruppi

[modifica | modifica wikitesto]

Alla competizione partecipano 12 squadre, divise in tre gironi da quattro compagini. Passano il turno, accedendo alle semifinali, le prime classificate di ogni gruppo più la migliore seconda (evidenziate in giallo). In caso due o più squadre si classifichino a pari punti nello stesso girone, si utilizzeranno i seguenti criteri per determinare la posizione in classifica:[3]

  1. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate;
  2. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate;
  3. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate

Se, dopo aver utilizzato i criteri precedenti, ancora due o più squadre fossero in parità, verranno applicati nuovamente i criteri da 1 a 3 prendendo in considerazione gli scontri tra queste squadre rimanenti. In caso di ulteriore parità si applicheranno i seguenti criteri:

  1. migliore differenza reti nell'intero girone;
  2. maggior numero di reti segnate nell'intero girone;
  3. più basso punteggio disciplinare (classifica fair play) calcolato così:
    1. ogni cartellino rosso diretto: +3 punti,
    2. ogni cartellino rosso da doppia ammonizione: +3 punti,
    3. ogni cartellino giallo: +1 punto,
  4. più alta posizione nel ranking UEFA Under-21 vigente al momento del sorteggio.

Se però due squadre, che hanno gli stessi punti e lo stesso numero di goal segnati e subiti, si affrontano nell'ultima giornata del girone e al termine dei tempi regolamentari si trovano ancora in parità, con nessuna altra squadra del girone classificatasi a pari punti, si effettueranno i tiri di rigore tra le due squadre per determinarne la migliore classificata.

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Bandiera della Spagna Spagna 6 3 2 0 1 8 4 +4
2. Bandiera dell'Italia Italia 6 3 2 0 1 6 3 +3
3. Bandiera della Polonia Polonia 6 3 2 0 1 4 7 -3
4. Bandiera del Belgio Belgio 0 3 0 0 3 4 8 -4
Reggio Emilia
16 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 2
Polonia Bandiera della Polonia3 – 2
referto
Bandiera del Belgio BelgioStadio Città del Tricolore (2 534[7] spett.)
Arbitro: Bandiera della Romania István Kovács

Bologna
16 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 1
Italia Bandiera dell'Italia3 – 1
referto
Bandiera della Spagna SpagnaStadio Renato Dall'Ara (26 432[8] spett.)
Arbitro: Bandiera dei Paesi Bassi Serdar Gözübüyük

Reggio Emilia
19 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 8
Spagna Bandiera della Spagna2 – 1
referto
Bandiera del Belgio BelgioStadio Città del Tricolore (2 738[9] spett.)
Arbitro: Bandiera della Lettonia Andris Treimanis

Bologna
19 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 7
Italia Bandiera dell'Italia0 – 1
referto
Bandiera della Polonia PoloniaStadio Renato Dall'Ara (26 890[10] spett.)
Arbitro: Bandiera della Bielorussia Aljaksej Kul'bakoŭ

Reggio Emilia
22 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 13
Belgio Bandiera del Belgio1 – 3
referto
Bandiera dell'Italia ItaliaStadio Città del Tricolore (20 075[11] spett.)
Arbitro: Bandiera della Serbia Srđan Jovanović

Bologna
22 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 14
Spagna Bandiera della Spagna5 – 0
referto
Bandiera della Polonia PoloniaStadio Renato Dall'Ara (3 122[12] spett.)
Arbitro: Bandiera della Scozia Bobby Madden

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Bandiera della Germania Germania 7 3 2 1 0 10 3 +7
2. Bandiera della Danimarca Danimarca 6 3 2 0 1 6 4 +2
3. Bandiera dell'Austria Austria 4 3 1 1 1 4 4 0
4. Bandiera della Serbia Serbia 0 3 0 0 3 1 10 -9
Trieste
17 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 4
Serbia Bandiera della Serbia0 – 2
referto
Bandiera dell'Austria AustriaStadio Nereo Rocco (5 421[13] spett.)
Arbitro: Bandiera della Svezia Andreas Ekberg

Udine
17 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 3
Germania Bandiera della Germania3 – 1
referto
Bandiera della Danimarca DanimarcaStadio Friuli (7 131[14] spett.)
Arbitro: Bandiera d'Israele Orel Grinfeeld

Udine
20 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 10
Danimarca Bandiera della Danimarca3 – 1
referto
Bandiera dell'Austria AustriaStadio Friuli (7 297[15] spett.)
Arbitro: Bandiera della Bulgaria Georgi Kabakov

Trieste
20 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 9
Germania Bandiera della Germania6 – 1
referto
Bandiera della Serbia SerbiaStadio Nereo Rocco (9 837[16] spett.)
Arbitro: Bandiera della Romania István Kovács

Udine
23 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 15
Austria Bandiera dell'Austria1 – 1
referto
Bandiera della Germania GermaniaStadio Friuli (9 100[17] spett.)
Arbitro: Bandiera della Lettonia Andris Treimanis

Trieste
23 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 16
Danimarca Bandiera della Danimarca2 – 0
referto
Bandiera della Serbia SerbiaStadio Nereo Rocco (4 543[18] spett.)
Arbitro: Bandiera della Bielorussia Aljaksej Kul'bakoŭ

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Bandiera della Romania Romania 7 3 2 1 0 8 3 +5
2. Bandiera della Francia Francia 7 3 2 1 0 3 1 +2
3. Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra 1 3 0 1 2 6 9 -3
4. Bandiera della Croazia Croazia 1 3 0 1 2 4 8 -4
Serravalle
18 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 6
Romania Bandiera della Romania4 – 1
referto
Bandiera della Croazia CroaziaSan Marino Stadium (4 035[19] spett.)
Arbitro: Bandiera della Scozia Bobby Madden

Cesena
18 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 5
Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra1 – 2
referto
Bandiera della Francia FranciaStadio Dino Manuzzi (11 288[20] spett.)
Arbitro: Bandiera della Serbia Srđan Jovanović

Cesena
21 giugno 2019, ore 18:30 CEST
Incontro 11
Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra2 – 4
referto
Bandiera della Romania RomaniaStadio Dino Manuzzi (8 440[21] spett.)
Arbitro: Bandiera della Svezia Andreas Ekberg

Serravalle
21 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 12
Francia Bandiera della Francia1 – 0
referto
Bandiera della Croazia CroaziaSan Marino Stadium (3 416[22] spett.)
Arbitro: Bandiera dei Paesi Bassi Serdar Gözübüyük

Serravalle
24 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 17
Croazia Bandiera della Croazia3 – 3
referto
Bandiera dell'Inghilterra InghilterraSan Marino Stadium (3 512[23] spett.)
Arbitro: Bandiera d'Israele Orel Grinfeeld

Cesena
24 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 18
Francia Bandiera della Francia0 – 0
referto
Bandiera della Romania RomaniaStadio Dino Manuzzi (12 861[24] spett.)
Arbitro: Bandiera della Bulgaria Georgi Kabakov

Raffronto delle seconde classificate

[modifica | modifica wikitesto]

Tra le squadre classificatesi al secondo posto solamente una accede alle semifinali. In caso di due o più squadre a pari punti, si determinerà la miglior classificata secondo i seguenti criteri:

  1. miglior differenza reti;
  2. maggior numero di reti segnate;
  3. minor punteggio disciplina (fair play) calcolato così:
    1. ogni cartellino rosso diretto subito: +3 punti;
    2. ogni cartellino rosso per doppia ammonizione subito: +3 punti;
    3. ogni cartellino giallo subito: +1 punto;
  4. miglior posizione nel ranking UEFA Under-21 in vigore al momento del sorteggio.
Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR Gir
1. Bandiera della Francia Francia 7 3 2 1 0 3 1 +2 C
2. Bandiera dell'Italia Italia 6 3 2 0 1 6 3 +3 A
3. Bandiera della Danimarca Danimarca 6 3 2 0 1 6 4 +2 B

Fase a eliminazione diretta

[modifica | modifica wikitesto]
Semifinali Finale
1A Bandiera della Spagna Spagna 4
2C Bandiera della Francia Francia 1 1A Bandiera della Spagna Spagna 2
1B Bandiera della Germania Germania 4 1B Bandiera della Germania Germania 1
1C Bandiera della Romania Romania 2
Bologna
27 giugno 2019, ore 18:00 CEST
Incontro 20
Germania Bandiera della Germania4 – 2
referto
Bandiera della Romania RomaniaStadio Renato Dall'Ara (16 211[25] spett.)
Arbitro: Bandiera d'Israele Orel Grinfeeld

Reggio Emilia
27 giugno 2019, ore 21:00 CEST
Incontro 19
Spagna Bandiera della Spagna4 – 1
referto
Bandiera della Francia FranciaStadio Città del Tricolore (6 522[26] spett.)
Arbitro: Bandiera della Bulgaria Georgi Kabakov

Udine
30 giugno 2019, ore 20:45 CEST
Incontro 21
Spagna Bandiera della Spagna2 – 1
referto
Bandiera della Germania GermaniaStadio Friuli (23 232[27] spett.)
Arbitro: Bandiera della Serbia Srđan Jovanović

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Spagna
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Germania
P 1 Antonio Sivera Ammonizione al 83’ 83’
D 15 Martín Aguirregabiria
D 5 Unai Núñez Ammonizione al 71’ 71’
D 2 Jesús Vallejo Ammonizione al 33’ 33’
D 20 Junior Firpo
C 21 Marc Roca
C 6 Fabián Ruiz Uscita al 78’ 78’
C 19 Dani Olmo
C 10 Dani Ceballos
C 22 Pablo Fornals Uscita al 72’ 72’
A 11 Mikel Oyarzabal Uscita al 55’ 55’
Sostituzioni:
C 7 Carlos Soler Ingresso al 55’ 55’
A 9 Borja Mayoral Ingresso al 72’ 72’
C 8 Mikel Merino Ingresso al 78’ 78’
Allenatore:
Luis de la Fuente
P 1 Alexander Nübel
D 3 Lukas Klostermann
D 4 Jonathan Tah
D 5 Timo Baumgartl
D 2 Benjamin Henrichs
C 16 Suat Serdar Uscita al 61’ 61’
C 6 Maximilian Eggestein Uscita al 78’ 78’
C 8 Mahmoud Dahoud
A 7 Levin Öztunalı Uscita al 72’ 72’
A 10 Luca Waldschmidt
A 18 Nadiem Amiri
Sostituzioni:
C 19 Florian Neuhaus Ingresso al 61’ 61’
A 11 Marco Richter Ingresso al 72’ 72’
A 9 Lukas Nmecha Ingresso al 78’ 78’
Allenatore:
Stefan Kuntz

Classifica marcatori

[modifica | modifica wikitesto]
7 reti
4 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

I seguenti premi sono stati assegnati alla fine del torneo:

Squadra del torneo

[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il torneo, la squadra Under-21 è stata selezionata dagli osservatori tecnici UEFA.[30]

Posizione Giocatore
Portiere Bandiera della Germania Alexander Nübel
Difensori Bandiera della Germania Lukas Klostermann
Bandiera della Germania Jonathan Tah
Bandiera della Spagna Jesús Vallejo
Bandiera della Germania Benjamin Henrichs
Centrocampisti Bandiera della Spagna Fabián Ruiz
Bandiera della Germania Mahmoud Dahoud
Bandiera della Spagna Dani Olmo
Bandiera della Germania Luca Waldschmidt
Bandiera della Spagna Dani Ceballos
Attaccante Bandiera della Romania George Pușcaș
  1. ^ a b Europei Under-21, Italia 2019: presentati gli stadi della competizione[collegamento interrotto], archistadia.it, 2 marzo 2017.
  2. ^ La UEFA assegna all’Italia l’Europeo Under 21 del 2019, figc.it. URL consultato l'11 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2017).
  3. ^ a b c (EN) Regulations of the UEFA European Under-21 Championship 2019 (PDF), su uefa.com, UEFA. URL consultato il 19 giugno 2019.
  4. ^ Draw Press Kit (PDF), su uefa.com.
  5. ^ Italy to host 2019 Under-21 EURO, su uefa.com, 9 dicembre 2016.
  6. ^ Incluse le partecipazioni come Jugoslavia e Serbia e Montenegro.
  7. ^ Polonia U21-Belgio U21, su it.soccerway.com, 16 giugno 2019.
  8. ^ Italia U21-Spagna U21, su it.soccerway.com, 16 giugno 2019.
  9. ^ Spagna U21-Belgio U21, su it.soccerway.com, 19 giugno 2019.
  10. ^ Italia U21-Polonia U21, su it.soccerway.com, 19 giugno 2019.
  11. ^ Belgio U21-Italia U21, su it.soccerway.com, 22 giugno 2019.
  12. ^ Spagna U21-Polonia U21, su it.soccerway.com, 22 giugno 2019.
  13. ^ Serbia U21-Austria U21, su it.soccerway.com, 17 giugno 2019.
  14. ^ Germania U21-Danimarca U21, su it.soccerway.com, 17 giugno 2019.
  15. ^ Danimarca U21-Austria U21, su it.soccerway.com, 20 giugno 2019.
  16. ^ Germania U21-Serbia U21, su it.soccerway.com, 20 giugno 2019.
  17. ^ Austria U21-Germania U21, su it.soccerway.com, 23 giugno 2019.
  18. ^ Danimarca U21-Serbia U21, su it.soccerway.com, 23 giugno 2019.
  19. ^ Romania U21-Croazia U21, su it.soccerway.com, 18 giugno 2019.
  20. ^ Inghilterra U21-Francia U21, su it.soccerway.com, 18 giugno 2019.
  21. ^ Inghilterra U21-Romania U21, su it.soccerway.com, 21 giugno 2019.
  22. ^ Francia U21-Croazia U21, su it.soccerway.com, 21 giugno 2019.
  23. ^ Croazia U21-Inghilterra U21, su it.soccerway.com, 24 giugno 2019.
  24. ^ Francia U21-Romania U21, su it.soccerway.com, 24 giugno 2019.
  25. ^ Germania U21-Romania U21, su it.soccerway.com, 27 giugno 2019.
  26. ^ Spagna U21-Francia U21, su it.soccerway.com, 27 giugno 2019.
  27. ^ Spagna U21-Germania U21, su it.soccerway.com, 30 giugno 2019.
  28. ^ UEFA.com, Fabián Ruiz eletto Giocatore del Torneo SOCAR, su UEFA.com. URL consultato il 22 luglio 2019.
  29. ^ UEFA.com, Under 21 Top Scorer, su UEFA.com. URL consultato il 22 luglio 2019.
  30. ^ UEFA.com, La Squadra del Torneo di EURO Under 21, su UEFA.com. URL consultato il 22 luglio 2019.

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio