Campionato Primavera 1 2019-2020

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato Primavera 1 2019-2020
Campionato Primavera 1 TIM 2019-2020
Logo della competizione
Competizione Campionato Primavera 1
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 58ª
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 14 settembre 2019
all'8 marzo 2020
Luogo   Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Atalanta
(4º titolo)
Retrocessioni Pescara
Chievo
Napoli
Statistiche
Miglior marcatore   Samuele Mulattieri (15)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2018-2019 2020-2021 Right arrow.svg

Il Campionato Primavera 1 TIM - Trofeo "Giacinto Facchetti" 2019-2020 è stata la 58ª edizione del torneo Primavera, la 3ª nella formula della massima divisione a girone unico, seppur mantenendo i play-off per l'assegnazione del titolo. La squadra campione in carica era l'Atalanta. Il campionato, dopo continue sospensioni, iniziate dal 23 febbraio 2020, in relazione all'emergenza sanitaria causata dal protrarsi della pandemia di COVID-19, viene definitivamente interrotto il 17 giugno 2020, con un comunicato ufficiale emanato dalla Lega Serie A[1]. La classifica finale è stata redatta usando il coefficiente correttivo, assegnando così lo scudetto all'Atalanta, che era in testa alla classifica al momento dell'interruzione del torneo[2].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione precedente sono retrocessi Milan e Udinese. Il Genoa, retrocesso dopo aver perso i play-out, è stato riammesso, in quanto il Palermo non si è iscritto al campionato di Serie B. Dal Campionato Primavera 2 sono state promosse Bologna, Pescara e Lazio, quest'ultima vincitrice dei play-off.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato Primavera si articola nelle seguenti fasi[3]:

  • Prima fase - Girone unico "all'italiana": le 16 società partecipanti sono inserite in un girone unico. Al termine di questa fase, le prime sei società classificate accedono alla fase finale. Le ultime due società classificate retrocedono direttamente al campionato Primavera 2.
  • Play-out per la permanenza nel campionato Primavera: le due società classificatesi al 13º ed al 14º posto disputano il play-out per la permanenza nel campionato Primavera 1, con gare di andata, in casa della 14ª, e ritorno, a campo invertito.
  • Fase finale: la fase finale ha luogo con il sistema dell’eliminazione diretta in gara unica ed è suddivisa in tre turni: 1º turno, semifinali e finale. Le sei società qualificate sono concentrate nella/e località ove si disputano tutte le gare della fase finale. Le due società classificatesi al 1º e 2º posto al termine del campionato sono considerate teste di serie e accedono direttamente alle semifinali. Le società classificatesi dal 3º al 6º posto accedono al primo turno.
1º Turno: le quattro società ammesse sono accoppiate fra loro secondo il seguente schema:
gara 1: 4ª classificata contro 5ª classificata;
gara 2: 3ª classificata contro 6ª classificata.
In caso di parità al termine di ogni gara del 1º turno, si qualifica alla semifinale la squadra meglio classificata al termine della prima fase (non è previsto lo svolgimento dei tempi supplementari né l’esecuzione dei calci di rigore).
Semifinali: le due società teste di serie e le due società vincenti le gare del 1º turno sono accoppiate fra loro secondo il seguente schema:
1ª classificata contro vincente gara 1;
2ª classificata contro vincente gara 2.
In caso di parità, al termine di ogni gara di semifinale, le squadre disputano due tempi supplementari della durata di 15’ ciascuno. Qualora, al termine del secondo tempo supplementare, il punteggio dell’incontro dovesse rimanere ancora in parità, si qualifica alla finale la squadra meglio classificata al termine della prima fase (non è prevista l’esecuzione dei calci di rigore).
Finale: le società vincitrici delle semifinali si affronteranno in finale. In caso di parità, al termine dei 90 minuti regolamentari, le squadre disputano due tempi supplementari della durata di 15’ ciascuno. Qualora, al termine del secondo tempo supplementare, il punteggio dell’incontro dovesse rimanere ancora in parità, si procederà all’esecuzione dei calci di rigore per determinare la società Campione d'Italia 2019-2020.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Impianto Stagione precedente
Atalanta Bergamo Centro Sportivo Bortolotti (Zingonia) 1º posto nel Campionato Primavera 1
Bologna Bologna Centro Sportivo Biavati (Corticella) 1º posto nel girone A del Campionato Primavera 2
Cagliari Cagliari Centro Sportivo Asseminello (Assemini) 7º posto nel Campionato Primavera 1
Chievo Verona Campo Comunale (Caselle di Sommacampagna) 6º posto nel Campionato Primavera 1
Empoli Empoli (FI) Centro Sportivo Monteboro 13º posto nel Campionato Primavera 1
Fiorentina Firenze Stadio comunale Gino Bozzi 5º posto nel Campionato Primavera 1
Genoa Genova Campo sportivo comunale "Begato 9" 14º posto nel Campionato Primavera 1[4]
Inter Milano Stadio Breda (Sesto San Giovanni) 2º posto nel Campionato Primavera 1
Juventus Torino Juventus Center (Vinovo) 8º posto nel Campionato Primavera 1
Lazio Roma Centro sportivo (Formello) 2º posto nel girone B del Campionato Primavera 2[5]
Napoli Napoli Stadio Pasquale Ianniello (Frattamaggiore) 10º posto nel Campionato Primavera 1
Pescara Pescara Centro Sportivo "Delfino Pescara" (Città Sant'Angelo) 1º posto nel girone B del Campionato Primavera 2
Roma Roma Stadio Tre Fontane 3º posto nel Campionato Primavera 1
Sampdoria Genova Campo comunale R.Garrone (Bogliasco) 11º posto nel Campionato Primavera 1
Sassuolo Sassuolo (MO) Stadio Enzo Ricci 12º posto nel Campionato Primavera 1
Torino Torino Centro Sportivo Filadelfia 4º posto nel Campionato Primavera 1

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore
Atalanta   Massimo Brambilla
Bologna   Emanuele Troise
Cagliari[6]   Max Canzi (1ª-20ª)
  Luigi Lavecchia (21ª)
Chievo   Paolo Mandelli
Empoli   Antonio Buscè
Fiorentina   Emiliano Bigica
Genoa   Luca Chiappino
Inter   Armando Madonna
Juventus   Lamberto Zauli
Lazio   Leonardo Menichini
Napoli[7][8]   Roberto Baronio (1ª-15ª)
  Giuseppe Angelini (16ª-21ª)
Pescara[9]   Nicola Legrottaglie (1ª-15ª)
  Antonio Di Battista (16ª-21ª)
Roma   Alberto De Rossi
Sampdoria   Marcello Cottafava
Sassuolo   Francesco Turrini
Torino   Marco Sesia

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: comunicato ufficiale FIGC[10].

Nota: a seguito della conclusione anticipata del torneo, il punteggio finale () è calcolato secondo la formula ,[11] dove:
  • è il punteggio totale accumulato in classifica fino al momento della sospensione definitiva;
  • è la media punti realizzati nelle gare disputate in casa fino al momento della sospensione definitiva;
  • è il numero di partite rimanenti da giocare in casa secondo il calendario ordinario;
  • è la media punti realizzati nelle gare disputate in trasferta fino al momento della sospensione definitiva;
  • è il numero di partite rimanenti da giocare in trasferta secondo il calendario ordinario.
Pos. Squadra PF Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Atalanta 75,83 48 19 15 3 1 48 16 +32
2. Cagliari 68,64 45 20 14 3 3 37 20 +17
3. Inter 56,05 39 21 11 6 4 45 25 +20
4. Juventus 47,50 35 21 10 5 6 31 31 0
5. Genoa 45,42 31 21 9 4 8 36 33 +3
6. Roma 45,00 32 21 9 5 7 52 44 +8
7. Empoli 43,36 30 21 8 6 7 27 33 -6
8. Sampdoria 41,25 31 21 9 4 8 31 36 -5
9. Bologna 39,85 25 20 8 1 11 31 43 -12
10. Sassuolo 38,86 27 21 7 6 8 36 36 0
11. Lazio 38,17 24 19 7 3 9 23 32 -9
12. Fiorentina 34,55 24 20 6 6 8 27 27 0
13. Torino 33,94 22 20 5 7 8 18 20 -2
1downarrow red.svg 14. Pescara 20,86 15 21 4 3 14 31 44 -13
1downarrow red.svg 15. Chievo 19,00 12 19 2 6 11 26 43 -17
1downarrow red.svg 16. Napoli 18,27 13 21 3 4 14 23 39 -16

Legenda:

      Campione d'Italia.
      Retrocesse in Campionato Primavera 2 2020-2021.

Note:

Tre punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato reso noto dalla Lega Serie A il 6 agosto 2019[12].

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (16ª)
14 set. 1-1 Cagliari-Genoa 3-1 26 gen.
15 set. 6-3 Fiorentina-Bologna 1-0 25 gen.
14 set. 3-0 Juventus-Empoli 0-2
1-0 Napoli-Torino 2-1 26 gen.
13 set. 2-3 Pescara-Inter 2-2 25 gen.
16 set. 6-3 Roma-Chievo 2-2 24 gen.
14 set. 2-3 Sampdoria-Atalanta 2-2 25 gen.
15 set. 2-3 Sassuolo-Lazio 2-0 26 gen.
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (17ª)
22 set. 5-0 Atalanta-Juventus 1-2 1° feb.
21 set. 3-2 Bologna-Napoli 1-0
22 set. 0-1 Chievo-Sampdoria 2-2 3 feb.
20 set. 1-2 Empoli-Cagliari 1-2 2 feb.
21 set. 3-0 Genoa-Sassuolo 3-4
1-0 Inter-Fiorentina 2-1 1° feb.
2-1 Lazio-Pescara 4-2
23 set. 3-2 Torino-Roma 2-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (18ª)
30 set. 3-2 Bologna-Chievo 4-3 8 feb.
28 set. 3-0 Fiorentina-Roma 1-2
1-0 Genoa-Torino 0-0 9 feb.
0-2 Juventus-Cagliari 1-1
29 set. 0-0 Lazio-Empoli 3-1 7 feb.
28 set. 0-1 Napoli-Inter 0-5 8 feb.
29 set. 3-0 Pescara-Sampdoria 0-1
28 set. 0-2 Sassuolo-Atalanta 1-2
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (19ª)
5 ott. 5-2 Atalanta-Pescara 1-0 15 feb.
4-2 Cagliari-Sassuolo 1-0
6 ott. 1-4 Chievo-Genoa 0-3 16 feb.
7 ott. 1-1 Empoli-Napoli 3-1 17 feb.
6 ott. 5-1 Inter-Juventus 1-1 15 feb.
5 ott. 2-0 Roma-Bologna 1-3
4 ott. 2-1 Sampdoria-Lazio 1-1 17 feb.
5 ott. 1-1 Torino-Fiorentina 0-1 15 feb.


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (20ª)
19 ott. 2-0 Bologna-Sampdoria 2-4 22 feb.
20 ott. 1-1 Fiorentina-Chievo n.d.
19 ott. 4-3 Genoa-Inter 0-3 22 feb.
18 ott. 0-2 Lazio-Atalanta n.d.
19 ott. 1-2 Napoli-Roma 3-3 24 feb.
18 ott. 3-1 Pescara-Juventus 0-1 23 feb.
21 ott. 3-3 Sassuolo-Empoli 1-1 22 feb.
20 ott. 1-3 Torino-Cagliari 0-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (21ª)
4 dic. 4-0 Atalanta-Empoli n.d.
27 ott. 3-1 Cagliari-Lazio
1-1 Chievo-Napoli
23 ott. 3-3 Fiorentina-Pescara
4 dic. 4-0 Inter-Bologna
26 ott. 2-1 Juventus-Sassuolo
4-1 Roma-Genoa
28 ott. 3-0 Sampdoria-Torino


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (22ª)
2 nov. 1-2 Cagliari-Atalanta n.d.
3 nov. 1-0 Empoli-Sampdoria 2-0 8 mar.
4 dic. 2-2 Genoa-Juventus 2-1
1° nov. 2-4 Inter-Roma 3-3 7 mar.
2 nov. 0-3 Lazio-Chievo n.d.
1-1 Napoli-Fiorentina 1-2 6 mar.
2-1 Sassuolo-Pescara 2-1 7 mar.
3 nov. 5-1 Torino-Bologna n.d.
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (23ª)
9 nov. 4-0 Bologna-Empoli n.d.
2-0 Chievo-Torino
0-4 Fiorentina-Genoa
10 nov. 3-1 Juventus-Lazio
9 nov. 3-4 Napoli-Sassuolo
1-4 Pescara-Cagliari
10 nov. 3-3 Roma-Atalanta
22 gen. 2-1 Sampdoria-Inter


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (24ª)
22 nov. 4-1 Atalanta-Napoli n.d.
24 nov. 1-0 Cagliari-Bologna
23 nov. 1-0 Empoli-Fiorentina
25 nov. 2-1 Genoa-Pescara
23 nov. 0-0 Inter-Torino
22 nov. 4-1 Juventus-Chievo
23 nov. 2-1 Lazio-Roma
5-1 Sassuolo-Sampdoria
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (25ª)
30 nov. 1-0 Bologna-Genoa n.d.
1° dic. 0-1 Chievo-Inter
30 nov. 0-1 Fiorentina-Atalanta
1° dic. 0-1 Napoli-Cagliari
30 nov. 2-3 Pescara-Empoli
29 nov. 4-3 Roma-Sassuolo
30 nov. 0-2 Sampdoria-Juventus
1-0 Torino-Lazio


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (26ª)
7 dic. 2-0 Atalanta-Chievo n.d.
8 dic. 2-0 Cagliari-Sampdoria
2-1 Empoli-Roma
7 dic. 0-3 Genoa-Napoli
1-1 Juventus-Torino
0-2 Lazio-Inter
9 dic. 3-1 Pescara-Bologna
7 dic. 0-0 Sassuolo-Fiorentina
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (27ª)
15 dic. 1-4 Bologna-Atalanta n.d.
2-2 Chievo-Pescara
14 dic. 2-0 Fiorentina-Cagliari
1-1 Inter-Sassuolo
1-2 Napoli-Lazio
15 dic. 0-0 Roma-Juventus
13 dic. 1-0 Sampdoria-Genoa
14 dic. 0-0 Torino-Empoli


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (28ª)
21 dic. 2-1 Atalanta-Inter n.d.
1-5 Cagliari-Roma
1-1 Empoli-Genoa
3-2 Juventus-Bologna
2-1 Lazio-Fiorentina
0-3 Pescara-Torino
22 dic. 2-1 Sampdoria-Napoli
20 dic. 1-1 Sassuolo-Chievo
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (29ª)
12 gen. 0-0 Bologna-Lazio n.d.
11 gen. 0-3 Chievo-Cagliari
2-2 Fiorentina-Sampdoria
10 gen. 0-3 Genoa-Atalanta
12 gen. 3-1 Inter-Empoli
11 gen. 0-1 Napoli-Juventus
12 gen. 2-1 Roma-Pescara
11 gen. 0-0 Torino-Sassuolo


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (30ª)
19 gen. 0-0 Atalanta-Torino n.d.
18 gen. 1-1 Cagliari-Inter
3-2 Empoli-Chievo
2-1 Juventus-Fiorentina
20 gen. 1-4 Lazio-Genoa
19 gen. 1-0 Pescara-Napoli
18 gen. 5-4 Sampdoria-Roma
19 gen. 2-0 Sassuolo-Bologna

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Andata Ritorno
Atalanta 41 Cagliari 13
Cagliari 32 Inter 12
Inter 27 Sassuolo 10
Juventus 27 Empoli 10
Roma 26 Bologna 9
Genoa 24 Fiorentina 9
Sampdoria 22 Sampdoria 9
Empoli 20 Juventus 8
Torino 18 Atalanta 7
Sassuolo 17 Genoa 7
Lazio 17 Lazio 7
Bologna 16 Roma 6
Fiorentina 15 Napoli 4
Pescara 14 Torino 4
Chievo 10 Chievo 2
Napoli 9 Pescara 1

Record stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Atalanta (15)
  • Minor numero di vittorie: Chievo (2)
  • Maggior numero di pareggi: Torino (7)
  • Minor numero di pareggi: Bologna (1)
  • Maggior numero di sconfitte: Napoli e Pescara (14)
  • Minor numero di sconfitte: Atalanta (1)
  • Miglior attacco: Roma (52 goal fatti)
  • Peggior attacco: Torino (18 goal fatti)
  • Miglior difesa: Atalanta (16 goal subiti)
  • Peggior difesa: Pescara e Roma (44 goal subiti)
  • Miglior differenza reti: Atalanta (+32)
  • Peggior differenza reti: Chievo (-17)
  • Miglior serie positiva: Atalanta (16, 1ª-16ª)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Atalanta (7, 6ª e 9ª-14ª)
  • Maggior numero di pareggi consecutivi: Fiorentina (4, 4ª-7ª) e Sassuolo (4, 11ª-14ª)
  • Maggior numero di sconfitte consecutive: Lazio (5, 4ª-8ª) e Pescara (5, 17ª-20ª e 22ª)
  • Partite con maggior numero di gol: Fiorentina-Bologna 6-3, Roma-Chievo 6-3 e Sampdoria-Roma 5-4 (9)
  • Pareggio con maggior numero di gol: Sassuolo-Empoli 3-3, Fiorentina-Pescara 3-3, Roma-Atalanta 3-3, Roma-Napoli 3-3 e Roma-Inter 3-3 (6)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Atalanta-Juventus 5-0 e Inter-Napoli 5-0 (5)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
15   Samuele Mulattieri Inter
13 3   Flavio Bianchi Genoa
12 1   Ebrima Colley Atalanta
11 2   Musa Juwara Bologna
11 2   Alessio Riccardi Roma
10 3   Fabian Pavone Pescara
9 5   Felice D'Amico Sampdoria
9   Luca Gagliano Cagliari
8 2   Kevin Cannavò Empoli
8 1   Matias Fonseca Inter
8   Luca Moro Genoa
8 1   Pietro Rovaglia Chievo
7   Amadou Diambo Pescara
7 4   Giacomo Manzari Sassuolo
7   Roberto Piccoli Atalanta
7   Nicola Rauti Torino
7   Thomas Schirò Inter
7 5   Agapios Vrikkis Napoli

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Annullati in seguito alla disposizione di sospensione definitiva, emanata dalla Lega Serie A, in seguito al protrarsi dell'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di COVID-19.[1]

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Annullata in seguito alla disposizione di sospensione definitiva, emanata dalla Lega Serie A, in seguito al protrarsi dell'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di COVID-19.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c CU N.241 (PDF), su legaseriea.it, 17 giugno 2020.
  2. ^ Vacanze di organico: approvate le regole per i ripescaggi e le riammissioni, su figc.it, 4 agosto 2020. URL consultato il 4 agosto 2020.
  3. ^ Regolamento Campionato Primavera 1 TIM 2019-2020 (PDF), su legaseriea.it.
  4. ^ Retrocesso ed in seguito riammesso per la mancata iscrizione del Palermo.
  5. ^ Vincitrice play-off.
  6. ^ Comunicato stampa, su cagliaricalcio.com, 7 marzo 2020.
  7. ^ Comunicato stampa, su sscnapoli.it, 20 gennaio 2020.
  8. ^ Comunicato stampa, su sscnapoli.it, 22 gennaio 2020.
  9. ^ Comunicato stampa, su pescaracalcio.com, 22 gennaio 2020.
  10. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 60/A (PDF), su figc.it. URL consultato il 17 agosto 2020.
  11. ^ Comunicato Ufficiale n.60/A FIGC - Modalità di conclusione dei Campionati Primavera 1 e Primavera 2 SS 19-20 (PDF), su figc.it, 11 agosto 2020. URL consultato il 17 agosto 2020.
  12. ^ Calendario Campionato Primavera 1 TIM 2019-2020 (PDF), su legaseriea.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio