Campionato Italiano Velocità in Salita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato Italiano Velocità in Salita
Categoria Motociclismo
Nazione Italia Italia
Prima edizione 1959
Pilota campione
(2015)
Moto3: Andrea Neri

125 cc: Marco Queirolo
250 cc: Cristian Olcese
600 STK: Stefano Nari
Naked: Stefano Manici
600 Open: Francesco Curinga
Supermoto: Niccolò Bentivoglio
1000: Stefano Bonetti

Sidecar: Gianluca Barbi - Francesco Doratori
Sito web ufficiale
[http://civ.tv/

http://velocitainsalita.com civ.tv/

velocitainsalita.com]

Il Campionato Italiano Velocità in Salita (CIVS) è una competizione motociclistica nazionale sancita dalla Federazione Motociclistica Italiana, che si disputa sotto forma di una serie di cronoscalate su strade normalmente aperte al pubblico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene le cronoscalate fossero una parte importante dello sport motociclistico sin dai suoi inizi, fu solo dal 1959 che la FMI istituì un campionato dedicato, il Campionato Italiano della Montagna. Il neonato campionato ebbe un notevole successo, e fu la palestra per un'intera generazione di piloti: tra i più celebri si ricordano Giacomo Agostini (che vinse nel 1963 la Classe 175 - l'allora classe regina - con una Moto Morini 175 Settebello Aste Corte ufficiale), Roberto Gallina, Angelo Bergamonti, Silvano Bertarelli, Otello Buscherini, Pier Paolo Bianchi, Pieraldo Cipriani, oltre agli "specialisti" Attilio Damiani, Angelo Tenconi e Giovanni Burlando.

Dalla nascita e sino al 1963 al Campionato erano ammesse le moto delle categorie "Formula Sport" e "Formula 2", nelle cilindrate 50, 100, 125 e 175; dal 1964 furono ammesse solo le moto che rispettavano il regolamento della categoria "Formula Sport Internazionale"[1]. Le classi ammesse crebbero dapprima ammettendo le 250 nel 1964, poi le 500 nel 1972, mentre nel 1980 hanno fatto la loro comparsa le moto della Formula TT[2]. I sidecar vi hanno partecipato dal 1969 al 1984, per poi essere riammessi a partire dal 2011.

A fine anni ottanta il campionato subì un calo di interesse e di partecipazione, venendo declassato dal 1989 a Trofeo della Montagna[3] e questa denominazione rimase fino al 2008, quando la FMI riattribuì la validità di titolo italiano al campionato, restituendogli dapprima la denominazione di Campionato Italiano della Montagna per la stagione 2009[4], per passare poi alla denominazione attuale dal 2010[5].

Il CIVS è l'unica competizione motociclistica italiana su strade pubbliche dopo che la tragica scomparsa di Bergamonti durante una gara della Temporada Romagnola del 1971 aveva posto fine alle gare di velocità su circuiti cittadini.

Le Classi Ammesse per il campionato sono Moto 3, 125 Open e GP, 250 Open e GP, 600 Open, 600 Stock, Naked, Sidecar e Supermoto.

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportati i percorsi di gara che sono avvenuti negli ultimi anni

  • Spoleto - Forca di Cerro
  • Radicondoli - Madonna Olli
  • Carpasio - Pratipiani
  • Poggio - Vallefredda
  • Sillano - Ospedaletto (La classica 42 edizioni)
  • Castione - Bazzano
  • Gorno Oneta - Passo Zambla
  • Vellano - Macchino
  • Levico - Vetriolo
  • Rocco - Cocconato
  • Barge - Montebracco
  • Pieve S.Stefano - Passo dello Spino
  • Rossana - Lemma
  • Trento - Bondone
  • Ballabio - Piani Resinelli
  • Fasano - Selva

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: sito ufficiale CIVS; Motociclismo gennaio 1976, pag. 102

Anno Classe 50 Classe 100 Classe 125 Classe 175
1959 Rossetti (F2) Carena (F2) Mandolini (F2) Damiani (F2)
Marchi (Sport) Spinello (Sport) Tenconi (Sport)
1960 Pernigotti (F2) Mencaglia (F2) Fiocchi (F2) Damiani (F2)
Molinar (Sport) Rossi (Sport) Imola (Sport) Tenconi (Sport)
1961 Franchi / Bernardi (F2) Maffucci (F2) Folegnani (F2) Damiani (F2)
Molinar (Sport) Incao (Sport) Zaccanti (Sport) Rossi (Sport)
1962 Franchi (F2) Borri (F2) Balboni (F2) Damiani (F2)
Piana (Sport) Marchi (Sport) Zaccanti (Sport) Ballestrieri (Sport)
1963 Franchi (F2) Borri (F2) Zaccanti (F2) Damiani (F2)
Borri (Sport) Muscionico (Sport) Ballestrieri (Sport) Agostini (Sport)
Anno Classe 75 Classe 125 Classe 175 Classe 250
1964 Mencaglia Burlando Gallina Ballestrieri
1965 Borri Burlando Bergamonti Tenconi
1966 Bongiovanni Burlando Bergamonti Tenconi
Anno Classe 60 Classe 125 Classe 175 Classe 250 Classe Sidecar
1967 Tenconi Burlando Bertarelli Tenconi
1968 Villa Meago Bertarelli Tenconi
1969 Buscherini Burlando Burlando Romairone Dal Toè ‐ Modesti
Anno Classe 50 Classe 125 / TT4 Classe 175 Classe 250 / TT3 Classe 500 / TT2 Classe TT1 Classe Sidecar
1970 Cannizzaro Burlando Burlando Buffarello Nosengo ‐ Rosani
1971 Ravagli Burlando Ricca Giugler Dal Toè ‐ Jeva
1972 Bianchi Burlando Ricca Giugler Daneu Revelli ‐ Bruschi
1973 Bianchi Burlando Ricca Paganini Cazzaniga Dal Toè ‐ Nardone
1974 Bianchi Valli Cipriani Ormeni Romairone-Giovani
1975 Ziggiotto Valli Giugler Ormeni Zini ‐ Fornaro
1976 Ziggiotto Cerada Cipriani Giuglier Zini ‐ Fornaro
1977 Regaioli Affini Giachino Giuglier Romairone-Giovani
1978 Borri Vasetti Giachino Cresta Pedrini ‐ Mignani
1979 Affini Vasetti Burlando Falanga Donati ‐ Sonaglia
1980 Rosso Ruo Rui Giachino Rolfo Nucci Donati ‐ Sonaglia
1981 Sala Ruo Rui Marsigli Piano Nucci Donati ‐ Sonaglia
1982 Scalinci Anichini Truffa Piano Falanga Campolucci ‐ Magalino
1983 Rosso Ruo Rui Giovacchini Pagnozzi Falanga Campolucci ‐ Magalino
1984 Scalinci Bianchi Burlando Pagnozzi Copelli Sullo ‐ Armanino
Anno Classe 80 Classe F4 Classe 125 Classe 500 Classe 600 Classe 750 Open BOT
1985 Sala Bianchi Burlando (Classe F3) Cavalli Ruo Rui Valentini
1986 Foti Cavalli Valentini Ruo Rui
1987 Papa Cantisani Valentini Cerrini
1988 Cosimi Cavalli Cantalupo Merla
Dal 1989 al 1999 mancano dati dal sito ufficiale
Anno Classe 125 Classe 250 600 Superstock Naked 600 Open Supermotard Classe Sidecar Moto 3 1000 Open
2000 (Trofeo) Ragazzoni Scenini Cortese Ennemoser Raso Sullo - Armanino
2001 (Trofeo) Bonetti Scenini Cavalli Manici Rozza Sullo - Armanino
2002 (Trofeo) Batistoni Bonetti Cavalli Manici Givani Sullo - Armanino
2003 (Trofeo) Batistoni Federigi Curinga Folli Manici Givani Sullo - Armanino
2004 (Trofeo) Valenghi Lugarini Bonetti Folli Manici Givani Sullo - Armanino
2005 (Trofeo) Pezzotti Valenghi Lignite Federigi Bonetti Ravera Sullo - Armanino
2006 (Trofeo) Vanzo Testoni Curinga Rebora Duci Ravera Sullo - Armanino
2007 (Trofeo) Tuminello Airola Gasparetto Musso Duci Ravera Sullo - Armanino
2008 (Trofeo) Bleggi Pieroni Pedriali Federigi Manici Ravera Sullo - Armanino
2009 Formenti Pieroni Curinga Manici Bonetti Ravera Sullo - Armanino
2010 Queirolo Olcese Curinga Manici Bonetti Covezzi Ozimo - Zanarini
2011 Queirolo Olcese Nari Manici Bonetti Covezzi Ozimo - Zanarini
2012 Sullo Olcese Nari Manici Tarquini Gottardi Pauli - Cavadini
2013 Ginesini Olcese Nari Manici Bonetti Bentivoglio Simon - Bardelli Neri
2014 Queirolo Olcese Bonetti Manici Curinga Martinelli Barbi - Doratori Neri
2015 Queirolo Olcese Nari Manici Curinga Bentivoglio Barbi - Doratori Neri Bonetti
align ="center" 2016 Mazzi Queirolo Sullo Manici Curinga Majola Barbi - Doratori Lombardi Bonetti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Motociclismo gennaio 1976, p. 102
  2. ^ Motociclismo - Speciale n° 2 Tutte le gare del mondo, marzo 1980, p. 122
  3. ^ Classifica Trofeo della Montagna 2005 (PDF), www.velocitainsalita.it. URL consultato il 14 luglio 2012.
  4. ^ Classifiche Campionato Italiano della Montagna 2009 (PDF), www.velocitainsalita.it. URL consultato il 14 luglio 2012.
  5. ^ Classifiche Campionato Italiano Velocità in Salita 2010 (PDF), www.velocitainsalita.it. URL consultato il 14 luglio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]